IL NOVARA BUSINESSMEN CLUB HA UNA NUOVA CASA IN PIAZZA MARTIRI

Il Novara Businessmen Club – NBC ha ufficialmente inaugurato la sua nuova casa.

Il Club presieduto da Tito De Rosa e costituito da alcuni imprenditori del territorio per favorire la promozione dell’imprenditoria e la divulgazione della cultura d’impresa, la condivisione e realizzazione di progetti ed iniziative nel campo degli affari, ha fatto di recente il proprio ingresso nella nuova sede del Plaza Cafè, in Piazza Martiri 4 a Novara:  «Sarà questo, da ora in poi, il luogo di ritrovo abituale – spiega il vicepresidente NBC, Gabriele Appendino – Non solo per i periodici  incontri di lavoro che si tengono l’ultimo giovedì sera di ogni mese, ma anche per altri appuntamenti che andremo a definire durante l’anno. Il locale è arredato in modo da poter disporre di spazi per incontri riservati o per convegni».

Le novità, in casa NBC, non finiscono qui. Per veicolare ulteriormente le varie attività, sia all’esterno sia tra i  Soci in aumento (attualmente quelli attivi sono 33, ognuno rappresentativo di un diverso settore di impresa, a cui vanno aggiunti altri professionisti che stanno seguendo con interesse le attività del Club), alla già frequentata pagina facebook ufficiale “NBC Novara Businessmen Club” si aggiungerà anche il sito internet www.nbcnovara.it, “on line” a breve: «Stiamo concretizzando idee sempre nuove per promuovere le imprese e le attività dei singoli associati – continua il vice presidente di NBC, Gabriele Appendino  – Durante le cene di lavoro le aziende possono illustrare e promuovere i loro prodotti e servizi offerti. Ad esempio, in occasione dell’ultimo evento dello scorso 24 ottobre, la socia Laura Baiardi (titolare del laboratorio orafo “I Monelli gioielli” in Corso Italia 16/A a Novara, ndr) ha organizzato una sfilata presentando le collezioni di collane, orecchini, anelli, bracciali  in oro e argento progettate e prodotte in laboratorio su indicazione del cliente, anche utilizzando l’oro che quest’ultimo già possiede. Nei prossimi appuntamenti qualche altro socio potrà fare altrettanto. Un’altra opportunità importante sono le visite programmabili presso le aziende associate. Abbiamo iniziato di recente con la “Sellmatt” di Prato Sesia».




IL SINDACO BALLARÈ IN VISITA ALLA SCHAEFFLER DI MOMO

Nello stabilimento dove lavorano circa 600 collaboratori, ha incontrato l’amministratore delegato Peter Schardig

Nella mattinata di ieri martedì 8 ottobre  il Sindaco di Novara Andrea Ballarè, proseguendo il suo tour tra le aziende più significative del territorio, ha visitato la Schaeffler Italia di Momo, dove ha incontrato l’Amministratore Delegato, Peter Schardig con il relativo Management Team. Schaeffler, con quasi 78.000 collaboratori in tutto il mondo, è uno tra i fornitori leader di cuscinetti volventi e a strisciamento di diversi settori industriali, così come primario fornitore dell’industria automobilistica con prodotti di alta precisione e sistemi motore, trasmissioni e chassis attraverso i marchi INA, Luk e FAG. «Siamo di fronte – ha commentato il sindaco – ad una realtà aziendale molto rilevante, sia dal punto di vista delle dimensioni che dal punto di vista dell’impatto sul nostro territorio. Nella struttura commerciale di Schaeffler Italia e nello stabilimento produttivo di cuscinetti pompa acqua WPB di Momo, infatti, trovano opportunità occupazionali circa 600 persone provenienti, per la maggior parte, da Novara e dai centri limitrofi». «È proprio per l’importanza del capitale umano, i nostri collaboratori – ha affermato l’amministratore delegato Schardig  – che il Gruppo risulta così forte e compatto. Le sinergie e le competenze delle persone permettono di affrontare le sfide del presente e trasformarle in opportunità future, ad esempio attraverso lo sviluppo continuo dei nostri prodotti e prestando sempre attenzione alle tematiche che tutelano l’ambiente e la salute dell’individuo».

