AL DUE VALLI VIA ALLA FIESTA PER ANDRIOLO E SCOPEL

Il pilota trevigiano regala ad Xmotors il secondo successo stagionale, in provincia di Verona, tornato a condividere l’abitacolo con il compagno di mille battaglie.

Montebelluna (Tv) – L’occasione era ghiotta e la pressione era ad alti livelli, data la caratura della reunion andata in scena sulle speciali scaligere, ma Rudy Andriolo non ha mancato il bersaglio grosso ed insieme a Roberto Scopel ha portato, sul gradino più alto del podio, la Ford Fiesta R5 di Xmotors.

Bis targato 2018 per il portacolori della scuderia La Superba che, dopo aver siglato il Benacus Rally, ha fatto sua la trentaseiesima edizione del Rally Due Valli, nell’ambito dell’evento dedicato al Campionato Regionale Rally.

Una seconda assoluta non scontata, avendo duellato a lungo con l’idolo di casa Cunegatti, vissuta su una lotta con il coltello tra i denti, chiusa a favore del trevigiano per 1”2.

Un autentico vortice di emozioni quello che ha coinvolto Andriolo e Scopel, coppia che ha fatto sognare tanti tifosi in Triveneto qualche anno fa, ritornati a condividere l’abitacolo di una vettura da competizione, con la classe e l’affiatamento dei grandi campioni.

Un avvio accorto, sulla speciale spettacolo del Venerdì sera, vedeva il trevigiano chiudere con il secondo tempo, a 2”3 da Degani.

Si ripartiva il Sabato con Andriolo che staccava il primo scratch a “Roncà” ma commetteva un errore sulla successiva “Cà del Diaolo”, accusando un ritardo di 6”6 da Cunegatti.

A “Santissima Trinità” il pilota della Ford Fiesta, griffata Xmotors, segnava il miglior parziale e riprendeva, con forza, il comando delle operazioni nella generale.

Prova numero cinque, “Tregnago”, ed il duello sulla direttrice Treviso Verona si ripeteva: Andriolo, secondo, chiudeva a sei decimi da Cunegatti.

Archiviata la tornata la carovana del CRR faceva ritorno sulla “Roncà” con l’alfiere della scuderia patavina che rischiava grosso, mancando di un soffio un’uscita di strada che poteva compromettere l’intera gara.

Con una sola prova speciale ancora da disputare, la ripetizione della “Cà del Diaolo”, Andriolo si ritrovava in vetta alla generale con un margine, da difendere, di soli 7”6: Cunegatti vinceva la prova ma rosicchiava solamente 6”4 al trevigiano, il quale si avviava verso l’incantevole cornice di Piazza Bra per dare il via ai festeggiamenti.

“Gara bellissima con speciali davvero tecniche” – racconta Andriolo – “e siamo soddisfatti di questa seconda vittoria assoluta. Una gran lotta con Cunegatti. Grazie a tutti i nostri partners, che hanno fatto parte di questo sogno divenuto realtà. Grazie a Xmotors che ci ha messo a disposizione una Fiesta che va fortissimo, seguita ottimamente da Pippo ed Ale Lorenzon. Tutti molto professionali. Grazie alla scuderia La Superba. Grazie a Roberto, sempre impeccabile.”

Gli fa eco Roberto Scopel, al fianco di Andriolo sul gradino più alto del podio assoluto.

“Dopo sedici anni dalla prima gara fatta assieme e tanti sacrifici” – aggiunge Scopel – “questo è il coronamento e la gratificazione del tanto sudore lasciato per strada. Che soddisfazione.”

Xmotors – Ufficio Stampa




20 ottobre 2018 – 3 febbraio 2019 Napoli, Basilica dello Spirito Santo

KLIMT Experience, a Napoli dal 20 ottobre 2018, l’esperienza multimediale è in programma nella centralissima via Toledo, all’interno della monumentale Basilica dello Spirito Santo. Dopo il successo delle tappe di Firenze, Milano, Caserta, Roma e Shanghai, che hanno registrato un grande numero di visitatori, complessivamente oltre 600.000, lo spettacolo che unisce musica, immagini digitali, oggetti fisici e realtà virtuale viene presentato nella città partenopea.

