C’era una volta la naja Libreria Lazzarelli 25 gennaio

 

C’era una volta la naia:

in un libro i ricordi del novarese Edoardo Torre

 

Appuntamento in Lazzarelli-Galleria questo venerdì per riscoprire un’istituzione e rito di passaggio per molti giovani che oggi manca

Venerdì 25 gennaio alle ore 18 il noto artista novarese Edoardo Torre, ormai ultranovantenne, presenterà nell’Outlet del Libro della libreria Lazzarelli (Galleria) il libro C’era una volta la naia(Il Piccolo Torchio, pp. 144, euro 12), con Marco Carpani e diversi ospiti. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

In C’era una volta la naia Edoardo Torre racconta la sua giovinezza trascorsa tra Accademia Militare ed esercito, un corpo organico di situazioni a volte divertenti, a volte difficili, ma vive e singolari, raccontante con leggerezza e ironia e che permettono al lettore di conoscere l’animo dell’autore nonché molti aspetti di un’istituzione che oggi non c’è più: il servizio militare obbligatorio, la cosiddetta “naja”.




NOVARA: ATTIVITA’ SETTIMANALI ALLA BIBLIOTECA CIVICA “NEGRONI”

Proseguono le attività organizzate settimanalmente alla Biblioteca civica “Negroni”.

Il 16 gennaio, alle 14.30, in sala “Genocchio”, letture letture nell’ambito del progetto “Io amo leggere”.

Alle 16 del 17 gennaio, in sala “Genocchio”, per i “Giovedì letterari in biblioteca”, “Alla scuola della pace con la Comunità di S. Egidio”, libroforum a cura di Giovanni Ibertis su “Alla scuola della pace. Educare i bambini in un mondo globale”, con Mario Armanni. Seguirà alle 18, sempre per i “Giovedì letterari in biblioteca”, “Claudio Magris e i forni crematori”, sconfinamenti tra storia e letteratura a cura di Anna Cardano su “Non luogo a procedere” di Claudio Magris.

Il 20 gennaio alle 15,30, in sala “Genocchio”, presentazione della fiaba “Il Miracolo delle Rose. La leggenda di San Gaudenzio e di Sant’Ambrogio” di Marina Cremonini e laboratorio per i bambini di Gabriella De Paoli.

 




NOVARA: METTEVI L’AMORE SOPRA OGNI COSA: DE ANDRE’ 9-13 gen. 2019

METTEVI L’AMORE SOPRA OGNI COSA – PAROLE E MUSICA

INTORNO A FABRIZIO DE ANDRÈ”

TERZA EDIZIONE

NOVARA

9-13 GENNAIO 2019

Al Palasport Dal Lago concerto evento con ospite il grande Eugenio Finardi

L’11 gennaio 2019 ricorrerà il ventesimo anniversario della morte di Fabrizio De André. Per ricordare e celebrare il grande cantautore genovese Lilt Novara Onlus, Comune di Novara, i Lions Club e i Leo Club del territorio, insieme al Circolo dei Lettori e Fondazione Castello di Novara, organizzano la terza edizione di “Mettevi l’amore sopra ogni cosa – Parole e musica intorno a Fabrizio De Andrè”. Si tratta di una serie di eventi dedicati  alla figura e alla musica di Fabrizio De Andrè che si svolgeranno a Novara tra mercoledì 9 e domenica 13 gennaio 2019.

Questo il programma nel dettaglio.

Mercoledì 9 gennaio alle ore 21 nel Salone dell’Arengo del Broletto l’autore Luigi Viva presenta il suo libro “Falegname di parole – Le canzoni e la musica di Fabrizio De André” (Feltrinelli Editore). Un incontro fatto di parole e immagini con accompagnamento musicale dal vivo. Questo evento-anteprima è organizzato dal Circolo dei Lettori di Novara. L’ingresso è libero.

Venerdì 11 gennaio alle ore 18 inaugurazione della mostra in ricordo Fabrizio De André allestita al Castello Visconteo Sforzesco di Novara (spazio espositivo ala ovest piano -1). Per la prima volta saranno esposti al pubblico nastri originali, lacche, provini, matrici e dischi autografati accompagnati da una rassegna di immagini per un viaggio nella memoria attraverso un percorso capace di attrarre ed emozionare diverse generazioni di pubblico. In esposizione anche alcuni scatti fotografici dell’artista realizzati da Guido Harari che sarà presente all’inaugurazione e alla serata che seguirà.

