Lucca Comics & Games 2014 : edizione rivoluzionaria – REVOLUTION! (Lucca 30 ottobre-2 novembre 2014) 

A Lucca è già tutto pronto per la nuova edizione di “Lucca Comics & Games”: il Festival internazionale dedicato al fumetto, al gioco e all’illustrazione che rappresenta uno dei principali eventi europei di cultura pop e di intrattenimento intelligente. L’enorme affluenza dei visitatori (217 mila biglietti staccati nell’edizione 2013) ha reso necessario progettare l’evento considerando aspetti logistici, maggiori spazi, padiglioni più numerosi, sicurezza rafforzata ed a facilitare gli spostamenti e il raggiungimento della città (previsti anche mezzi di trasporto pubblici). 

lucca2014Insomma, quella del 2014 sarà un’edizione rivoluzionaria e infatti il motto di quest’anno è proprio “Revolution”! 

La manifestazione è realizzata da Lucca Comics & Games Srl insieme al Comune di Lucca, con il sostegno di altri enti cittadini come Provincia, Camera di Commercio e Fondazioni bancarie, il patrocinio del ministero della Cultura e della Regione.

Prestigiose le collaborazioni internazionali con il Ministero della Cultura Giapponese, il Japan Media Arts Festival, il Cern di Ginevra, l’Ambasciata d’Israele in Italia, l’Ucei.


IL MANIFESTO UFFICIALE di Lucca Comics & Games 2014 Realizzato dall’autore romano Gabriele Dell’Otto che prende spunto dalla grande tradizione pittorica italiana rielaborandola mediante i tratti tipici dei supereroi da lui disegnati miscelando differenti suggestioni per restituire il concetto dello slogan di quest’anno: Revolution!

Davanti a un portale che ricalca la pianta del centro storico di Lucca, realizzata sotto forma di un meccanismo da mettere in moto, c’è un bambino che impugna una chiave nuova fiammante, mentre una vecchia chiave giace al suolo inutilizzabile. Davanti al suo volto c’è una toppa, che coincide con piazza Anfiteatro, in cui infilare la chiave. Da lì partirà la Rivoluzione di Lucca Comics & Games 2014.
Gabriele Dell’Otto sarà ospite della manifestazione.

AREA COMICS

Panorama internazionale – Anche quest’anno il meglio del panorama internazionale, da Israele Rutu Modan (la più grande autrice israeliana) e dagli Stati Uniti Robert Crumb (autore di Fritz The Cat ) e Gilbert Shelton (autore di Wonder Wart-Hog).
Dalla collaborazione con il Japan Media Arts Festival organizzato dall’Agenzia per gli Affari Culturali, nascono una serie di iniziative fra le quali una grande mostra dedicata a Hirohiko Araki, geniale mangaka.
Nasce la collaborazione di alto prestigio e valore culturale con il
Cern di Ginevra: il più prestigioso centro di ricerca scientifica del mondo, da decenni fucina di scoperte fondamentali e di Premi Nobel (ultima solo in ordine di tempo la conferma dell’esistenza della fondamentale “particella di Higgs”, notizia che a suo tempo occupò le prime pagine di tutto il mondo) che è da sempre interessato alla divulgazione e al contatto col pubblico giovane e ricettivo tipicamente catalizzato dalla manifestazione. La particolare occasione di quest’anno con Ginevra scaturisce da un esperimento fumettistico-scientifico in corso di svolgimento in queste stesse ore: un gruppo di fumettisti è infatti attualmente in visita guidata ai laboratori e agli esperimenti del CERN, secondo percorsi e con assistenza del tutto ad hoc da parte di fisici sperimentali e teorici. Da questa visita gli autori ricaveranno idee e spunti narrativi per storie a fumetti che saranno pubblicati in “Comics & Science”. L’opera, patrocinata dal CNR, sarà presentata a Lucca a ottobre, una conferma del consolidato legame del festival con il CNR che ha dato vita nel 2012 al ciclo di incontri Lucca Comics & Science.

AREA GAMES

Si terranno le ricche celebrazioni per l’uscita di “Assassin’s Creed Unity”, quarto titolo della saga videoludica campione d’incassi targata Ubisoft.

Si festeggeranno i 40 anni dalla nascita di Dungeons & Dragons, vera e propria rivoluzione nel modo di giocare (e di stare assieme) delle ultime generazioni con l’ospite d’onore Frank Mentzer (è stato direttore creativo alla TSR negli anni ’80 ed è universalmente noto per aver revisionato le regole a del D&D base creando in cinque boxed set tradotti in 11 lingue e venduti in milioni di copie in tutto il mondo e fondatore della RPGA nel 1980).
Altri ospiti illustri lo scrittore Markus Heitz, che ha cambiato la letteratura fantasy tedesca e Robh Ruppel, parte attiva di Naughty Dog (lo studio di sviluppo di videogiochi epocali come The Last of Us) a cui è dedicata la mostra in occasione del 30esimo anniversario.


AREA JAPAN
Si amplia lo spazio che da anni Lucca Comics & Games dedica al Giappone e al mondo dei manga, dei gadget, della ristorazione, degli usi e costumi del Sol Levante: nasce Japan Town (l’evoluzione del Japan Palace), l’area che aprirà a un’intera parte di città il flusso delle migliaia di visitatori.


AREA JUNIOR

Anche l’area dedicata ai più piccola viene ampliata con la creazione della Family Palace: una Revolution a misura di bambino.
Quest’anno l’ingresso a tutta l’area Junior all’interno del Family Palace sarà completamente gratuito per adulti e bambini (non sarà necessario, quindi, l’acquisto del biglietto del Festival). Una speciale mostra sarà dedicata a Guido Scarabottolo, noto illustratore di libri per l’infanzia, famoso in tutto il mondo.