L’Amministratore Delegato ha poi accompagnato il Sindaco in tour guidato nel sito produttivo dello stabilimento WPB. «Ho potuto vedere  di persona – ha commentato Ballarè – i numerosi investimenti compiuti che hanno permesso di mantenere negli anni ed incrementare la capacità occupazionale dell’azienda fino a quella attuale». «Anche in questa tappa del mio percorso tra le eccellenze produttive novaresi – ha concluso il sindaco – ho avuto modo di constatare quanto, pur in un momento generale di difficoltà, il territorio sappia esprimere vertici grande vitalità, che rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per tutto il sistema».




VI GIORNATA NAZIONALE DI AISLA: RACCOLTI AD OGGI PIU’ DI 170.000 EURO

Grande successo per la campagna di raccolta fondi “Un contributo versato con gusto” diAISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, che domenica 29 settembre ha celebrato la VI Giornata nazionale sulla SLA: in 120 piazze italiane i volontari hanno offerto, a fronte di un piccolo contributo, una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCGcreata per l’occasione in edizione limitata. La giornata ha ricevutol’alto patronato del Presidente della Repubblica e dell’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, e del Comune di Milano, e si è svolta in collaborazione con la Camera di Commercio di Asti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, il Comune di Asti e il Consorzio Tutela Vini di Asti e del Monferrato. Grazie alla generosità degli Italiani che hanno sostenuto nelle piazze la campagna “Un contributo versato con gusto” e che hanno donato attraverso l’SMS sono stati raccolti ad oggi più di 170.000 euro. I fondi raccolti nelle piazze saranno interamente utilizzati da AISLA per finanziare il progetto “Operazione Sollievo” che nasce con il principale obiettivo di alleviare concretamente le sofferenze dei malati che si trovano a convivere ogni giorno con una malattia fortemente invalidante come la SLA.

 

Volontari aisla il 29 settembre a Novara

Il progetto prevede sostegno economico, supporto per la gestione del malato tra le mura domestiche e fornitura di strumenti utili a migliorare la qualità della vita.Fino al 6 ottobre sarà inoltre possibile continuare a sostenere AISLAinviando un SMS di 2 euro al 45502 da tutti i cellulari Tim, Vodafone,Wind, Tre, Poste Mobile, CoopVoce e Noverca, di 2 euro chiamando da rete fissa TWT e di 2 o 5 euro chiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb. I fondi raccolti con l’sms andranno a sostenere un progetto di ricerca della Fondazione AriSLA finalizzato a testare gli effetti della molecola “morfolino” su modelli animali affetti da SLA.

I volontari che hanno operato il 29 settembre presso lo stand di Via  Rosselli a Novara (di cui a fianco una fotografia)  hanno esaurito tutte le 96 bottiglie di vino solidale a disposizione raccogliendo un totale  di 1.025 euro.

Domeina prossima si svolgeranno ancora  eventi di raccolta fondi nelle piazze di:

  • Piombino, Piazza Verdi – 6 ottobre
  • Rimini, Piazza Tre Martiri – 6 ottobre
  • Pistoia, Piazza Giovanni XXIII (di fronte all’ingresso dell’ospedale del Ceppo) – 6 ottobre
  • Asti, Piazza San Secondo – 6 ottobre
  • Firenze, Piazza Santa Croce – 6 ottobre
  • Gallarate, Piazza Libertà – 19 ottobre

 

È possibile richiedere le bottiglie di Barbera d’Asti DOCG, e continuare così a sostenere AISLA, mandando una e-mail all’indirizzo info@aisla.itPer conoscere il ricavato finale delle iniziative di raccolta fondi visitare il sito di AISLA www.aisla.it.

 

AISLA Onlus nasce nel 1983 con l’obiettivo di diventare il soggetto nazionale di riferimento per la tutela, l’assistenza e la cura dei malati di SLA, favorendo l’informazione, la ricerca e la formazione sulla malattia e stimolando le strutture competenti a una presa in carico adeguata e qualificata dei malati. L’Associazione attualmente conta 58 rappresentanze territoriali in 19 regioni italiane e 1636 soci grazie al lavoro di oltre 200 volontari e di 8 collaboratori.