La Fondazione Fabrizio De André, che patrocina l’intero progetto, metterà inoltre a disposizione un mandolino genovese creato a mano appositamente per Fabrizio De Andrè, mai esposto prima, e appartenente al patrimonio personale di Dori Ghezzi. L’esposizione sarà visitabile sabato 12 gennaio dalle 10 alle 19 e domenica 13 gennaio dalle 10 alle 18. L’ingresso è a offerta libera a favore di Lilt Novara Onlus.

Sempre l’11 gennaio alle ore 21 nella Sala incontri del Castello (ala ovest piano 1) “Serata di musica e parole”. Fabrizio De André sarà ricordato attraverso le parole di chi lo ha conosciuto e frequentato per molto tempo come il fotografo Guido Harari, il critico musicale novarese Riccardo Bertoncelli, il noto regista novarese Paolo Beldì e Franz Di Cioccio, voce, batterista e fondatore della PFM che accompagnò De André in una storica tournée nel 1978. Le parole si alterneranno alla musica di Giuseppe Cirigliano che coinvolgerà ospiti e pubblico interpretando le canzoni di De André. L’ingresso è a offerta libera a favore di Lilt Novara Onlus.

Sabato 12 gennaio alle ore 21 al Pala Dal Lago “Novara canta De André”, concerto evento con gruppi musicali locali e ospiti d’eccezione, primo fra tutti il grande Eugenio Finardi. Proprio al palazzetto di viale Kennedy si esibì lo stesso De André nel 1979. Sul palco saliranno i più grandi interpreti della musica novarese: dalle note a sfondi psichedelici di Raffaele Fiore (Flos) alla grande professionalità di Antonio Costa Barbè, per proseguire con alcuni dei gruppi d’attualità, tra cui Rama e Kuda, ad interpretare ognuno secondo la propria sensibilità la poesia in musica del cantautore genovese. Come detto è prevista la partecipazione straordinaria di Eugenio Finardi, che renderà la serata davvero unica e imperdibile. Ingresso poltrone parquet € 20, tribuna e gradinate € 15. Il ricavato andrà a favore di Lilt Novara Onlus.

Infine venerdì 11, sabato 12, domenica 13 gennaio risuoneranno per le vie del centro di Novara le canzoni di Fabrizio De Andrè.

L’intero ricavato delle iniziative sarà devoluto al progetto di Lilt Novara Onlus “Il Raggio” per  il sostegno psicosociale ed economico ai malati di cancro e ai familiari.




Concerti di Natale in provincia di Novara

Concerto di Natale

Il prossimo 15 dicembre alle 21 presso la chiesa di Sannazzaro della Costa di Novara si terrà il tradizionale Concerto di Natale: il Coro Cai “Città di Novara” ospita il Coro ANA Stella Alpina di Berzonno (No).

«Quando pensiamo all’atmosfera natalizia, immediatamente immaginiamo luci, colori e musica. In particolare la musica ci rimanda al canto, come esperienza corale di condivisione e di festa. Il Coro C.A.I. “Città di Novara” ci propone una nuova iniziativa che si sposa perfettamente con questo periodo dell’anno. Da un lato avremo, appunto, un’esibizione classica di questo momento speciale e particolare. Dall’altro ci sarà invece, ancora una volta, un’occasione di valorizzazione della tradizione e della cultura popolare proprie del nostro territorio. Un insieme, questo, che unirà ulteriormente il pubblico che avrà occasione di essere presente al “Concerto di Natale”. Penso che questa sia un’occasione, un modo, bellissimo, di farsi gli auguri e di riconoscersi nei valori della nostra terra, ma anche di chiudere in bellezza un anno che ha visto numerose e splendide esibizioni del nostro Coro C.A.I. “Città di Novara”, che da quasi ottant’anni è uno dei migliori interpreti della nostra identità e del comune “sentire”».

Questo il messaggio del Sindaco di Novara, Alessandro Canelli, in occasione della presentazione del concerto di Natale organizzato dal Coro Cai Città di Novara con il Coro ANA Stella Alpina di Berzonno (No): il prossimo 15 dicembre alle 21 presso la chiesa di Sannazzaro della Costa (v.le Curtatone, 46) i due cori proporranno un repertorio classico dei canti popolari e religiosi della tradizione natalizia, con alcuni bis.