MUSIC AND COSPLAY

Il Teatro del Giglio, prestigioso cuore culturale della città, torna al centro della manifestazione con un evento tra musica e fumetto dedicato alla Premiata Forneria Marconi (la più importante band italiana di progressive rock) che incontrerà il pubblico per “L’intervista a fumetti”, collaborazione con il Lucca Comics & Games che si concretizzerà nel 2015 con il concerto “Stati di immaginazione 2”.

Quest’anno, Franz Di Cioccio, (batterista e voce PFM), salirà sul palco del Giglio con la sua blues band Slow Feet al completo: con lui infatti ci saranno Lucio Fabbri, anch’egli membro della PFM, il chitarrista Paolo Bonfanti e il basso Reinhold Kohl.

 

MASSIMO FABRIS

IL DISCORSO”

Foto edizione 2013: Roberta Zucca




SAN GALGANO INTERNATIONAL MUSIC FEST/ 2014 11- 27 luglio

 le suggestive mura dell’Abbazia di San Galgano si animano delle note del San Galgano International Music Fest, un viaggio fra la musica e danza di ieri e di oggi, un programma pieno emozioni e di passioni che fa della scenografia naturale di questo monumento storico il proprio punto di forza. Assieme ad una scelta accurata tanto quanto coraggiosa del cast artistico: si parte l’11 luglio dal rock dei Pink Floyd con il celeberrimo The Wall nell’interpretazione dei Fluido Rosa che, per l’occasione, hanno adattato allo spazio il loro spettacolo introducendo gli archi e implementando il ruolo del coro; il 17 e il 25 luglio sarà la volta di Nabucco di Verdi nell’interpretazione dell’Orchestra Sinfonica di Grosseto diretta da Lorenzo Castriota Skanderberg e del Coro del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno diretto da Giovanni Farina; con Carlo Kang nei panni di Nabucodonosor, Gabriella Mouhlen interprete di Abigaille, Ernesto Morillo di Zaccaria, Fulvio Oberto di Ismaele e Maria Vittoria Paba di Fenena. Spazio alla danza il 18 luglio con l’Evolution Dance Theater di Anthony Heini che proporrà il meglio di due dei loro spettacoli di maggior successo: Firefly, già reduce dal Maggio Musicale Fiorentino (Maggio Danza), ed Electricity. Un viaggio incentrato sul sogno e la fantasia che nasce dalla contaminazione di varie discipline: danza, teatro, acrobatica, videoarte, scenografie in movimento. Il 19 luglio è la volta di Notte Celtica: una serata dedicata alla migliore musica irlandese. Sul palco Kay McCarthy, da quarant’anni portavoce della musica celtica in Italia. E i Morrigan’s Wake, il gruppo ravennate che ha fatto della ricerca sul sound irlandese la propria cifra stilistica. Una significativa incursione nella grande musica classica sarà in programma il 22 luglio con l’Orchestra Sinfonica di Grosseto diretta da Robert Carter Austin e impegnata in un concerto che vede in programma Le Ebridi di Mendelsoohn, la Sinfonia nr. 2 di Schumann e il Concerto nr. 1 per pianoforte di Liszt, al pianoforte Simone Sala. Il 26 luglio protagonista la Treves Blues Band, una delle più antiche blues band made in Italy: nata a Milano alla fine degli anni ’70, da anni porta sul palco la storia di questa musica, dai primi canti di lavoro al blues arcaico, dal blues elettrico di Chicago a quello più campagnolo. Special Guest della serata Paolo Bonfanti. Per l’occasione la Band offrirà anche uno suo personalissimo omaggio a Roberto Ciotti, il grandissimo bluesman recentemente scomparso. Il festival si chiude il 27 con il Sarah Jane Morris Quintett, cantante inglese capace di offrire grandi emozioni con la sua voce particolarmente estesa, la sua capacità di spaziare fra temi poetici solo apparentemente antitetici e di muoversi con grande disinvoltura fra i colori del blues e quelli del jazz.

Il festival è organizzato dall’Associazione Musica e Palcoscenico per la direzione artistica di Ermanno Fasano. Direttore tecnico e organizzativo Renato Pilogallo. L’evento gode del Patrocinio del Comune di Chiusdino, della locale Proloco e della Provincia di Siena. Ed è realizzato con il contributo di Banca Cras, Enel Green Power e Cosvig.