 




NOVARA : Creatività in città

Non si é ancora spenta l’eco del successo della giornata di avvio di Creativicittà, sabato in centro. Successo certificato dai numeri. Alle 2 postazioni di serigrafia del Dipartimento di educazione del Castello di Rivoli in Piazza Duomo sono stati realizzati un totale di 500 serigrafie, di cui 180 con acrostici sulla parola Novara.
Alla postazione del laboratorio coordinato da Corrado Bonomi son stati realizzati 340 ricci e 60 lucciole.
Alle letture con il piccolo teatro d’immagini kamishibai, nel giardino di Palazzo Natta sono state registrate un totale di 350 presenze
Ai due incontri con Bruno Tognolini 160 presenze. Per lo spettacolo concerto per orecchie piccole con i Quintorigo e Adriana Zamboni sono stati registrati un totale di circa 600 presenze.
Per lo spettacolo teatrale Aquarium sono state registrate un totale di 300 presenze. Per il concerto dei Quintorigo sono state registrati circa 400 spettatori di cui molte famiglie con bambini




VAJONT 50: il Requiem di Verdi con il Coro Lirico Aurea di Parma e l’Orchestra Carlo Coccia di Novara

La musica ritorna sui luoghi del Vajont come la forma d’arte più adatta per celebrare il più grande “disastro evitabile” nella storia della nostra Repubblica e per mantenere vivo il ricordo di quel doloroso momento. Dopo il suggestivo concerto del pianista Remo Anzovino sulla Diga del Vajont dello scorso 15 settembre, le celebrazioni del cinquantenario della diga del Vajont proseguono con la struggente e drammatica Messa di Requiem di Giuseppe VerdiL’eccezionale evento culturale, a ingresso libero fino a esaurimento dei posti, offerto dalla Fondazione Cariverona, si terrà domenica 6 ottobre (inizio ore 18.30) nella Chiesa Arcipretale di Longarone (BL) ed è organizzato dal Comune di Longarone in collaborazione con la Fondazione Vajont sotto la direzione artistica diDiego  Mattiello.La scelta di eseguire la Messa di Requiem di Giuseppe Verdi, nella terra dove vennero strappate molte vite inermi e dove le cicatrici sono ancora evidenti,rappresenta un modo speciale e autentico, un gesto dovuto per ricordare e onorare la memoria di quanti hanno perso la vita in una tragedia “evitabile” causata dall’uomo.

Coro-Lirico-Aurea-di-Parma-e-Orchestra-Sinfonica-Carlo-Coccia-di-Novara

L’opera verdiana, in particolare, è una delle più potenti, complesse e struggenti rappresentazioni musicali dello spaesamento dell’uomo di fronte al mistero della morte e dell’aldilà. Un’opera che si contraddistingue per l’impressionante sapienza armonica, genialità melodica e potenza espressiva. Il concerto, come ha sottolineato il sindaco di Longarone, Roberto Padrin, “è un evento culturale di eccezionale valore e prestigio che offriremo alle nostre comunità colpite dalla tragedia del 1963 e non solo, ma anche a quanti amano la musica e gradiranno potervi assistere”.

La scelta proprio dell’opera verdiana, inoltre, è un tributo che gli organizzatori hanno voluto rivolgere a un’altra importante ricorrenza ovvero quella dei duecento anni dalla nascita dell’impareggiabile artista e compositore che ha segnato la storia d’Italia.

 

A Longarone, il Requiem sarà interpretato da quattro illustri cantanti: Giovanna Donadini soprano, Raffaella Vianello mezzosoprano, Danilo Formaggia tenore eAntonio De Gobbi basso accompagnati da due delle più importanti realtà musicali classiche italiane, ovvero il Coro Lirico Aurea di Parma diretto dal maestroEmiliano Esposito e l’Orchestra Sinfonica del Teatro “Carlo Coccia” di  Novara, il tutto sotto la direzione del Maestro Renato Berretta.

Giovanna Donadini soprano, ha calcato con successo i palcoscenici dei più grandi e prestigiosi teatri italiani ed esteri esibendosi sotto la direzione di grandi direttori d’orchestra come Riccardo Muti, Claudio Abbado, Semyon Bychkov, Zubin Metha, Roberto Abbado e molti altri. Ha prediletto il repertorio settecentesco e collabora da oltre vent’anni con il maestro Renato Beretta, con il quale ha esplorato gran parte del repertorio di musica sacra.