Questi i brani che saranno eseguiti durante il concerto:

Coro Cai “Città di Novara”, direttore Sergio Ferrara

O Sanctissima Arm. Renato Dionisi
Montagnes Valdotaines Arm. Teo Usuelli
Natu natu Nazarè Arm. Lino Liviabella
Senti ‘l martelo Arm. Renato Dionisi
I tre Re dell’oriente Arm. L. Pigarelli

Varda la luna Arm. L. Pigarelli

Dormi dormi bel bambin Arm. G. Veneri
Son Morti per la patria Arm. Giorgio Federico Ghedini
Oh felice oh chiara notte Arm. R. Dionisi

Coro ANA Stella Alpina di Berzonno (No), direttore Patrizia Paracchini

La cansson d’ij coscritt piemontes G. Gastaldi – R. Cuconato

O fiette feje ‘n basin G. Uvire

Oh Montagne G. Malatesta

Ave Maria M. Marelli

Stille nacht G. Uvire

Un canto per te G. Uvire

La ballata del soldato G. Uvire

Nenia di Gesù Bambino G. Uvire

La Stella di Natale L. Pietropoli

Si ringraziano tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della serata.

Informazioni sui Cori:

Coro Cai Città di Novara

Il Coro C.A.I. “Città di Novara” da sempre ha fatto proprio il compito di tramandare, con il canto, un insieme di valori nati dal popolo che ha espresso in musica intensi attimi di vita. Brani d’amore, dolore, gioia, che rappresentano il racconto di antiche quotidianità, riproposte attraverso un messaggio musicale di oggettivo valore che riesce in ogni caso, sia il canto allegro o triste, scherzoso o serio, a ricercare quel senso di reli-giosità naturale che è proprio della gente. Le radici della nostra cultura affondano in queste memorie, un patrimonio da difendere e trasmettere alle generazioni future affinchè i sentimenti narrati non siano parole prive di senso, ma stimoli di vita. Il Coro C.A.I. “Città di Novara” è stato fondato nel 1951.

Coro ANA Stella Alpina di Berzonno (No)

Fondato nel 1970 per volontà di alcuni amici amanti del canto, Alpini da sempre collegati con la Sezione Cusio – Omegna, il Coro Ana Stella Alpina di Berzonno è divenuto nel tempo la formazione corale del Cusio, rappresentante anche la Sezione Alpini grazie alla presenza costante alle adunate Nazionali, ai Raduni di Raggruppamento e alle manifestazioni A.N.A. Sempre attivo sul territorio, il Coro organizza, dal 1978, la “Rassegna di canti popolari in onore di S. Cecilia” ed è anche promotore, dal 1993, della “Rassegna Cori A.N.A. Memorial Cap.no Oglina Giacinto”, ricordando la battaglia di Nicolayewka e in memoria del Presidente della Sezione “Andato Avanti” nel 1992. Ha partecipato a numerose rassegne e concorsi in varie località del Nord e dell’Italia centrale; all’estero si è esibito in Svizzera, in Francia, e in Belgio. Tanti i concerti durante i quali i coristi hanno espresso con il canto le tradizioni locali, le gesta degli Alpini, le bellezze del territorio e della sua gente. Dei numerosi servizi sono da ricordare l’esibizione all’auditorium del Teatro Arcinboldi di Milano, i concerti all’Arena di Verona, e la partecipazione a varie trasmissioni televisive. Il 20 dicembre 1974 il Coro è stato insignito dell’Ambrogino d’oro; nel 25° di fondazione ha inciso la sua prima musicassetta, per il 40°anniversario il CD intitolato “Romantico Cusio” e, infine, in occasione del 45° Anniversario, è stato inciso il CD intitolato “La nostra Storia… continua”. Il Coro esegue canti degli Alpini, di montagna, brani legati al folklore nazionalpopolare e canti d’autore, oltre a brani per l’animazione delle S. Messe. Da qualche tempo, per non abbandonarli, si sono aggiunti nel repertorio canti unici, che riguardano il Cusio e le terre a cornice dei laghi d’Orta e Maggiore, impegnando il Coro a fare vera e propria cultura del canto popolare e alpino, testimone della tradizione e narratore delle storie dei nostri avi. Nel 2014 è stato realizzato un progetto musicale con Dario Baldanbembo, registrando l’inedito brano “Penso alpino”, che riassume tutta la ricchezza dei valori alpini.