CAMERA

KLIMT Experience è una rappresentazione multimediale immersiva, interamente dedicata alla vita e alle opere del padre fondatore della secessione viennese che, con altri artisti del suo tempo, coltivò il mito dell’opera d’arte totale, della democratizzazione del bello e della creatività. Il percorso esperienziale di KLIMT Experience è il racconto emozionante di un’incredibile avventura umana ed artistica, la messa in scena digitale di opere talmente celebri da essere ormai entrate a far parte della cultura popolare come “Il Bacio”, “L’Albero della vita”, “Giuditta I”, “Danae, insieme a molte altre, meno conosciute, ma pur sempre straordinariamente cariche dell’inimitabile fascino sensuale klimtiano. Entusiasmare e meravigliare il pubblico di ogni età, invitandolo ad approfondire la conoscenza dell’uomo e dell’artista, la comprensione e la lettura stilistica delle sue opere attraverso l’esaltazione dei dettagli e della tecnica pittorica: sono questi gli obiettivi dichiarati di Crossmedia Group – società che ha ideato e prodotto il format con la consulenza dello storico dell’arte Sergio Risaliti e l’apporto creativo del regista Stefano Fomasi di Fake Factory – e di Time4Fun, partner organizzativo dell’appuntamento napoletano. L’evento, in collaborazione con le associazioni Medea e Mediterranea, è patrocinato dal Comune di Napoli.

Il percorso si apre con un’area introduttiva didattica, questa precede la Sala Immersiva”, cuore dell’allestimento. È qui che il pubblico viene sensorialmente avvolto da un flusso continuo di musica e immagini ad altissima definizione proiettate in sincronia, a 360 gradi, sugli schermi giganti ed in videomapping sulle magnifiche architetture della navata principale. Al termine dell’esperienza immersiva il viaggio nel mondo simbolico, enigmatico, di Klimt continua nella Sala degli specchi”, elemento di novità rispetto all’allestimento proposto alla Reggia di Caserta. È il luogo d’eccellenza per i selfie: l’opportunità unica di condividere l’incredibile immagine di se stessi confusa nel caleidoscopio di segni e figure iconiche che si susseguono su pareti, pavimento e soffitto di questa sorta di scatola magica. Infine, nella parte conclusiva dell’itinerario, con la Klimt VR Experience” Il pubblico può cimentarsi con la dimensione assente nell’arte klimtiana: la profondità. Grazie ad un’app sviluppata appositamente da Orwell (Milano) per i visori di realtà virtuale Oculus VR, l’immersività diviene 3D e consente letteralmente di “entrare” dentro a quattro dei quadri più caratterizzanti il grande pittore austriaco.

Accanto alle postazioni per gli Oculus VR, si può apprezzare l’esposizione di dieci abiti realizzati utilizzando le textures disegnate da Klimt per l’atelier della sua compagna, Emilie Flöge. Il virtuale ed il reale, due mondi paralleli a confronto a chiudere insieme un viaggio unico. È stato scritto: “la pittura di Klimt, come tutta la grande arte, può essere considerata, al di là delle circostanze del proprio periodo, sub specie aeternitatis”.  Come tale, Klimt è l’artista perfetto per una mostra che supera il tempo attraversandolo, un mezzo a disposizione di chiunque decida d’intraprendere un cammino di bellezza alla ricerca del trionfo di un’ arte senza confini.




Reggio Emilia nasce la Casa delle Storie

A quindici anni dalla sua fondazione, il Teatro dell’Orsa ha lanciato una campagna di crowdfunding per costruire un luogo per l’inclusione e l’immaginazione.

«Finalmente il sogno che culliamo da diversi anni prende corpo. Sta nascendo la Casa delle Storie. Abbiamo trovato un capannone in una zona strategica della città, nel quartiere Gattaglio, a pochi passi dal centro. Abbiamo investito tutto quello che abbiamo per ristrutturarlo e abbiamo aperto una campagna di crowdfunding per coinvolgere la partecipazione di tutti quelli che desiderano collaborare all’apertura di un luogo nuovo, una residenza d’arte, un luogo di studio, di lavoro e di sperimentazione. La Casa delle Storie sarà un laboratorio aperto, capace di costruire relazioni interculturali e intergenerazionali. Una fucina di teatro, arte, musica e cultura, terreno fecondo dove si incontrano le storie di cui siamo fatti»: Monica Morini e Bernardino Bonzani invitano tutti i cittadini a contribuire alla nascita della Casa delle Storie di Reggio Emilia «La campagna è partita da pochi giorni e ha già avuto un’adesione straordinaria che ci commuove, raggiungendo quasi il 70% dell’intero obiettivo. Ma abbiamo bisogno ancora dell’aiuto di molti perché la ristrutturazione comporterà spese davvero ingenti per la pavimentazione in legno con vernice ignifuga, l’acquisto di sedute per gli spettatori, l’adeguamento dei servizi igienici per i disabili, la tinteggiatura delle pareti e dei soffitti, l’acquisto delle strutture teatrali per luci e audio, di tende e dei sipari ignifughi e delle strutture praticabili, l’installazione delle porte antipanico, il rivestimento delle vetrate anti sfondamento, la realizzazione dell’impianto dei rilevatori antincendio e l’installazione degli impianti di riscaldamento e di climatizzazione». 