Raffaella Vianello mezzosoprano, con il repertorio sacro sinfonico si è imposta all’attenzione di pubblico e critica eseguendo nel corso degli anni composizioni di grande impegno e complessità. Ha preso parte a tournée in Terra Santa e in Siria; nel 2009 nella Basilica di S. Marco a Milano ha eseguito la 3° sinfonia di Mahler con l’orchestra del conservatorio di Parigi.

Danilo Formaggia tenore, una brillante carriera internazionale che lo ha visto esibirsi nei principali teatri italiani ed esteri. Ha preso parte a diverse prime esecuzioni assolute di opere contemporanee come Poesie di Puccini con musiche di Franco Mannino, Il fantasma della cabina di Marco Betta, La Bella e la Bestia di Marco Tutino, La Tempesta con musiche di Henry Purcell/Carlo Galante.

Antonio De Gobbi basso, riconosciuto per la sua versatilità e interpretazione musicale e drammatica nel repertorio operistico, collabora con i più importanti registi e direttori d’orchestra della scena italiana e internazionale. Ospite del Teatro alla Scala per diverse stagioni ha affrontato, tra gli altri, Rigoletto e Traviata sotto la direzione di Riccardo Muti.




NOVARA

Obiettivo città pulita con Legambiente

Puliamo il mondo compie ventun anni. L’iniziativa, organizzata da Legambiente per promuovere la cura degli spazi cittadini, torna anche a Novara. «Un momento che coinvolge sempre più bambini delle scuole novaresi», spiega Marzia De Marchi, presidente di Legambiente Novara. Saranno 1600 gli studenti partecipanti alla giornata di venerdì 27 settembre, all’interno di giardini o nei parchi adiacenti le scuole. Per i più grandi l’appuntamento è quello di sabato 28, quando dalle 9 partirà un percorso di pulizia per le vie del centro.

    Nello stesso giorno corpo Forestale e Amici della Bici organizzano la pedalata pomeridiana, per fotografare le aree degradate della città.

Le chiavi della città alla creatività

 

Partecipazione e creatività. Queste le parole d’ordine di Creativicittà, da sabato 28 settembre. Un progetto promosso da Comune di Novara in collaborazione con Fondazione Cariplo, che promuove la crescita quantitativa e qualitativa del pubblico culturale novarese. «Vogliamo accompagnare le famiglie alla riscoperta del valore creativo – commenta l’assessore Paola Turchelli – proponendo momenti di cultura adatti alle varie fasce d’età». Partner dell’iniziativa la Fondazione Teatro Coccia e la Cooperativa Dedalo. Nella stessa giornata di sabato si apre la quarta edizione della Notte del Sacro. Apertura notturna delle chiese del centro, iniziative culturali e visite guidate. Info: www.progettotanzio.it e ATL allo 0321/394059.

 

  da NOVARANET www.comune.novara.it

 




NOVARA 20 E 21 SETTEMBRE “Juggling Day”

Questa mattina i protagonisti di “Juggling Day” , il festival delle arti di strada promosso nell’ambito del progetto “Circolando” dall’associazione La Ribalta (in calendario oggi e domani all’Istituto Comprensivo Pier Lombardo), tra cui un gruppo di giovani artisti provenienti da Exeter, in Gran Bretagma, sono stati ricevuti a in municipio dagli assessori all’istruzione Margherita Patti, alla cultura, Paola Turchelli e alle politiche giovanili Sara Paladini, con l’assessore alla cultura della Provincia di Novara Alessandro Canelli.
Dopo una breve visita al palazzo municipale i ragazzi sono saliti alla Cupola di San Gaudenzio

 

DAL CORRISPON DENTE




28 settembre Nuovaria a Novara con Creativicittà.