14- 26 luglio: ASSISI SUONO SACRO

 14- 26 LUGLIO: è oramai alle porte la seconda edizione di ASSISI  SUONO SACRO  il Festival ideato, fondato e  diretto dal flautista ANDREA CECCOMORI e dedicato ad indagare i  rapporti fra le arti, in particolare il rapporto fra musica e spiritualità. Titolo emblematico di questa edizione CONTEMPLUM perché tutto ciò che è nuovo, ieri come oggi, nasce da una pausa di
riflessione che il Festival vuole offrire. In programma concerti,  masterclass, convegni, mostre ed incontri.  Fra gli appuntamenti più significativi ricordiamo: il concerto  inaugurale del 14 luglio presso la cattedrale di San Rufino che vedrà  protagonista Frate Alessandro e l’Ensemble Assisi Suono Sacro, nato  appunto all’interno del Festival da un’idea del flautista Andrea  Ceccomori, e i ragazzi dell’Accademia Scena Muta di Ivan Raganato,  solisti, oltre allo stesso Ceccomori e a Frate Alessandro, i soprano  Felicia Bongiovanni e Lu Ye. Il concerto sarà ripreso da Rainews 24 e
Rai World grazie alla collaborazione on Melos Art International.  A riprova di un approccio laico alla spiritualità, in collaborazione  con Daniela Cané di Adagio Art Agency Assisi Suono Sacro ha messo in  programma alcune date dedicate ai Cinque Sensi dell’Arte:  appuntamenti musicali e non solo affiancati da performance destinate a  sollecitare uno dei nostri cinque sensi. Si parte, quindi, con la  vista il 15 presso il Bosco di San Francesco con uno spettacolo di  danze sacre in cerchio sulla figura di Ildegarde Von Bingen e per la  coreografia di Carolina Botti sul sottofondo dei dipinti di Michelle  Demarque. Mentre il 20 luglio (San Gregorio) sarà dedicato  all’olfatto con l’istallazione di Claudio Maccari che diffonderà  il profumo di rosa. L’appuntamento si svolgerà in occasione del  concerto di improvvisazione Kenosis: sentieri sacri di spoliazione:  Andrea Ceccomori, Fabrizio Ottaviucci, Giacomo Grandi improvviseranno  con l’anteprima dell’opera omonima di Rossella Vasta.   Due importanti novità assolute del festival riguardano in primis la  conferenza il 24 luglio sulla divina proporzione o sezione aurea in  musica: un appuntamento dedicato ad un approccio molto particolare  alla musica che verrà presentato in anteprima dallo scrittore e  musicologo americano Michael Vezzuto. Come seconda novità abbiamo il Concerto per una sola  persona, sempre il 24, pensato per ricordare la figura del contrabbassista Fernando Grillo, scomparso un anno fa,  che da tempo sognava di realizzare proprio questo singolare concerto
in cui l’artista venga messo di fronte ad un pubblico tanto  particolare.
Il 16 luglio alla sala San Gregorio in programma un recital del  soprano russo Irina Rindzuner, al pianoforte Natalia Mogilevskaia su  musiche di Rachmaninoff e Ciaikowsky per trovare una via di dialogo  con la spiritualità dell’est tanto cercata da papa Woytila cui il  concerto è dedicato.
 Il Festival prevede anche incontri e convegni.




FRANCAVILLA A MARE : 4 luglio: L’art-jazz visionario del Pollock Project per Oktopus

Il 4 luglio prossimo Pollock Project sarà al Museo Michetti di Francavlilla al Mare alle 23.30 per la prima edizione dell’Octopus Adriatic Tentacular Fest la tre giorni dedicata a cinema, musica, letteratura, collezionismo, auto, moto, food e territorio organizzata dall’Associazione Culturale Maze Eclectic Circle di Pescara.

Pollock Project è l’ensemble art-jazz, fondato da Marco Testoni, che ha fatto del rapporto con le arti visuali e la poesia la propria cifra stilistica. Sul palco assieme a Marco Testoni (caisa drum, percussioni & loop programming) la nuova line-up del trio che vede Simone Salza al sax soprano e Elisabetta Antonini, voce & live electronics.  Un live-act dove la scena si riempie di immagini e musica dando vita ad un emozionante dialogo visionario, capace di navigare senza timori e formalismi fra world e jazz contemporaneo, ambient e minimalismo. Nel concerto numerosissimi sono i richiami alla letteratura (Pablo Neruda, Julio Cortazar, Allen Ginsberg) e alle arti visuali: dal cinema all’arte contemporanea, dalla video-arte alle nuove arti digitali. A costruire la tela e i tratti di questo dipinto musicale la magia dei caisa drum, il fraseggio raffinato e poliedrico della voce e il canto del sax. Dove la tecnica del “dripping” è tradotta in musica nello stile improvvisativo proprio dell’action painting di Jackson Pollock. Con due dischi all’attivo (Pollock Project  e Quixote), il percorso artistico dell’ensemble si anima fin dagli esordi di una serie di mashup video nati dalle collaborazioni con artisti quali: Istvan Horkay, artista ungherese già collaboratore di Peter Greenaway; Mark Street, regista e filmmaker indipendente newyorkese; Andrea Bigiarini e il NEM – New Era Museum, un gruppo di artisti digitali che, attraverso  la tecnica dell’Iphoneografia, creano opere fotografiche con semplici apparati mobili (smartphone/tablet); Victor Enrich, fotografo catalano, celebre per le sue “architetture impossibili“; Antonia Carmi, pittrice e acquarellista italiana trapiantata negli States, che ha firmato la copertina di entrambi gli album del Pollock Project; i videomaker Lorenzo Botticelli e Marco “Sfanto” Testoni.




CARTOON VILLAGE 2014 11-12-13 Luglio – Manciano (GR)

Anche quest’anno, tra gli appuntamenti centrali del programma sarà proposto, in collaborazione con l’associazione Gente di Cartoonia, l’imperdibile Cartoonia Music Festival, il grande show che ripercorre i momenti salienti della storia dei cartoni animati attraverso le sigle e gli stessi storici protagonisti, giunto ormai alla sua nona edizione.
Ad accompagnare tutti gli storici big delle sigle tv, in qualità di “cartoon village band”, i Seven Nippon, al secolo: Maurizio Serafini (cori), Emmanuele Tognazzoni (chitarra, cori e tastiera), Richard Federico (tastiere), Simone Gandolfi (basso), Andrea Gasparini (batteria), Gabrio Secco (tastiere).
I nomi di questa sorta di Woodstock delle sigle tv sono: Raggi Fotonici (Digimon, Hello Kitty), Clara Serina de I Cavalieri del Re (Lady Oscar, L’Uomo Tigre), Mauro Goldsand (Carletto il principe dei mostri), Claudio Maioli (Ken il guerriero), Luigi Lopez (Pinocchio). Valeria Rossi (La canzone di Peppa), Maura e Manuela Cenciarelli (L’ape Magà), Stefano Bersola (City Hunter), Bruno D’Andrea (Na-no Na-no)…