«La Casa delle Storie ha componenti non solo a Reggio Emilia. Giovani artisti e narratori che si sono formati sotto la guida del Teatro dell’Orsa stanno accendendo attenzioni sulla campagna e ottenendo aiuti ben oltre i confini della provincia, da Roma a Napoli, da Genova a Padova, dalla Sardegna fino alla Puglia» continuano i fondatori del Teatro dell’Orsa «Per contribuire a questo progetto basta andare sul sito IdeaGinger.it e cercare la campagna della Casa delle Storie. Donare è semplicissimo, non serve alcuna iscrizione e lo si può fare tramite carte, paypal o bonifico bancario in meno di un minuto. La campagna segue la modalità all-or-nothing (tutto o niente): se il contributo non verrà raggiunto entro il 30 dicembre 2018, data di scadenza della raccolta, le donazioni torneranno indietro ai sostenitori. Per realizzare il nostro obiettivo abbiamo perciò bisogno dell’aiuto concreto di tutti».

Nella vita della Casa delle Storie ci sarà spazio per eventi di teatro e narrativi; incontri con i Maestri del teatro e del mondo della cultura; seminari di approfondimento; mostre in collaborazione con artisti, illustratori e fotografi; laboratori d’arte, di scrittura e di musica; presentazione di libri e di progetti culturali.  

Inaugurazione sabato 12 gennaio 2019. Prima di allora sono previsti alcuni appuntamenti: Fiabe itineranti nel quartiere con i narratori della Casa delle Storie, lo spettacolo del Teatro dell’Orsa Nudi. Le ombre della violenza sulle donne in occasione della Giornata Mondiale dedicata a questo tema, la lettura pubblica della celebre Predica di Natale di Camillo Prampolini e, a chiusura del crowdfunding, una grande festa di fine e inizio anno aperta a tutte e tutti.

La Casa delle Storie si trova nello storico quartiere del Gattaglio, in via Sergio Beretti 24/D a Reggio Emilia.




Epiphany 20 ottobre – 23 novembre 2018 Palermo

Sabato 20 ottobre a Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018, nella chiesa di Sant’Andrea degli Aromatari alle ore 18:30 sarà inaugurata la mostra Epiphany a cura di Rosa Cascone e in collaborazione con lo studio legale Negri-Clementi.

In questa sede, riaperta per la prima volta per la collettiva, saranno esposte le opere site specific di varie misure e supporti, che non saranno specchio dei santini già creati ma un completamento a dialogo con lo spazio della chiesa.

Ognuno si cimenterà con la sua materia di studio e di ricerca, dialogando con il tema assegnatogli: Giulia Roncucci porterà una video installazione interattiva sul tema del sacrificio, Chiara Tubia con il tema dei misteri realizzerà un’opera di tessitura riprendendo l’arte del pizzo e si esibirà in una performance il giorno dell’inaugurazione; Lara Verena Bellenghi affronta il tema  della promessa con la delicatezza delle polveri, JokhioMahbub con il tema della testimonianza invierà un lavoro dal Pakistan, Ignazio Mortellaro si confronterà con il tema del trapasso relazionandosi con il mondo vegetale, Daniela Pellegrini sperimenterà diverse tecniche con il tema del prescelto e Barbara Uccelli  performerà il tema della consunzione della materia. A loro, si affiancherà Edoardo Dionea Cicconi con una sua opera. Infine, sarà presente in mostra uno speciale lavoro di Desideria Burgio portato avanti alla residenza alla Fondazione Piccolo di Calanovella. Durante il periodo di apertura della mostra vi saranno diversi eventi collaterali ad integrazione del progetto. Il programma completo sarà pubblicato sul sito.

Per info: www.inxxxwetrust.info / info@inxxxwetrust.com




Le piante sono intelligenti: lo spiega il biologo inglese Malcolm Bennett a BergamoScienza

L’intelligenza delle piante è il titolo dell’incontro che il biologo Malcolm Bennett, direttore del Center for Plant Integrative Biology (CPIB),terrà nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo, domenica 14 ottobre alle 17, nell’ambito della XVI edizione di BergamoScienza. Il pubblico sarà condotto in un viaggio emozionante alla scoperta del mondo delle radici.Dall’utilizzo di sofisticate tecniche di imaging e rendering 3D è emerso che le piante riescono ad attuare strategie di sopravvivenza che possiamo definire intelligenti, come la loro straordinaria capacità di trovare l’acqua nel terreno circostante anche a chilometri di distanza.

Malcolm Bennett è tra i 100 biologi più citati nel campo della biologia vegetale e animale e ha pubblicato oltre 150 articoli di ricerca e reviews sulla crescita e lo sviluppo delle radici.




RALLYLEGEND 2018 ENTRA NEL VIVO.

Repubblica di San Marino. Si accendono i motori a Rallylegend 2018 ed è una grande folla in festa quella che ha assistito allo shakedown odierno, prima occasione per vedere lo splendido parco macchine dell’evento sammarinese a motori accesi.