Il Coro Stella Alpina è stato diretto dal 1970 al 2012 dallo storico Maestro e Alpino Carlo Poletti, “Carlin”; Patrizia Paracchini ne è diventata direttore artistico dal 2015, mentre il Presidente del coro è il Ten. Andrea Francioni, già Presidente della sez. A.N.A. Cusio – Omegna fino il 2014. L’organico attuale è di circa ventic




Novara: LA CANONICA”: QUARANT’ANNI DI VALORIZZAZIONE DELL’ARTE DEL TERRITORIO

Il sindaco Alessandro Canelli e l’assessore alla Cultura Emilio Iodice evidenziano <<il merito che il Centro culturale d’arte “La Canonica” ha avuto in questi quarant’anni: mettendo a disposizione i propri spazi espositivi, questa preziosa realtà novarese ha contribuito alla valorizzazione dell’arte del nostro territorio. Gli artisti che hanno “vissuto” il Centro culturale, come fondatori o anche come semplici amici e sostenitori, hanno trovato in questa sede un modo per farsi conoscere e per far conoscere la vivacità creativa della nostra città ed è proprio per questo che l’Amministrazione ha voluto patrocinare e collaborare alla mostra legata all’importante ricorrenza. L’esposizione celebrativa dei quarant’anni vedrà, nel salone dell’Arego del Broletto, la presenza di circa settanta opere tra pittura, scultura, installazioni e fotografie, opere di quanti hanno transitato negli spazi de “La Canonica”, contribuendo a renderla un’importante interlocutore per la nostra città, ruolo che auguriamo possa mantenere anche per il futuro, continuando a “fare” cultura e a essere veicolo di crescita per  Novara>>.

 




Il prossimo 13 ott. la chiesa di San Francesco Novara -il Coro Cai “Città di Novara” ed il Coro Monte Cauriol di Genova alla 28^ edizione Incontro Cori.

Il prossimo 13 ottobre alle 21 presso la chiesa parrocchiale di San Francesco (via Lualdi 21, – Novara), il Coro Cai “Città di Novara” e il  insieme per la 28esima edizione dell’Incontro Cori.

Il “Coro C.A.I. Città di Novara” è una ricchezza per Novara e per il Novarese, un patrimonio che è, in tutti i sensi, corale espressione di una comunità territoriale e che resta, con il passare degli anni, capace di continuare a emozionare chi ha la fortuna di ascoltarlo. In occasione della 28esima edizione della manifestazione “Incontro Cori”, in programma per il prossimo 13 ottobre alle 21 presso la chiesa parrocchiale di San Francesco a Novara (v. Lualdi, 21), ormai sede consolidata dell’importante rassegna di canto corale, il Coro Cai “Città di Novara” ospita il Coro Monte Cauriol di Genova. Un repertorio classico e qualche bis d’eccezione per una serata all’insegna dele tradizioni popolari e del ricordo della Grande Guerra.

Ecco in dettaglio il programma del concerto, che sarà accompagnato da sugestive immagini:

PRIMO TEMPO

Introduzione del Coro Cai “Città di Novara”, direttore Sergio Ferrara

Era SeraArm. Ferrara

Monte CaninoArm. Pigarelli

Sul ciastel de Mirabel Arm. Pigarelli

Coro Monte Cauriol

Al reggimentoArm. Cauriol

La cieseta de Transacqua Gleria – Arm Cauriol

Bevè bevè compare Arm. Cauriol

Senti cara Nineta Arm. Cauriol  

La canzone del GrappaArm. Cauriol

Tabachina Arm. Cauriol  

SECONDO TEMPO

Montagnes ValdotainesArm. Cauriol

Son tanti, son mille Arm. Dodero

Alpini in montagnaArm. Cauriol

La laine des moutonsArm. Cauriol

MaremmaArm. Cauriol

Il magnanoArm. Cauriol

Genta amiaArm. Cauriol

Done done, vecie veciePedrotti – rielab.Cauriol

La marcia d’j coscrittGastaldi – Cuconato  Arm.Cauriol

Coro Cai Città di Novara

Il Coro C.A.I. “Città di Novara” da sempre ha fatto proprio il compito di tramandare, con il canto, un insieme di valori nati dal popolo che ha espresso in musica intensi attimi di vita. Brani d’amore, dolore, gioia, che rappresentano il racconto di antiche quotidianità, riproposte attraverso un messaggio musicale di oggettivo valore che riesce in ogni caso, sia il canto allegro o triste, scherzoso o serio, a ricercare quel senso di reli-giosità naturale che è proprio della gente. Le radici della nostra cultura affondano in queste memorie, un patrimonio da difendere e trasmettere alle generazioni future affinchè i sentimenti narrati non siano parole prive di senso, ma stimoli di vita. Il Coro C.A.I. “Città di Novara” è stato fondato nel 1951.