Vignette sul Ring
Sabato ore 21.30 (palco centrale)
Non poteva mancare il consueto e atteso appuntamento con Vignette sul Ring, lo scontro a colpi di matita e di battute che vede sul palco i principali fumettisti e vignettisti italiani.
“Vignette sul ring” è un autentico match umoristico/sportivo dove i “pugili” sono caricaturisti e disegnatori fra i più noti d’Italia. La gara, condotta da Gianfranco Tartaglia in arte Passepartout (vignettista per Il Messaggero, La Repubblica ecc.) e con la collaborazione della cartoon-band dei Raggi Fotonci, si volge da oltre 15 anni in giro per le piazze d’Italia e coniuga in modo brillante il fascino della competizione con il divertimento, il sorriso, la maestria dei contendenti e la partecipazione del pubblico. Si svolge su un ring seguendo il rituale di un incontro di boxe: provare per ridere!
In questo speciale appuntamento “Cartoon Village 2014” saranno coinvolti tutti i doppiatori presenti al festival in qualità di speaker e tutti i musicisti che faranno da colonna sonora alle vignette improvvisate da alcuni grandi del fumetto italiano come PV (al secolo Pietro Vanessi), Alessandra Bracaglia, Tauro (Antonio Silvestri), Vanessa Cardinali, Paolo Cossi, Sara Colautti, Franco Bianco, Antonio Bonanno, Sergio Algozzino.

Gente di Cartoonia
Domenica ore 22.30 (palco centrale)
Come gli aficionados sanno Gente di Cartoonia è un “talk show animato” che da circa 10 anni presenta e rappresenta in tutta la penisola il mondo dei fumetti e dei cartoni animati attraverso le varie professionalità di questo amatissimo mondo. Sul palco infatti sono di casa disegnatori, musicisti e doppiatori: la gente che materialmente da vita agli eroi della nostra fantasia!
Finalmente si potranno scoprire i volti di chi normalmente lavora dietro le quinte: disegna i fumetti ed i cartoni animati, realizza le colonne sonore e le sigle dei cartoons, presta la propria voce ai beniamini di cinema e TV. Durante ogni appuntamento dello show “Gente di Cartoonia” si raccontano aneddoti legati al mondo dei fumetti e dei cartoni animati: disegnatori di livello internazionale raffigurano i loro più celebri personaggi, grazie ai più celebri doppiatori italiani a rispondere alle domande saranno direttamente Gatto Silvestro o L’Uomo Ragno e gli interpreti originali di musiche e sigle di cartoni animati cantano dal vivo inni generazionali che vanno da Mazinga ai Digimon, da Heidi alle migliori canzoni Disney.

Doppiaggio on stage! – situation talk – 
Sabato ore 18,00 (palco centrale)
Parleremo di doppiaggio, di cinema, di cartoni animati, di serie tv. E lo faremo con le voci italiane dei vostri eroi preferiti. Big Bang Theory, Spiderman, le Winx, i Puffi, i Simpson, Bugs Bunny, Peppa Pig e Lupin III saranno sul palco e diranno la loro grazie alle mitiche voci di Tatiana Dessi, Perla Liberatori, Maura Cenciarelli, Manuela Cenciarelli, Nino Scardina, Gianluca Crisafi, Stefano Onofri, Leonardo Graziano, Fabrizio Mazzotta. Tutte le voci italiane più celebri dei cartoni animati, sullo stesso palco, per celebrare il mondo della fantasia!

Un Sindaco per il Cartoon Village
Le primarie hanno decretato che la fascia di Sindaco del Cartoon Village se la contendono Barbapapà, City Hunter e Peter Pan. Chi vuole può ancora esprimere la propria preferenza mandando un’email a info@cartoon-village.com (vedi area contatti) scrivendo nell’oggetto “Sindaco Cartoon Village” e nel messaggio il personaggio che si vuole eleggere come Sindaco!
Dopo Batman, Spiderman, Lisa Simpson, Goku…. Chi sarà il prossimo Sindaco del Cartoon Village? Il Primo Cittadino ufficiale “amministrerà” il villaggio per la durata dell’evento, terrà comizi più volte al giorno e potrà emanare nuove leggi all’interno del Villaggio dei Cartoni!

La nuova serie animata di Cartoon School
Venerdì, Sabato e Domenica ore 21 (palco centrale) e a rotazione nell’Area Cinema 
Per il secondo anno consecutivo, scuole medie ed elementari di diverse province della Toscana hanno partecipato al progetto didattico “Cartoon School”.

Quasi 300 ragazzi hanno preso parte a  una serie di incontri-laboratorio. realizzati grazie al contributo di Avis, con alcuni tra più noti professionisti nazionali del mondo dei cartoons: animatori, disegnatori, doppiatori, musicisti specializzati.

Con il pretesto di raccontare la storia dei cartoni animati, sono state svelate ai ragazzi le “professioni dei cartoni animati”. L’approccio è stato quello empatico del “monello curioso”: si rompe il giocattolo per vedere cosa c’è dentro e, una volta chiari i componenti del giocattolo, insieme lo si ri-assembla. Di fatto, dopo una prima fase di storia e teoria dei cartoons, ai ragazzi sono stati forniti gli strumenti per poter scrivere, disegnare, doppiare e sonorizzare un vero e proprio cartone animato.

Quello che ne è uscito fuori sono delle piccole opere d’animazione interamente ideate e realizzate dal loro ingegno. I cartoons  saranno dunque presentati in anteprima venerdì 11 luglio alle ore 21 sul palco principale del festival, alla presenza dei ragazzi, delle loro famiglie, degli insegnanti e delle autorità. Nei giorni successivi invece le opere dei ragazzi saranno proiettate a rotazione sia sul palco principale che in un’apposita “area-cinema”.


jokerMostre
Lungo tutto il percorso dell’evento
Tantissime opere di autori italiani ed internazionali saranno esposte all’interno dell’evento per tutta la durata della manifestazione. Fumettisti, vignettisti, coloristi, bozze di importanti animatori ecc… ecco tutti gli autori in mostra: Frezzato, PV, Silver, Passepartout, Serpieri, Palumbo, Dossi, Talarico, Mazzotta, Vianello, Salfo, Ruggiero, Rinaldi, Nespolino, Cossi, Colautti, Bianco, Bracaglia, Algozzino, Bonanno, Cardinali, Tauro, Animundi, Kremos

Disegno Live
Sabato ore 12 e ore 16 – Domenica ore 11 e ore 15 (Area Laboratori)
Un disegno personalizzato? L’autografo di un celebre fumettista? Una dedica particolare… Al Cartoon Village sarà allestita un’area dove alcuni tra i più apprezzati fumettisti della scena nazionale, incontreranno il pubblico, disegneranno e regaleranno i propri disegni a chiunque ne farà richiesta.