Da stasera poi, venerdi 12 ottobre, alle ore 19.00, a partire dalla tarda serata quindi, si inizia a fare sul serio, con la partenza della prima tappa del rally, il momento più atteso, per la suggestiva frazione in notturna.

La ripetizione delle prove I Laghi” e “San Marinosarà inframezzata dallo scenografico riordino nel centro storico di San Marino alle ore 20.26, cui parteciperanno anche i campioni del 50° Martini Racing Biasion, Alen, Kankkkunen.

GLI EVENTI NELLA RALLYLEGEND ARENA MOMENTI DI GRANDI INCONTRI

Biasion

Preceduti dalla affollata sessione autografi con Miki Biasion presso lo stand Eberhard&Co, hanno avuto inizio gli attesi incontri con i grandi campioni. Tanta gente alla Rallylegend Arena, situata all’interno del Village, per la presentazione del libro di Gigi Pirollo “Una curva lunga una vita”, cui hanno presenziato, oltre all’autore, Miki Biasion, Markku Alen e Franco Cunico. Prendendo spunto dal recente libro di uno dei navigatori italiani più importanti, si sono susseguiti racconti avvincenti, momenti di ilarità con le battute tra i grandi campioni sul palco, partecipazione attenta del pubblico, prima del festoso “assalto” finale per gli autografi. Quello che è successo, subito dopo, ancora nella Rallylegend Arena, per l’incontro “Legend Company”, con alcuni, grandi protagonisti di Rallylegend 2018 quali Kris Meeke, Mikko Hirvonen, Craig Breen, Gustavo Trelles, Miki Biasion.

SHANNON FALCONE- MARIO ISOLA, EQUIPAGGIO “RALLYLEGEND”

Venerdì 12 ottobre, durante lo shakedown, a bordo di una splendida

Isola

Lancia Delta Integrale “vestita” Martini Racing e gommata Pirelli, si è costituito, per qualche ora, un equipaggio insolito, composto dal pilota Shannon Falcone, team member di Luna Rossa nella prossima sfida di America’s Cup, e dall’estemporaneo navigatore Mario Isola, Pirelli Head of F1 and Car Racing. Un professionista del motorsport Pirelli e un professionista sailing con Luna Rossa, uniti dalla partnership tra le due realtà (Pirelli sarà co-title sponsor di Luna Rossa nella America’s Cup in Nuova Zelanda nel 2021, che si sono divertiti e hanno fatto divertire ilfolto pubblico che assiepava lo shakedown.

Hirvonen

LUCKY” BATTISTOLLI NEL “LEGENDARY MOMENTS” 

Imprevisti impegni improrogabili hanno costretto Adartico Vudafieri a dare forfait per la sua partecipazione al “Legendary moments” di Rallylegend. “Vuda” verrà degnamente sostituito da un altro grande campione, “Lucky” Battistolli, che si esibirà con la Lancia 037, insieme a “Tony” Fassina (Lancia Stratos) e Tonino Tognana (Ferrari 308 GTB).  

MARIJAN GRIEBEL, GIOVANE CAMPIONE TEDESCO, AL VOLANTE DELLA “ZERO”

Sarà il pilota tedesco Marijan Griebel, al volante della vettura con il numero “zero” sugli sportelli, l’apripista di Rallylegend. Non ancora trentenne, il figlio d’arte (il padre Jurgen e il fratello Felix vantano entrambi trascorsi da piloti e navigatori) vanta già un palmares di

Meeke[starlist][/starlist]

tutto rispetto. Nel 2016 ha vinto il titolo Junior nel Campionato Europeo Rally con una Opel Adam R2, lo scorso anno si è aggiudicato la classifica Under 28 e il quinto posto assoluto finale nel Campionato Europeo Rally con una Skoda Fabia R5, mentre attualmente è in testa al Campionato Tedesco Rally, con tre vittorie, al volante di una Peugeot 208 T16.

DOMANI SABATO 13 OTTOBRE SECONDA TAPPA. GLI APPUNTAMENTI NELLA RALLYLEGEND ARENA

La seconda tappa prenderà il via sabato 13 ottobre alle ore 13.00 con in programma due passaggi sulle prove speciali “La Casa”, Piandavello e sulla prova spettacolo “The Legend” ed arrivo alle ore 18.45.Nella Rallylegend Arena, sabato 13 ottobre si inizia alle ore 10.00 con la sessione autografi presso lo stand Freem con i campioni del Mondiale Rally presenti. Appuntamento da non perdere quello alla Rallylegend Arena alle ore 11.30, con “50th Martini Racing”con i grandi campioni e i protagonisti della storia di Martini Racing nel motorsport.