Coro Monte Cauriol di Genova

Il Coro Monte Cauriol nasce nel 1949 a Genova ad opera di alcuni studenti della Facoltà di Ingegneria che, appassionati di montagna e di canti alpini, si riunivano a cantare le canzoni già rese note dal Coro della SAT di Trento, capostipite di questo genere musicale. Nel 1950 inizia l’attività ufficiale con il primo concerto. Il coro prende nome dal Monte Cauriol sulla catena dei Lagorai, nella trentina Val di Fiemme, montagna conosciuta non tanto per la sua rilevanza alpinistica quanto per la sua importanza strategica durante la I Guerra mondiale e per la canzone che ispirò gli Alpini che lì combatterono.  Con il passare degli anni, grazie ad un metodico lavoro di ricerca, il coro diretto con stile inconfondibile da Armando Corso è andato formandosi un repertorio autonomo inizialmente costituito da canti di montagna e degli Alpini, e progressivamente ampliato fino a comprendere, ad oggi,  oltre 230 pezzi. Questo patrimonio musicale si è costituito sulla base di armonizzazioni per la massima parte dovute allo stesso Armando Corso, ma anche al Maestro Agostino Dodero, da sempre estimatore e collaboratore del Coro, e più recentemente, a Massimo Corso, figlio di Armando. Negli anni ’60 il Coro ottiene significativi riconoscimenti dalla critica e viene invitato dalla RCA italiana ad incidere il proprio repertorio su otto LP. Tra il 1990 e il 2003 il Coro incide 6 nuovi CD, tra cui si segnalano “Per terre assai lontane – canti di emigrazione”, pubblicato in occasione di “Genova Capitale europea della Cultura per il 2004” e “Daghela avanti un passo… – canti del Risorgimento” pubblicato nel 2007 in occasione delle celebrazioni Garibaldine e Risorgimentali svoltesi a Genova. Il coro ha all’attivo oltre 1200 concerti con esibizioni in Italia e all’estero, ed ha sempre ottenuto lusinghieri giudizi da parte della critica e calorosa partecipazione del pubblico.  Il repertorio del Coro Monte Cauriol, con testi e armonizzazioni, è raccolto nel “Canzoniere”, definito dalla critica “sicuro punto di riferimento per la coralità nazionale” e giunto nel 2009 alla terza edizione.

Lucia Caserta corrispondente




“B COME NATURA”: INAUGURATA LA MOSTRA DIDATTICA CON NOVAMONT NELLA SEDE DI COMUNITA’ EDUCATIVA GIOVANILE A PERNATE

E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza del vicesindaco Franco Caressa, dell’assessore Mario Paganini, del Dirigente del Servizio Istruzione ed Educazione Paolo Cortese, del funzionario Mauro Merlini, degli operatori del Nucleo Didattica Ambientale del Servizio Istruzione ed Educazione Luciano Leone, Maria Rita Mainardi e Marinella Cestagalli e del presidente della Sun Gaetanino D’Aurea, la mostra interattiva e itinerante “B come natura – Alla scoperta del Mater-Bi”, iniziativa organizzata dall’azienda “Novamont” (rappresentata per l’occasione dal supervisore eventi e comunicazione di prodotto Annalisa Perelli)  in collaborazione con la Comunità educativa giovanile nella sede di via Sforza 107 a Pernate.

La mostra è patrocinata dall’assessorato all’Istruzione ed Educazione che, attraverso il lavoro svolto dagli opetatori del Nda, da anni collabora, oltre che con Ceg, con “Novamont”: nei laboratori del Nda di via Sforzesca è infatti presente un tavolo didattico con il ciclo del Mater-Bi donato dall’azienda novarese nel 2014. I bambini delle scuole cittadine, durante le visite organizzate in diversi turni, grazie a questo prezioso strumento e sotto la guida degli stessi operatori, possono acquisire conoscenze in merito a questo particolare argomento. L’esposizione interattiva, particolarmente coinvolgente per i bambini delle ventisei classi delle Scuole primarie cittadine che da lunedì hanno a turno occasione di visitarla, permette di collegare i laboratori a un evento più complesso che, grazie all’impegno di Novamont e Ceg, amplia ulteriormente la panoramica sul prodotto della nota azienda novarese.