Gioco di Ruolo dal Vivo, Orchi, Vichinghi e Zombi
Sabato e Domenica (Area GRV e Area Zombi)
Atmosfere fantastiche, avventure al limite dell’incredibile, mondi fantastici e colorati. Ecco cosa è possibile trovare con il Gioco di Ruolo dal Vivo, un teatro interattivo dove i giocatori vestono letteralmente i panni dei propri, confrontandosi in prima persona con avversari in situazioni fantastiche. Il G.R.V. è organizzato da “Clan (Armorieri)” e “Era del Caos”. Le realtà che saranno messe in scena e dove sarà possibile calarsi sono un villaggio vichingo, un accampamento di orchi soldato mentre, novità assoluta di quest’anno 2014, sarà allestita un’apposita “area zombi” dove potrai incontrare mostri orrorifici o trasformarti in uno di essi grazie a delle specifiche sessioni di make-up zombi!

L’isola che non c’è!
Sabato e Domenica, animazione no-stop (Area Baby)
I più piccoli hanno ovviamente uno spazio interamente dedicato a loro. Un’area intera che ospita gli animatori che inventeranno per loro giochi e strani divertimenti. Inoltre sabato e domenica sono previsti eventi speciali dedicati proprio ai più piccini che potranno divertirsi con i loro personaggi a cartoni più amati come Peppa Pig, i Gormiti, le Winx e Ben 10. Ospiti speciali dell’area i celebri animatori Cuoricina e Cuoco Pasticcio

Cine-Cartoon
Venerdì, Sabato e Domenica – proiezioni no-stop (Area Cinema)obelix
E che villaggio sarebbe senza un cinema? Nell’area Cine-Cartoon, si susseguiranno venerdì, sabato e domenica, senza mai fermarsi trailers e anteprime cinematografiche, serie animate e concerti di cantanti di sigle tv! Inaugura quest’area, venerdì 11 alle ore 18,30, il film dedicato ai Saurini, gli eroi trasmessi su Rai Due e prodotti da Animundi/Rai Fiction. Il film sarà proiettato per la prima volta al cinema.

I SAURINI e i Racconti della Fonte Magica – TV Movie
1 x 90′
Una co-produzione ANIMUNDI – RAIFICTION
Come le storie raccontate intorno al focolare, la Fonte dei Ricordi dispenserà otto mirabolanti avventure che i SAURINI dovranno ricordare e indovinare in un simpatico gioco architettato dal Saggio Saùro e il suo apprendista pasticcione Nichus. 

Mercatino Comics&Manga
Nelle strade del centro sarà possibile visitare girare tra numerosi stand che ospitano tutto quello che riproduce e rappresenta il fantastico mondo dei cartoon. Fumetti, gadget, memorabilia e tanto artigianato. Sarà impossibile andarsene a mani vuote!!!

La Parapapà-parata!
A metà pomeriggio e a fine giornata al Cartoon Village una parata-cartoon.
Musica, bande musicali, cosplayers, tutti i protagonisti del festival e chiunque voglia unirsi, sfileranno, canteranno e faranno follie per le strade del nostro villaggio.

Spazio Games
E dopo tanto girare perchè non riposarsi attorno a un tavolino? Per un tè? NO per giocare!!!
L’Associazione Bandus-Tana dei Goblin Grosseto curerà l’Area Games dedicata ai giochi, nella loro più ampia accezione: dai giochi di carte a quelli di ruolo dal vivo, dai tradizionali giochi in scatola, ai quiz e ai rompi capo… ma non limitiamo la fantasia e quindi ci sarà tanto altro ancora! Oltre al torneo torneo di Magic modalità Booster Draft e al torneo di giochi da tavolo “Boardgame Arena.

Incontro con…
Sabato e Domenica dalle 11 alle 20 (Area Incontri)
Cartoon Village presenta al pubblico in uno spazio apposito, le più curiose novità editoriali ma anche, uno ad uno, tutti i disegnatori e i doppiatori presenti al Festival e i loro più recenti lavori. È qui che sarà possibile scoprire i segreti degli artisti presenti al festival e porre loro tutte le domande. Ecco il programma dettagliato degli incontri:

 




4 luglio : Petala aurea: gli ori dei Bizantini e dei Longobardi nelle terre di Siena

Ori bizantini e longobardi nelle terre di Siena. La mostra Petala aurea (“petali d’oro”, in riferimento alle decorazioni a sbalzo in lamina dorata) aprirà i battenti il prossimo 4 luglio alle ore 18.00 nel Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme, presentando al pubblico circa cinquanta opere provenienti dalla collezione privata del Professor Luigi Rovati, appassionato collezionista di monete e reperti altomedievali.

Fino al 28 settembre, gli spazi del museo, già scrigno prestigioso capace di narrare la storia dei popoli etruschi, verranno arricchiti da rari pezzi di oreficeria dei maestri bizantini e longobardi, in un affascinante dialogo “multiculturale” con la collezione del museo.