Breen

MARTINI RACING PARADE, QUATTRO SFILATE DA SOGNO

E’ uno dei momenti più attesi di Rallylegend 2018 e, per la gioia degli spettatori che saranno a San Marino, si ripeterà ben quattro volte. La Martini Racing Parade resterà negli occhi e nel cuore degli appassionati. Una ventina di macchine cariche di gloria rallystica, tutte nella inconfondibile livrea Martini Racing e con al volante un gruppo di quei piloti – Biasion, Kankkunen, Alen, Patrese, Pirro, Cunico, Aghini – che le hanno rese leggendarie, percorreranno la prova spettacolo “The Legend”, due volte sabato 13 alle ore 12.25 e alle ore 17.25, e altre due volte domenica 14, alle ore 9.30 e alle ore 13.25 per un gran finale di una celebrazione unica e esclusiva.

Dall’inviato Dario Furlan 




SIENA ASSOCIAZIONE ARCHEOSOFICA L’alchimia oltre il velo dei simboli 13 OTT.2018

A Siena, sabato 13 ottobre prosegue il ciclo di appuntamenti – ad ingresso libero – organizzato dall’Associazione Archeosofica

L’alchimia oltre il velo dei simboli

L’incontro tenuto da Simone Menichetti e Filippo Costanti avrà inizio alle ore 18

Oltre il velo dei simboli, è il titolo dell’incontro – ad ingresso libero – con il quale,sabato 13 ottobre, prosegue il ciclo di conferenze “La scienza dell’impossibile” che sono dedicate all’alchimia, alla sua storia, ai suoi significati. L’appuntamento, guidato da Simone Menichetti e Filippo Costanti indagherà su come personalità quali Ermete Trismegisto, Mosè Paracelso, Cardano, Böhme e Kunrath, abbiano trattato questa materia usando spesso un linguaggio incomprensibile. I relatori si chiederanno cosa vogliono dirci questi grandi alchimisti tra chimica, simbolismo e spiritualità e sveleranno alcune chiavi per comprendere le loro scritture.

La conferenza avrà inizio alle ore 18.00 nella sede dell’Associazione (Siena, via Banchi di Sopra 72). Ingresso libero.

Il ciclo di incontri prosegue poi domenica 21 ottobre (eccezionalmente alle ore 16.30) con Paolo Guagliumi che presenterà Pietra filosofale: chimera o conquista?, conferenza dedicata a uno dei miti che ha attraversato il tempo. Cercata da esploratori di ogni tempo, la pietra filosofale, chiamata anche elisir o tintura, sarebbe stata capace di trasformare il piombo e tutti i metalli imperfetti in oro purissimo. Una ricerca avventurosa, ricca di significati simbolici che ancora è piena di senso.

Sabato 27 ottobre allo ore 18.00 conclusioni con La Grande Opera: tecniche e segreti di una via spirituale. Sarà Alessandra Canini a condurre il pubblico in un viaggio che dal laboratorio dell’alchimista luogo simbolico e fortemente evocativo per eccellenza, giungerà alla scoperta di tutte le operazioni necessarie per ottenere la metamorfosi della materia prima su cui si lavora: l’individuo stesso.

Per informazioni 366 1897344; Info.siena@boxletter.net




PRESENTATA LA 16° EDIZIONE DI RALLYLEGEND

E’ stata presentata questa mattina presso Rallylegend Village, il “quartier” generale” dell’evento sammarinese di caratura mondiale, la 16esima edizione di Rallylegend, manifestazione attesa con grande entusiasmo da appassionati di tutta Europa, pronti a invadere sportivamente, in varie decine di migliaia, la Repubblica del Titano.
A presenziare la Conferenza Stampa, Autorità di Stato sammarinesi, gli Organizzatori e il Direttore di Gara e i rappresentanti di TIM, nuovo, importante e prestigioso sponsor, che debutta quest’anno nella partnership con Rallylegend, con una importante novità tecnologica.
MARCO PODESCHI, SEGRETARIO DI STATO ISTRUZIONE E SPORT. “Nel portare il mio saluto di Segretario di Stato allo Sport, ai partecipanti ed agli organizzatori, voglio ringraziare Paolo Valli ed il suo Staff per avere reso possibile questo evento che nella settimana del Rallylegend, rende San Marino la capitale mondiale delle corse automobilistiche, oscurando ogni altro evento.
L’edizione 2018 coincide con il mezzo secolo di impegno nelle corse della Martini Racing, i cui colori hanno rivestito le “auto dei sogni” che hanno fatto la storia di questo sport e che sono ancora orgogliosamente presenti sulle scocche di molte vetture partecipanti a questa 16° edizione.
Il binomio Rally-Martini ci riporta indietro di trenta anni quando dominava sulle strade di tutto il mondo e la livrea rossa-blu-azzurra rendeva inconfondibili queste fantastiche vetture.
Come già ribadito in altre occasioni, quello per i rally, è un amore transgenerazionale che ci ha accompagnato da bambini fino all’età adulta, senza cali di interesse, e questa manifestazione ci ricorda ogni anno quanto sia grande la passione dei sammarinesi per le corse automobilistiche.
Vogliamo ringraziare naturalmente TIM, nella persona del suo CEO dott. Cesare Pisani, per il supporto tecnologico che mette a disposizione di questa manifestazione: assieme al rombo delle auto, si accendono infatti i motori del 5G, la rete mobile di nuova generazione, di cui San Marino, primo stato al mondo si sta dotando.
Gli appassionati potranno toccare con mano le applicazioni che ha questa nuova tecnologia: il 5G coprirà tutta l’area del Rally Village ed alcune prove speciali, dove sono state installate telecamere con modalità di ripresa a 360° che permetteranno di vivere le emozioni della competizione direttamente dagli stand TIM in una dimensione assolutamente coinvolgente, grazie a speciali visori per la realtà virtuale. In bocca al lupo a tutti i partecipanti.”