Grazie al supporto di Sun che, dall’inizio del 2018, sostiene le attività didattiche del Nda e delle scuole cittadine, le classi, accompagnate dalle insegnanti, possono utilizzare gratuitamente gli autobus di linea per raggiungere la sede della mostra.

Ceg ha anche pensato di riservare due giornate affinché anche le famiglie possano visitare l’esposizione: la prima si terrà il 21 ottobre, con una castagnata organizzata in collaborazione con la Pro Loco di Pernate, la seconda il 18 novembre, ultimo giorno della mostra.




Novara Gospel Festival 2018: quattordicesima edizione

Il grande Gospel internazionale torna al Teatro Coccia di Novara con due imperdibili serate!

La quattordicesima edizione conferma la caratura internazionale del Novara Gospel Festival che negli anni è diventato l’appuntamento più atteso di questo genere musicale, vincendo i Gospel Music Awards come miglior evento Gospel in Italia.

La manifestazione, sotto la direzione artistica di Paolo Viana e Sonia Turcato, è iniziata ufficialmente la scorsa primavera a Cerano presso l’Auditorium Sala Crespi, dove si sono tenuti i primi 4 incontri del WORKSHOP, condotto quest’anno dal nuovo vocal coach britannico Colin Vassell, insegnante preparato e cantante virtuoso che ha accolto con entusiasmo il passaggio di testimone da parte di Wayne Ellington e ha subito conquistato la stima e la fiducia di tutti partecipanti. Il laboratorio musicale, suddiviso in 5 incontri, ha riscosso così un grande successo. Lo testimoniano gli 80 iscritti provenienti da numerose città del Nord Italia che come sempre avranno l’opportunità di concretizzare e valorizzare quanto appreso, esibendosi in apertura della seconda serata del festival.

Momento centrale della quattordicesima edizione saranno i CONCERTI del 12 e 13ottobre al “Teatro Coccia” di Novara:

Venerdì 12 alle ore 21, si esibiranno i novaresi Brotherhood, vincitori dei Gospel Music Awards come Miglior coro Gospel Italiano. Il gruppo diretto da Paolo Viana, salirà questa volta

sul palco con una grande novità, presentando i suoi tre primi brani inediti in collaborazione con l’artista americano Michael Stuckey. Durante il concerto si alternerà sul palco anche il londinese Colin Vassell, ospite d’eccezione dalla voce calda e vellutata, con alle spalle più di trent’anni di esperienza sia come lead vocalist che come insegnante.

Main event della serata sarà il cantante e compositore statunitense Michael Stuckey che oltre ad interpretare gli inediti insieme al coro novarese, presenterà in esclusiva nazionale i suoi più grandi successi e alcuni brani tratti dal suo nuovo album Heaven’s Gate, la cui uscita è prevista a breve. Tra i più interessanti nuovi artisti del Gospel Contemporaneo era già stato ospite della manifestazione lo scorso anno, riscuotendo un grande successo di pubblico. La sua è una voce calda e potente, con un’ampia estensione vocale ed eccellenti capacità virtuosistiche che insieme ad un repertorio dinamico ed originale gli hanno permesso di entrare nella Top Ten delle classifiche gospel americane. Stuckey, al suo terzo cd come cantante solista, è anche il fondatore del Canadian Glass Award.

Sabato 13 sempre alle 21, aprirà il concerto l’NGF Workshop Choir capitanato da Colin Vassell nelle vesti di direttore corale. A seguire il Main Event della serata, il cantante,compositore e produttore statunitense Myron Butler, un gradito ritorno per la kermesse novarese. L’artista texano era infatti già stato ospite del festival nel 2010 e nel 2013, riscuotendo in tutte e due le occasioni un grandissimo successo. Tra le più entusiasmanti e influenti voci del gospel moderno ha ottenuto numerose vittorie nell’ambito di premi prestigiosi quali gli Stellar e i Grammy Awards, diventando così uno degli artisti più richiesti della scena gospel mondiale. Il suo ultimo lavoro è On Purpose, con il quale ha vinto 2 Stellar Awards.

La manifestazione, da sempre attenta al sociale, durante le serate ospiterà i corner informativi di Casa Alessia e Banco Alimentare del Piemonte.

Il festival si concluderà domenica 14 ottobre con un’altra imperdibile proposta formativa:una VOICE MASTERCLASS condotta dallo stesso Myron Butler, che si terrà dalle 10.00 alle 16:30 all’Auditorium Sala Crespi di Cerano. Il laboratorio vocale è destinato a tutti gli appassionati di canto che desiderano approfondire la propria tecnica e ricevere suggerimenti e consigli da uno dei più grandi artisti del gospel contemporaneo.