La mostra, promossa e realizzata da Rottapharm|Madaus in collaborazione con Comune di Chianciano Terme e Fondazione Musei Senesi, propone una raffinata selezione di croci d’ambito longobardo e lamine sagomate di cultura bizantina, prevalentemente databili al VI e VII secolo e realizzate attraverso la lavorazione di sottili lamine e foglie d’oro, quindi utilizzate per decorare manufatti in legno, osso o avorio (come cassette o reliquiari), in cuoio (come cinture o borse) oppure tessuti (come abiti cerimoniali, coperte di uso liturgico, o infine sudari e veli funebri). Un repertorio iconografico che varia dai semplici motivi geometrici e vegetali, alle figure umane e animali, che perfettamente si raccorda alla collezione del museo e, in particolare, a un corredo funebre longobardo, fino ad oggi conservato nei depositi, rinvenuto pochi anni fa nel territorio di Chianciano Terme.

“Siamo molto lieti della virtuosa collaborazione che si è creata tra il Fondazione Musei Senesi, Rottapharm Madaus e il Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme – ha dichiarato Luigi Di Corato, direttore generale della Fondazione Musei Senesi – perché dimostra quanto virtuosa può essere,  anche in Italia,  la collaborazione tra pubblico e privato nelle sue diverse sfaccettature: privato non profit, come la fondazione che gestisce da 10 anni il sistema museale senese; il privato aziendale, con una delle principali aziende farmaceutiche italiane che si è sempre differenziata grazie ad investimenti importanti nel mondo della cultura e il privato puro, il Professor Luigi Rovati che con la passione e competenza ha collezionato oggetti straordinari che ha generosamente messo a disposizione del pubblico anche in questa occasione”.

L’inaugurazione della mostra prevista per le ore 18.00 sarà preceduta, dalla presentazione dei lavori di ristrutturazione, adeguamento e arredo del museo, del laboratorio di restauro e di Villa Simoneschi, ubicata sul lato opposto del museo, che insieme costituiscono il PACT ovvero il Polo Archeologico di Chianciano Terme: un complesso museale unico e completato grazie ad ARCUS Spa in collaborazione con Fondazione Musei Senesi.

Entrambe le iniziative aprono la 14a edizione delle Notti dell’Archeologia, la fortunata rassegna di Regione Toscana dedicata alla valorizzazione del patrimonio archeologico regionale.

 

Apertura mostra dal 5 luglio al 28 settembre   Inaugurazione venerdì 4 luglio ore 18.00

 Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme Viale Dante, 80 – Chianciano Terme (SI)




BOLOGNA: ARTELIBRO, Festival del Libro e della Storia dell’Arte, 18-21 settembre 2014

Un Artelibro tutto nuovo si svolgerà a Bologna dal 18 al 21 settembre 2014. In occasione dell’11a edizione il Festival rinnova la sua formula e si amplia in un ancora più ambizioso Festival del Libro e della Storia dell’Arte.

Conservando quanto realizzato nei suoi primi dieci anni e in continuità con la sua vocazione originaria, il nuovo Festival affronterà, a partire proprio dai libri e dall’insegnamento della storia dell’arte, il grande tema del patrimonio artistico e culturale italiano.

Il gemellaggio con il Festival de l’Histoire de l’Art di Fontainebleau, espressione diretta del Ministero della Cultura francese e dell’Institut National de l’Histoire de l’Art, che in soli tre anni si è affermato come punto di riferimento su scala europea per lo studio dell’arte darà ad Artelibro un respiro non solo nazionale ma europeo.

Artelibro è inoltre stato inserito nel calendario degli eventi culturali del semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea.

Il tema ITALIA: TERRA DI TESORI rimanda alla necessità di “riscoprire” le meraviglie artistiche e culturali del nostro Paese, conservando e valorizzando un patrimonio unico e incomparabile.

Ben a proposito ad aprire il Festival sarà la lectio magistralis di Andrea Carandini, presidente del FAI – Fondo Ambiente Italiano, Italia, tesoro di terre e menti, da ricreare.

Anche quest’anno Artelibro oltrepasserà i confini di Palazzo di Re Enzo e del Podestà per ‘invadere’ la città, per farla vivere e conoscere nelle sue straordinarie bellezze ai propri cittadini e ai tanti visitatori. Centrale e decisiva sarà, a questo riguardo, la collaborazione con le istituzioni pubbliche e private della città, in particolare con Istituzione Biblioteche di Bologna, Istituzione Bologna Musei e Fondazione Cineteca di Bologna, che con le loro sedi e le loro iniziative contribuiranno a rendere ancora più ricca la proposta di Artelibro e ancora più concreta la sua diffusione nel contesto urbano.

Questa edizione sarà anche l’occasione per celebrare anniversari di personalità cardine della storia dell’arte: Michelangelo, Donato Bramante, Giorgio Morandi e Francesco Arcangeli.

Il programma culturale, come sempre articolato in mostre, cinema, incontri professionali, presentazioni di libri e progetti, conferenze per il grande pubblico, laboratori e attività per ragazzi, sarà suddiviso in diverse sezioni. Gli allestimenti dei progetti espositivi, in particolare, saranno realizzati dall’architetto Cesare Mari.

Artelibro annuncia quest’anno, tra le sue collaborazioni, la media-partnership con il quotidiano Il Resto del Carlino e con il free press Zero.

Artelibro Festival del Libro e della Storia dell’Arte è promosso da Associazione Artelibro insieme a AIE Associazione Italiana Editori, Comune di Bologna, Provincia di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Alma Mater Università di Bologna, ed è sostenuto da ABI Associazione Bancaria Italiana, Gruppo Unipol, Librerie.coop con il supporto di Bologna Welcome e la media-partnership del quotidiano Il Resto del Carlino e della rivista Zero.