AUGUSTO MICHELOTTI, SEGRETARIO DI STATO TERRITORIO AMBIENTE E TURISMO. “Rallylegend è un’idea geniale. Un ritorno al passato in un’era in cui tutto è informatizzato, tutto previsto, tutto calcolato. Il passato era più umano ed è proprio questo dello spirito di questa bella manifestazione che affascina. In questi quattro giorni saremo invasi da appassionati da tutta Europa con numeri che negli anni sono sempre stati in crescita e Rallylegend merita il successo che ha. Allora lasciamoci invadere! Sono eventi come questo, in territorio tutto sammarinese che portano con sé un indotto molto importante e danno un forte impulso al nostro turismo.
PAOLO VALLI, ORGANIZZATORE RALLYLEGEND. “Anche questa edizione di Rallylegend ha richiesto un impegno organizzativo molto elevato. Ogni anno lo staff di collaboratori annovera la presenza di professionisti di alto spessore nelle varie funzioni che possono garantire l’ottima riuscita della manifestazione. La collaborazione con le istituzioni politiche e amministrative della Repubblica di San Marino è quanto di meglio un organizzatore possa auspicare. Un ringraziamento particolare va alla Segreteria di Stato Istruzione e Sport che ha fornito il pieno supporto alla nostra 16° edizione così come un plauso va alle forze di polizia (Gendarmeria e Polizia Civile) con le quali intratteniamo stretti rapporti di collaborazione e che ci aiutano a garantire la buona riuscita di Rallylegend. La presenza di sponsor di altissimo livello, che voglio ringraziare, ha dato uno slancio di orgoglio a noi organizzatori nel vedere un così grande interesse da parte delle aziende che ci supportano e permettono la crescita dell’evento. Vi è ormai nella popolazione sammarinese la consapevolezza della grande importanza che Rallylegend riveste per l’immagine e l’indotto che crea al paese, ciò comporta che anche a seguito di una efficace preventiva comunicazione del programma dell’evento lo stesso sia vissuto da tutti i cittadini residenti con grande positività e pochi disagi. Rileviamo come la richiesta di accrediti e le informazioni per poter assistere sia assai crescente segno di una forte passione per i motori che varca addirittura i confini europei. Ci auguriamo di poter emozionare gli appassionati di rally anche in questa edizione e che tutta la manifestazione si svolga in piena sicurezza per tutti.”
VITO PIARULLI, ORGANIZZATORE RALLYLEGEND. “Anche quest’anno la manifestazione fa registrare, nonostante le numerose e importanti concomitanze, un numero di iscritti di tutto rispetto: 150 equipaggi con nomi di grande livello, come ormai Rallylegend da tempo ci ha abituati ad avere. A tutto questo si aggiungono la Martini Parade e la celebrazione dei 50 anni di storia di Martini Racing, con lo sguardo rivolto al mondo rally, ma con una presenza di altissimo livello, per la presenza Martini in Formula 1 e nelle gare Endurance iridata, con due miti quali Riccardo Patrese e Michele Pirro. A questo proposito voglio ringraziare Martini che ha scelto di celebrare ufficialmente il 50 anniversario attraverso il nostro evento.
La grande sfida di questa edizione, e di quelle degli anni a venire, sarà portare a questa grande vetrina nuove leve che possano sostituire i grandi campioni nelle prove a tempo, per lasciare a piloti del calibro di Kankkunen, Biasion, Alen e tanti altri, il piacere di rincontrarsi e incontrare il pubblico. guidando nelle Martini Parade senza pressione alcuna. A dare battaglia in prova speciale o a fare spettacolo tra le Legend Stars ci saranno i piloti del mondiale rally come Kris Meeke e Craig Breen e campioni del recente passato quali Mikko Hirvonen”
MAURO ZAMBELLI, DIRETTORE DI GARA. “E’ un impianto di sicurezza estremamente solido quello che, assieme alla Gendarmeria e alla Polizia Civile sammarinesi, viene messo in campo per questa 16° edizione di Rallylegend. Sul percorso, nei tre giorni, si avvicenderanno oltre 800 commissari di percorso che, con uno