La quattordicesima edizione del Novara Gospel Festival è organizzata dall’Associazioneno profit Brotherhood Gospel Choir (sotto la direzione artistica ed organizzativa di Paolo Viana e Sonia Turcato) in collaborazione con il Comune di Novara, con il sostegno economico di Fondazione CRT, Fondazione Cariplo, Regione Piemonte e con il patrocinio del Comune di Cerano e del Comune di Borgomanero (dove si terrà la Winter Edition il prossimo dicembre).

I biglietti per i concerti di venerdì 12 e sabato 13 ottobre possono essere acquistati online su www.novaragospel.it oppure direttamente presso la biglietteria del Teatro Coccia di Novara in Via F.lli Rosselli 47 – Tel. 0321 233201

 

Costo biglietti per serata:

Intero: Euro 22,00

Ridotto: Euro 18,00

 

Abbonamento 2 serate:

Intero: Euro 39,00

Ridotto: Euro 32,00

 

RIDOTTI:
Under 14 / Over 65 | Gruppi Minimo 10 Persone | Disabili e Accompagnatore

 

Costo iscrizione Voice Masterclass: € 70,00

 

Per maggiori informazioni: www.novaragospel.it




NOVARA _ “LILT FOR WOMEN” “LILT FOR WOMEN” CAMPAGNA NASTRO ROSA

Nel prossimo mese di ottobre si celebrerà in tutto il mondo l’ormai tradizionale appuntamento con
la “Campagna Nastro Rosa” che la LILT promuove ogni anno sull’intero territorio italiano per
sensibilizzare le donne alla prevenzione del tumore al seno.
La Sezione di Novara promuove la campagna attraverso i suoi simboli, il nastro rosa e l’illuminazione
di rosa di un monumento cittadino, e attraverso l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione che
diffondano il tema della prevenzione oncologica con particolare riferimento al mondo femminile.
Il Tumore alla mammella continua ad essere per le donne il “Big Killer n.1”, paradossalmente,
nonostante la costante crescita annuale dell’incidenza di questa patologia, si registra tuttavia una
sia pur lenta ma continua e progressiva diminuzione della mortalità. E questo grazie ad una sempre
più corretta informazione ed una maggiore sensibilizzazione della donna verso la diagnosi precoce,
rivelatasi strategicamente determinante e vincente in termini sia di guaribilità, sia di migliore qualità
di vita. Si stima che in Italia nel 2018-2019 saranno oltre 52.000 i nuovi casi di cancro della
mammella. Nell’ultimo quinquennio l’aumento dell’incidenza del tumore al seno infatti è stata pari
ad oltre il 15%. In particolare si è registrato un incremento tra le giovani donne in età compresa tra i
35 ed i 50 anni di circa il 30%. Si tratta di una fascia di età “esclusa” dal programma di screening
previsto dal Servizio Sanitario Nazionale, riservato alle donne di età compresa tra i 45 ed i 69 anni.
Per questo la LILT, con la sua “Campagna Nastro Rosa” ogni anno, nel mese di ottobre, promuove la
cultura della prevenzione come metodo di vita, dedicato al benessere della donna, affinché tutte le
donne possano sottoporsi a visite senologiche e ai controlli clinico-strumentali (visita senologica,
eco – mammografia).
E’ dimostrato che questa malattia risulta sempre più curabile e guaribile e ciò a maggior ragione se
viene facilitato l’accesso ai centri di diagnosi e cura specializzati quali le “Breast Unit”. FINALITA’ FINALITA’
Con la Campagna Nastro Rosa la LILT di Novara intende, anche quest’anno, perseguire i seguenti
obiettivi:
• Sensibilizzare la popolazione femminile all’importanza della prevenzione del tumore al seno ed
in particolare a sottoporsi a controlli preventivi e programmi di screening finalizzati alla
diagnosi precoce – anche attraverso l’offerta di visite preventive gratuite negli ambulatori LILT
o con essa convenzionati;
• Sensibilizzare la popolazione in generale ai temi della prevenzione oncologica;
• Invitare le persone a svolgere attività di volontariato per la LILT di Novara anche nell’ambito dei
progetti di collaborazione con le istituzioni sanitarie novaresi;
• Coinvolgere Amministrazione Comunale, istituzioni sanitarie, soggetti imprenditoriali e media
locali nella mission della prevenzione del tumore al seno.