 




UN ANNO DI MUSE… e mezzo milione di ..visitatori

MUSE Museo delle Scienze, Trento

19 luglio 2014 – dalle 16 alle 02.00 (museo chiuso fino alle 16.00)  

Il 19 luglio 2014, per il suo primo compleanno, il MUSE invita tutti a una festa in piena regola. La giornata di festeggiamento comprende l’inaugurazione di Maxi Ooh! uno spazio museale interattivo dedicato ai bambini da zero a cinque anni, la presentazione pubblica di MUSE en plein air, un vero museo all’aperto con installazioni artistiche e infine, #MUSEBigBang. Un anno dopo, con iniziative ludico scientifiche, ospiti speciali e musica fino alle due di notte.

Il dato è di quelli che pesano: oltre mezzo milione di persone hanno varcato la soglia del MUSE – Museo delle Scienze di Trento a meno di undici mesi dalla sua apertura al pubblico, il 29 luglio 2013. Da segnalare che il risultato numerico considera solo gli ingressi documentati dall’emissione di biglietti e non gli ingressi liberi, come nel caso dell’evento di inaugurazione che, da solo, vide la partecipazione di circa 30 mila persone. 500 mila visitatori e’ un risultato che supera le più rosee aspettative e che colloca il MUSE tra le prime dieci istituzioni museali italiane in termini di numero di visitatori. Il dato e’ rinforzato dal riconoscimento positivo riservato dalle categorie economiche locali, così come risulta da una specifica indagine svolta presso gli esercenti della città.
Alcuni dati sui visitatori

Tra i visitatori italiani il 66% provengono da fuori provincia (principalmente da Veneto, Lombardia ed Emilia), il 34% dalla provincia di Trento, solo il 12% e’ di Trento ma questo dato non segnala disaffezione ma sottolinea quanto i numeri in gioco siano straordinariamente superiori a quelli dei soli abitanti della città. Circa il 3% è venuto dall’estero, principalmente dalla Germania con il 31% e dalla Svizzera con il 22%.
Alcune chicche: i due picchi massimi di affluenza si sono avuti il primo nell’agosto 2013, in piena stagione turistica e in corrispondenza del primo mese di apertura, il secondo ad aprile 2014, in occasione delle festività e dei “ponti” di Pasqua. Dati questi che sottolineano come il MUSE, e conseguentemente la città di Trento, siano divenuti degli indiscutibili attrattori turistici. La media di visita e’ stata di 1.759 persone al giorno che passa a 4.543 nei week end. La giornata record per numero di accessi è stato il 5 gennaio con 3.325 persone.
Le ricadute economiche

Un afflusso così importante di turisti ed escursionisti ha generato impatti positivi anche sotto il profilo economico. Per testare quantitativamente questa percezione, il MUSE ha condotto un’indagine su un campione di oltre 130 esercizi commerciali della città. Oltre a bar, ristoranti, e hotel, sono stati intervistati esercizi economici non direttamente o prioritariamente connessi con la frequentazione turistica, tra questi il commercio in generale, i parcheggi, i distributori di carburante. Emergono alcuni dati significativi.
Innanzitutto il territorio appare ben consapevole della nuova realtà culturale: la totalità degli intervistati conosce il MUSE, uno su due lo ha visitato e il 22% ne segue costantemente le iniziative.

Per quanto riguarda il contributo dato all’offerta turistica e culturale del territorio trentino, il giudizio è più che positivo. Il 99% reputa che il MUSE abbia contribuito a migliorare l’immagine della città fuori regione; il 97% dichiara che i propri clienti chiedono informazioni sul MUSE o parlano del museo e il 41% segnala uno specifico incremento di affluenza, rispetto l’anno precedente, nei giorni dei ponti primaverili e in quelli di Pasqua.
Il 91% dei commercianti intervistati ritiene inoltre che l’apertura del museo abbia sortito effetti positivi sull’economia della città (in maniera considerevole per il 38% e abbastanza per il 53%; il 68% afferma che nella zona dove esercita l’attività si è registrato un aumento di presenze e infine il 61% dichiara di aver avvertito un cambiamento positivo nella propria attività).

Da segnalare infine una dichiarazione davvero esplicita e rilevante:  il 60% afferma di aver registrato un incremento del proprio fatturato.




ANTONIO BISANTI (NOVARA CALCIO-GSPORT) AL NOVARA BUSINESSMEN CLUB: “LA LEGA PRO PUO’ ESSERE UN’OPPORTUNITA’ COMMERCIALE E DI MARKETING PER MOLTE AZIENDE”

 

Novara, 1 luglio 2014«La Lega Pro, per molte aziende, può  garantire maggiori opportunità di partnership con il Novara Calcio. Con il cambio di categoria i volumi diminuiscono e gli “economics” sono diversi. In compenso, più aziende avranno la possibilità di entrare nel mondo del calcio. Finora, magari per timidezza o per costi troppo elevati, qualcuno non si è ancora affacciato».

Questo il punto di vista di Antonio Bisanti, responsabile Commerciale e Marketing di Gsport per Novara Calcio, ospite dell’ultima serata conviviale del Novara Businessmen Club  – NBC  recentemente svoltasi al Ristorante Natural Baay del Lido di Gozzano.

Di fronte ad un platea di imprenditori per certi versi “familiare” (alcune aziende della “rete” di oltre 30 realtà riunite sotto l’egida di NBC, presieduto da Tito De Rosa, sono infatti partner del Novara Calcio) Bisanti, intervenuto con il collaboratore Emanuele Cattaneo,  ha spiegato: «Si può lavorare a livello sia locale sia nazionale, oppure sul network messo a disposizione da Gsport, la più grande concessionaria pubblicitaria per lo sport in Italia,  società di Gruppo Italtelo S.p.A. nata nel 2003. Onestamente nessuno al Novara Calcio si aspettava di tornare in Lega Pro ma la retrocessione può trasformarsi in stimolo per reagire. L’amministratore delegato e patron, Massimo De Salvo, ha voglia di ricominciare e dopo quattro anni di lavoro comune con le aziende sponsor del territorio si è ormai creata una sinergia e un’empatia incredibile Certo, i risultati sportivi fanno la differenza in termini di entusiasmo: ma già nel primo momento di criticità che abbiamo dovuto affrontare, la retrocessione in serie B in seguito a due promozioni consecutive, lo “zoccolo duro” di aziende è rimasto legato e fedele al progetto che la società vuole continuare a  portare ancora avanti, con entusiasmo e passione».