staff di prim’ordine della Direzione gara e la squadra delle vetture di sicurezza, vigileranno sul percorso che i concorrenti si troveranno a percorrere. Sono stati fissati protocolli di intervento coordinato al fine di ottimizzare i tempi di reazione per gli interventi in caso di criticità.
Per quanto riguarda il percorso, invece, la prova speciale “Le Tane” è stata sostituita con la “Piandavello”, soprattutto con l’obiettivo di dare maggiore respiro alle zone del territorio che negli ultimi anni erano interessate da una grande concentrazione di prove.”
SERGIO SCHINAIA, RESPONSABILE INFRASTRUCTURES & OPERATIONS NORD EST DI TIM. “Tim accende insieme a Nokia i motori del 5G in occasione della sedicesima edizione di Rallylegend, che prende il via oggi a San Marino. L’evento rappresenta infatti una importante occasione per mostrare, anche al grande pubblico degli appassionati delle auto, alcune delle principali applicazioni che sfruttano le potenzialità della rete mobile di nuova generazione, nell’ambito del progetto “San Marino 5G” che punta a fare della Repubblica del Titano il primo Stato 5G d’Europa.
Il 5G sarà un fattore abilitante per una serie di servizi in grado di rivoluzionare la vita dei cittadini, consumatori e imprese, realizzando ambienti in cui tutto sarà più smart e connesso. Grazie a questa nuova tecnologia, TIM si pone l’ambizioso obiettivo di guidare lo sviluppo tecnologico del Paese
Nello stand Nokia, invece, saranno mostrate alcune applicazioni di “guida remotizzata”: modellini di auto che si muoveranno in maniera autonoma e indipendente all’interno di un circuito e che, grazie alle performance del 5G, rileveranno in tempo reale situazioni impreviste di pericolo, quali ostacoli e rallentamenti nel percorso, adottando gli opportuni accorgimenti”.
FUNIVIA. In vista del suggestivo riordino previsto per la serata di venerdì 12 nel centro storico di San Marino la funivia prolunga l’orario di apertura fino alle ore 1,30 di sabato 13 ottobre al fine di agevolare gli spostamenti dei tanti appassionati evitando così il crearsi di lunghi incolonnamenti.

Dario. Furlan




SEEYOUSOUND PISA – 23 – 27 ottobre 2018

La tappa di Pisa di SYS ON THE ROAD si terrà dal 23 al 27 ottobre ed è il risultato della stretta collaborazione tra Seeyousound e due realtà locali di grande tradizione, Cinema Arsenale e Cinema Lumiere, coproduttrici di questa rassegna. Realtà differenti ma accomunate dal desiderio di sperimentare e che hanno unito le proprie forze e competenze per creare questa prima edizione. Uno sforzo congiunto che ha dato i propri frutti tanto dal punto di vista della direzione artistica che sul fronte organizzativo e logistico.

Il palinsesto proporrà una panoramica sulle prime quattro edizioni di Seeyousound Torino, arricchita da una selezione di anteprime: in tutto dieci film internazionali, le cui proiezioni si terranno al Cineclub Arsenale, punto di riferimento per gli appassionati di cinema di Pisa e non solo, attivo dal 1982. Ogni film sarà accompagnato da Q&A con gli autori, performance musicali, dj set e incontri con personalità e artisti del territorio, per coinvolgere quanto più possibile il tessuto locale, senza rinunciare al respiro globale. La programmazione dei film è articolata in tre fasce: la prima, quella del tardo pomeriggio, in cui le proiezioni saranno accompagnate da una introduzione critica; la fascia della prima serata, in cui saranno ospitati Q&A e performance live; e infine la seconda serata, in cui le proiezioni saranno invece precedute da un momento conviviale nel foyer, con un dj-set a tema.

Una programmazione che copre generi musicali molto diversi tra loro, dalle atmosfere neoclassiche di Ryuichi Sakamoto fino all’elettronica dei Daft Punk, in modo da venire incontro ad un pubblico diversificato. Da segnalare in palinsesto l’anteprima del film Saremo Giovani e Bellissimi di Letizia Lamartire, reduce dal Festival di Venezia e che verrà presentato alla presenza del cast e con una performance live di Emma Morton, autrice della canzone della colonna sonora, e l’anteprima di Sympathy for the Devil, il documentario sui Rolling Stones girato da Jean-Luc Godard nel ‘68 e che qui sarà presentato in versione restaurata in occasione del cinquantennale. Ospite della serata inaugurale sarà Boris Benko dei Laibach,prima band straniera ad esibirsi in Corea del Nord, nel 2015.