Per il conseguimento di tali obiettivi anche quest’anno promuove sul territorio novarese, nel corso
dell’intero mese di ottobre, una serie di eventi e in particolare:
DOMENICA DOMENICA 30 SETTEMBRE 30 SETTEMBRE: Alle ore 18.00 presso il cortile del Castello Visconteo Sforzesco di
Novara, nell’ambito della fiera “Biobene” verrà aperta la Campagna Nastro Rosa con una
performance di danza classica e moderna a cura delle Scuole di Danza: Città della Danza, Danza Viva
e Centro Danza Buscaglia che poi coinvolgeranno il pubblico presente per unirsi tutti alla
tradizionale “Onda rosa” che percorrerà il centro storico novarese fino a raggiungere la Barriera
Albertina illuminata di rosa quale simbolo cittadino nell’impegno alla lotta contro il tumore al seno.
Tutti i presenti potranno indossare una t-shirt rosa e il nastro rosa simbolo della campagna.
DOMENICA 7 OTTOBRE: “Biciclettata e camminata in Ro DOMENICA 7 OTTOBRE sa per le vie della Città”
SABATO 20 OTTOBRE: Dopo la grande affluenza degli s SABATO 20 OTTOBRE corsi anni di donne visitate dai medici LILT
negli ambulatori mobili, anche quest’anno ci proponiamo di allestire gli stessi presso Piazza della
Repubblica dove a tutte coloro che si presenteranno spontaneamente durante il corso della
giornata verrà offerta una visita senologica gratuita.
LUNEDI 22 OTTOBRE: LUNEDI 22 OTTOBRE: Faràtappa a Novara l’evento Nazionale LILT “APERITIVOI “APERITIVOINTOUR” “APERITIVOINTOUR”. NTOUR”.
Il vigile del fuoco Sergio Cascio, volontario LILT di Bergamo, percorrerà il territorio Nazionale con un
‘APECAR “sostando nelle sedi provinciali Lilt per promuovere manifestazioni locali e dove sarà
accolto dalle autorità cittadine.

SABATO 27 OTTOBRE: Chiusura della campagna con la p SABATO 27 OTTOBRE artecipazione alla manifestazione “Il Bene in
Piazza”, organizzata da Fondazione Bpn, con uno stand in rosa per la divulgazione di materiale
informativo.

La Campagna vedrà inoltre il coinvolgimento di tutto il territorio provinciale attraverso l’offerta di
visite senologiche gratuite o l’organizzazione di “eventi in rosa” presso le nostre Delegazioni di
Oleggio Castello, Borgomanero, Galliate, Trecate, Romentino, Arona, Grignasco, e Varallo Pombia.




Presentazione metodo EQUITETIC(R) Suno, (NO)

Suno, (NO), Sabato 22 Settembre alle ore 18:00 verrà presentato, presso il Centro Ippico la Botticella alla presenza delle autorità , organi federali e sponsor.
Il nuovo progetto educativo EQUITETIC®, progetto che coniuga equitazione e psicologia, persegue lo scopo
anche tramite sinergie con altre attività sportive e culturali, di educare i giovani alla conoscenza e accettazione delle diversità personali culturali e sociali.

EQUITETIC® è rivolto ad aiutare bambini e ragazzi dai 5 ai 17 anni normodotati o con lievi disagi psicologici o disabilità fisica. Il metodo promuove i rapporti di amicizia e lo spirito di collaborazione tra i giovani fornendo loro gli strumenti per affrontare le difficoltà causate da pregiudizi, bullismo e diversità.

EQUITETIC® aiuta a crescere con solidi ideali, sviluppa l’autostima e la capacità di superare e gestire i pregiudizi e l’aggressività.

Il progetto EQUITETIC® nasce dalla collaborazione e professionalità dell’istruttrice federale di discipline olimpiche e paralimpiche Vera Toscani e della Dott.sa  Elena Giulia Montorsi psicologa specializzata in sport, adolescenza e famiglia. 

EQUITETIC® è già applicato dalla squadra VERA TEAM ed è a disposizione della collettività presso il centro ippico “La Botticella” a Suno.

L’ambizioso obiettivo di EQUITETIC® è di diffondere questo progetto innovativo su tutto il territorio nazionale ed europeo.

Appuntamento
Sabato 22 Settembre alle ore 18:00
presso il Centro Ippico La Botticella
Via Cascina Botticella n.17 a Suno (NO)