Gsport può vantare diverse concessioni esclusive nelle due massime serie del calcio italiano, gestendo gli aspetti  commerciali e marketing di società come Fiorentina, Parma, Cesena, Catania, spazi di minutaggio sponsor per Torino, Chievo Verona, e importanti club di serie B in maniera esclusiva. Inoltre, Gsport è concessionaria esclusiva della Federazione Italiana Rugby per tutte le partite casalinghe della Nazionale Italiana: «Il calcio garantisce visibilità per un anno intero di campionato», ha osservato Bisanti che poi ha ripercorso nel dettaglio le varie iniziative organizzate negli ultimi anni di lavoro per il Novara Calcio: «Dopo la Juventus ed il Milan,  il Novara è stata la terza società italiana ad organizzare un business forum su una nave da crociera – ha ricordato Bisanti  Ci siamo occupati non solo della raccolta pubblicitaria, ma anche di altri progetti (in sinergia con la proprietà) come la creazione del campo in erba sintetica allo stadio “Piola”, primo caso nel calcio professionistico italiano. Successivamente abbiamo curato anche la ristrutturazione di alcune aree dello stadio costruendo sky box, business suite, aree hospitality, introducendo nuove tecnologie come led bordo campo e maxischermo, installando i “backled” per le interviste pre e post gara».

Bisanti ha concluso: «Oggi siamo ormai entrati in una nuova era: non si parla più di sponsorizzazione offerta da un imprenditore per il suo benessere personale, ma di partnership:  alla aziende va cioè offerto un ritorno sull’investimento fatto, ad esempio tramite attività di relationship e incontri “b to b” tra aziende sponsor. A partire dal primo campionato di serie B, disputato quattro anni fa, abbiamo reso lo stadio “Piola” il salotto di Novara dove si può parlare di business in maniera informale ma costruttiva Durante le diverse stagioni sportive sono stati creati eventi di business, come gli “speed date” in cui gli sponsor potevano parlarsi e relazionarsi tra loro dando vita a sinergie, eventi istituzionali e ludici».

Un contributo, quello portato da Bisanti, che ha suscitato grande interesse nella platea di imprenditori di NBC, tra i quali non mancano certo i legami con il mondo sportivo come nel caso delle recenti partnership che hanno visto protagonisti Andrea Leo (Artekasa Immobiliare) durante la tappa di Stresa del campionato mondiale X Cat di offshore e Domenica Dallera (General Tecno Impianti) che sta lavorando sull’impiantistica elettrica del nuovo stadio di Udine.




4° Festival delle Alpi avrà luogo il 21 e il 22 Giugno 2014

La sede itinerante 2014 è Gromo, in provincia di Bergamo, che ospiterà sabato 21 giugnoalle ore 14,00 presso la Sala Filisetti il Convegno Nazionale, organizzato dal Cai – Regione Lombardia, “I sentieri delle Alpi (vanno) verso il futuro”.

CONVEGNO NAZIONALE “I sentieri delle Alpi (vanno) verso il futuro”

Gromo (BG) – 21 giugno 2014 – Sala Filisetti

Moderatore Renata Viviani Presidente CAI- Regione Lombardia 

Ore 13,30 Apertura del FDA 2014 :Presentazione  degli obiettivi del convegno alla presenza delle  autorità:
-Roberto Maroni – Presidente Regione Lombardia -Umberto Martini – Presidente Generale del Club Alpino Italiano
-Ugo Parolo (Sottosegretario ai rapporti con il Consiglio regionale e le istituzioni in ambito regionale,
all’attuazione del programma, alle politiche per la montagna e agli strumenti di programmazione negoziata Regione Lombardia)

Seguirà verso le  14,00 : Le Alpi in rete attraverso i sentieri. Un patrimonio di beni comuni per “sentire” la montagna in modo intelligente, con introduzione di Annibale Salsa, antropologo e responsabile scientifico del Festival delle Alpi.

Sarà poi l’ora del  CAI- Regione Liguria per illustrare La collaborazione tra Regione Liguria e Club Alpino Italiano – Liguria per la valorizzazione della rete sentieristica ligure e dei Parchi liguri, a cura di Giampiero Zunino (Presidente CAI Liguria)
La  Regione Piemonte presenta : Alpi senza confini: dall’itinerario Gta/Via Alpina al Gran Tour del Monviso. Presentazione del nuovo sito “gtapiemonte.it” e del progetto di valorizzazione del Gran Tour del Monviso-Buco di Viso), con Stefano Verga (Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Economia montana e foreste Struttura flessibile per l’attuazione di progetti di valorizzazione della montagna)

Domenica 22 giugno 2014  Ore 10.00 – Sala Filisetti – Gromo (BG)

CONFERENZA STATI GENERALI DEL TURISMO OROBICO

PROGRAMMA
Saluto delle autorità
– Il turismo nelle Orobie: analisi e considerazioni
Andrea Macchiavelli (docente di Economia del turismo Università degli Studi di Bergamo)
Un capolavoro chiamato Orobie…le immagini a cura della rivista Orobie
– Il turismo dei rifugi: presidi della cultura montana
Paolo Valoti (Consigliere Nazionale CAI) :
– Il sistema turistico delle Orobie: temi comuni e rilancio… verso una nuova rete tra le Valli
Guido Fratta
– Dibattito
Al termine dell’evento degustazione dei Sapori Seriani e Scalvini