Prende l’avvio sabato 28 settembre, con una grande festa per le famiglie, il progetto “CREATIVIcitTA’ – Nuovi percorsi per nuovo pubblico”, che per 12 mesi accompagnerà le famiglie novaresi alla riscoperta del proprio potenziale creativo. Il progetto presentato dal Comune di Novara e risultato vincitore del bando di Fondazione Cariplo “Avvicinare nuovo pubblico alla Cultura”, ha tra i suoi obiettivi principali:

  • favorire la crescita quantitativa del pubblico e la sua formazione attraverso la realizzazione di percorsi educativi e di avvicinamento alla cultura rivolti a target specifici, caratterizzati da bassi livelli di consumo e di produzione culturale;
  • mettere a disposizione dei diversi pubblici iniziative formative/educative eterogenee, studiate per essere di facile accesso e comprensione da parte dei loro fruitori;
  • ridurre le barriere (economiche, sociali, culturali, di orario) che ostacolano l’accesso alle offerte culturali;
  • far dialogare ed interagire pubblici diversi attraverso la partecipazione a momenti di incontro condotti secondo le tecniche dell’animazione socio-culturale.

I partner del progetto sono: la Fondazione Teatro Coccia e la Cooperativa Dedalo.

Tema delle attività previste dal progetto fino a luglio 2014 è “Nuovaria – storia della fondazione di una città in aria”.  La prima iniziativa del progetto è  quindi una grande festa di avvio che si terrà nelle strade e nelle piazze del centro storico sabato 28 settembre, con laboratori didattici, racconti, concerti e spettacoli rivolti principalmente a bambini e famiglie, ma anche a tutti quegli adulti che tengono vivo il bambino che hanno dentro. Si inizierà alle 10.00 con letture per bambini attraverso il  Kamishibai, piccolo teatro giapponese d’immagini, e con i laboratori didattici coordinati dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e da Corrado Bonomi, artista novarese, che dureranno fino alle 17.30. Nel pomeriggio due incontri con lo scrittore e poeta Bruno Tognolini rivolti uno ai bambini e uno agli adulti, uno speciale concerto per bambini con i Quintorigo e l’attrice Adriana Zambomi, per chiudere alla sera con lo spettacolo teatrale per bambini Aquarium a cura della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, e con il concerto dei Quintorigo. Tutti gli eventi saranno ad ingresso gratuito e costituiranno solo la prima parte di un progetto che, come dice la coordinatrice Marta Visca “è molto articolato e nei prossimi mesi coinvolgerà: i bambini delle scuole materne, primarie e secondarie, le famiglie, i giovani e gli adulti.

Il coordinatore artistico Enrico Trevisan ha seguito gli autori chiamati ad animare questo primo appuntamento, scegliendoli accuratamente per le loro doti artistiche e per la loro capacità di emozionare e coinvolgere adulti e bambini, “dobbiamo pensare all’educazione artistica, come a una sorta di processo cognitivo al pari dell’alfabetizzazione”.

Soddisfatta anche Paola Turchelli, assessore alla Cultura del Comune di Novara, “Con questa iniziativa poniamo un’ulteriore tassello del progetto culturale cittadino, nel segno di una cultura in senso ampio, capace di parlare ai grandi e ai piccini, capace di portare a Novara la scienza, il teatro, la musica, ma anche laboratori di animazione e fantasia per aiutare ogni cittadino a scoprire il proprio lato artistico e a gustare il piacere di stare insieme”.

Il programma completo del progetto sarà disponibile a breve sul sito www.creativicitta.it , che sarà attivo dal prossimo venerdì con tutte le informazioni sulla festa d’avvio e i suoi autori.




NOVARA IL SINDACO IN VISITA AL GRUPPO COLINES DI NIBBIA

Ha fatto tappa lunedì a Nibbia, nei due stabilimenti del Gruppo Colines, il giro del sindaco di Novara Andrea Ballarè che sta incontrando le principali aziende che operano sul territorio novarese. Colines è un gruppo industriale fondato nel 1973 che progetta e costruisce impianti di estrusione di materie plastiche per imballaggio con una modernissima tecnologia detta cast e blown. Il gruppo comprende quattro stabilimenti, dei quali due in provincia di Novara, a NIbbia e a Cameri. Il sindaco Ballarè è stato accompagnato nella visita dall’amministratore delegato del gruppo, Eraldo Pecetti e da alcuni dirigenti. «Questa realtà industriale – ha commentato il sindaco – è un altro significativo esempio di capacità imprenditoriale, di lungimiranza e di coraggio. Colines è una azienda che esporta, che sviluppa progetti di ricerca e che assume: un modello da seguire per superare  le difficoltà congiunturali e dare fondamento al futuro».