Sempre al Cineclub Arsenale, in Sala 2, saranno ospitati i panel di questa prima edizione: il venerdì un incontro con Silvia Clo Di Gregorio, regista e attrice di alcuni dei videoclip più popolari della nuova scena musicale italiana, il sabato invece un seminario su Metropolis (film che verrà poi sonorizzato) ideato in stretta collaborazione con Acit Pisa e docenti dell’Università di Pisa. Il foyer del cinema ospiterà invece una mostra di tavole e illustrazioni a tematica musicale del celebre fumettista Tuono Pettinato, già collaboratore di riviste come XL e Linus e autore di numerose graphic novel di successo tra cui Nevermind e We Are the Champions.

Performance e live show si terranno all’ex-cinema Lumière, il cinema più antico d’Italia e che oggi ospita eventi dal vivo di rilevanza internazionale. Il venerdì sera a esibirsi sarà Yakamoto Kotzuga, giovane producer, compositore e sound designer veneziano: il suo ultimo album, Slowly Fading, è nato da una performance A/V in collaborazione con l’artista visivo Furio Ganz e commissionata dalla Biennale di Venezia.

Il sabato invece a chiudere il programma sarà il compositore messicano Murcof, nome di punta della scena elettronica mondiale, che presenterà la sua sonorizzazione della versione restaurata del film Metropolis.




BergamoScienza: inaugurata la XVI edizione

Dopo il successo di pubblico della scorsa edizione con 153.141 presenze, il festival di divulgazione scientifica BergamoScienza inaugurerà la sua XVI edizione sabato 6ottobre e proseguirà, per 16 giornate, fino al 21 ottobre.

Ideata e organizzata dall’Associazione BergamoScienza, la rassegna propone anche quest’anno conferenze, laboratori interattivi, spettacoli, mostre – più di 160 incontri tutti gratuiti – con scienziati di fama internazionale, tra cui il Premio Nobel per la Medicina 2006 Craig Cameron Mello.

Protagonista assoluta la scienza, affrontata come sempre con un linguaggio accessibile a tutti, in tutte le sue diverse componenti: dalla fisica, alla chimica, dalla tecnologia alle neuroscienze, dalla medicina alla biologia, ma anche musica, teatro e letteratura. Grandi scoperte, incontri ed emozioni creeranno un intreccio di sapere e spettacolo per promuovere e diffondere la cultura scientifica in un pubblico ampio.


«Attraverso le attività del festival – dichiara Raffaella Ravasio, nuovo presidente dell’Associazione BergamoScienza – intendiamo trasmettere la consapevolezza di quanto sia importante che il sapere scientifico possa svilupparsi liberamente e le sue applicazioni essere usate per costruire per tutti una vita dignitosa. Il festival è costruito insieme alla città, alle istituzioni e alla gente; in qualche modo, per un paio di settimane, si vibra all’unisono: pubblico adulto, ragazzi, volontari. BergamoScienza esiste solo grazie a chi, istituzioni e soprattutto aziende, ci aiuta materialmente e grazie ai volontari che lavorano per organizzare il festival in modo assolutamente gratuito. La ricompensa è la gioia di fare insieme qualcosa di bello e utile per crescere come persone e come territorio. La cifra di BergamoScienza – conclude Raffaella Ravasio – è il coinvolgimento di tutti e la tensione alla qualità per tutti. Perché la scienza è un gioco molto serio».

A seguire alcuni eventi di spicco. Il programmacompleto è consultabile sul sito del festival.

Weekend inaugurale

L’apertura della XVI edizione del festival, sabato 6 ottobrealle ore 17 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo, sarà affidata a due personaggi d’eccezione: lo scrittore e sceneggiatore inglese Ian Russell McEwan e il neuroscienziato Ray Dolan. McEwan è autore di romanzi di successo nei quali emerge una mirabile capacità di indagare la mente umana. Dolan, graditissimo ritorno al festival, guida il gruppo di ricerca sul rapporto tra cognizione, emozioni e disturbi psichiatrici all’University College di Londra. Insieme saranno protagonisti di Le emozioni tra scienza, cervello e letteratura, un dialogo lungo il confine netto, eppure incredibilmente poroso tra scienza e letteratura.

Jurassic Park e le sue rappresentazioni cinematografichehanno plasmato il nostro modo di vedere i dinosauri e l’ideache abbiamo sul loro aspetto, sulle loro abitudini e sul loro comportamento. Cosa c’è di esatto e cosa di sbagliato in quella rappresentazione? Ne parlerà domenica 7 ottobre alle ore 16 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo in Riscoprire i dinosauri il paleontologo statunitense Jack Horner, uno dei massimi esperti di dinosauri. A Horner è ispirato il personaggio di Alan Grant, paleontologo interpretato da Sam Neil in Jurassic Park di Spielberg, di cui fu anche consulente scientifico. Alla luce delle sue ricerche spiegherà quali fossero gli errori in quel film e come nelle successive versioni, ad esempio inJurassic World, siano stati corretti e cosa invece di sbagliato è rimasto per soddisfare i criteri di spettacolarità.