Il sindaco ha visitato i diversi reparti dell’unità produttiva di Nibbia, ed ha potuto apprezzare anche la qualità architettonica dello stabilimento. «Trovo molto significativo – ha aggiunto Ballarè – che questa azienda, come mi è stato illustrato, abbia sviluppato forti sinergie con aziende del territorio, penso ad esempio al gruppo Igor, delle quali è diventata fornitore, realizzando importanti risultati con reciproca soddisfazione. Un modello di rete davvero apprezzabile». «La presenza di realtà industriali di eccellenza come questa – ha concluso Ballarè – guidate da imprenditori che non hanno paura di guardare oltre i confini non può che essere motivo di ottimismo e di speranza in vista della ripresa complessiva dell’economia novarese»




IL SABATO DI PROVINCIA CRONICA

 

Il 28 settembre a Cerano si svolgerà la seconda edizione di IL SABATO DI PROVINCIA CRONICA, il festival gratuito di musica e cose buone che quest’anno ha scelto come filo conduttore il tema dell’indipendenza: 15 proposte culturali che spaziano dalla musica ai prodotti tipici, passando per la letteratura e le attività per bambini. L’appuntamento è a Cerano (a pochi minuti da Novara e Milano) nel teatro della Sala Crespi e nel giardino circostante, dove le varie iniziative si susseguiranno dalle 15 fino a dopo mezzanotte (i concerti iniziano puntuali alle 21). IL SABATO DI PROVINCIA CRONICA è organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Cerano e dall’associazione Asap – As Simple As Passion con Balla coi cinghiali. Provincia cronica coinvolge attivamente la popolazione, invitata ad ospitare gli artisti (per aderire info@asapfanzine.it) e promuove la  differenziata, utilizzando 100% materiali riciclabili. NEL POMERIGGIO, dalle 15, si parte con le attività per i bambini: la fattoria didattica e il laboratorio di fumetto realizzato da Anna Pusinanti dedicato al ritorno del cervo volante, un insetto verso il quale è in corso un progetto di ripopolamento. 

La locandina dell’evento

Dalle 16 alle 18 si svolgerà la premiazione del concorso Provincia cronica con la partecipazione di autori emergenti da tutta Italia che si confronteranno e leggeranno i propri elaborati sorseggiando un aperitivo alla riscoperta delle bevande di un tempo: chinotto igp della provincia di Savona, cedrata, infuso di rosa canina e birre aromatizzate saranno le protagoniste di questo momento di approfondimento che vedrà anche la presentazione del progetto editoriale di Balla coi cinghiali, ovvero la casa editrice Beltempo edizioni che presenterà un e-book che raccoglie i racconti delle precedenti edizioni di Provincia cronica. Sempre nel pomeriggio arte in real time: Gabriele Bianchi, Luca Borchio e Daniela Di Nunno realizzeranno sul posto opere di pittura, scultura e pirografia che in serata saranno poi esposte all’interno del teatro, insieme alle foto inviate dai partecipanti a Provincia cronica e ad alcuni scatti di Martina Colonna.IN SERATA sarà possibile mangiare in loco (dalle 18 alle 21.30) degustando i piatti tipici novaresi e non solo preparati da Charlie della Trattoria dei pescatori.  Dalle 21, puntualissimi, inizieranno i concerti all’interno del teatro della Sala Crespi, con nell’ordine Daniele Celona, Albedo e Umberto Maria Giardini (aka Moltheni), tutti in formazione elettrica. UN’ANTEPRIMA IL 20 e 21 SETTEMBRE – Venerdì 20 e sabato 21 settembre, in serata, in piazza Crespi a Cerano andrà in scena una anteprima musicale di IL SABATO DI PROVINCIA CRONICA con una due giorni dedicata alle band ceranesi che avranno modo di suonare in apertura alla band modenese Piccoli Omicidi, sul palco venerdì sera. Anche in questo caso la manifestazione è a ingresso libero.

Corrispondenza da Novara