Conferenza stampa di Monti: lavoro e crescita

La conferenza stampa di fine anno del Presidente del Consiglio si apre con la consegna a Mario Monti, fino ad oggi giornalista pubblicista, del tesserino di giornalista professionista da parte del Presidente dell’Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino che ha parlato della problematica della possibile abolizione della figura del pubblicista, “linfa vitale per l’informazione”. In risposta il premier si è detto molto attento ad una stampa libera, indipendente e articolata aprendo la disamina della politica del Governo per il consolidamento dei conti pubblici e per la crescita.

I nuovi obiettivi da raggiungere dal Governo saranno incentrati sulle liberalizzazioni e sulla concorrenza, ponendo l’equità come leva della crescita del Pil necessaria per sostenere la necessità di pareggio del bilancio entro il 2013 e la stabile riduzione del debito pubblico. Le riforme sul tavolo del Governo riguardano: catasto, giustizia e lavoro nell’ambito dell’apertura alla concorrenza e al mercato del lavoro. La riforma del catasto dovrebbe essere una nuova arma per la lotta all’evasione fiscale e per rendere la tassazione adeguata alla realtà effettiva. In argomento giustizia, il premier ha confermato l’intenzione di intervenire sulla giustizia civile in quanto il suo buon funzionamento è tra i primi criteri per attirare gli investimenti stranieri e per garantire equità e giustizia nel fondamentale rapporto debitore-creditore. Per quanto riguarda il lavoro ci sarà una riforma in due fasi tra gennaio e febbraio con l’obiettivo di superare il dualismo del mercato del lavoro in Italia e le sue incertezze interpretative; il Governo non considererà “il lavoro una risorsa al pari di prodotti e servizi considerando le misure per valorizzarlo e incoraggiarne l’uso”. Sulla riforma delle pensioni saranno presi provvedimenti a favore dei lavoratori messi in mobilità con le vecchie regole.

In chiusura il Presidente del Consiglio ha dichiarato che a gennaio l’Italia interverrà sul piano internazionale sulla questione dei trattati con la Libia e della situazione dell’Iran.

Federico Gangi
federico.gangi@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata




POLITICHE GIOVANILI, PUBBLICATO IL NUOVO BANDO DELLE IDEE

C’è tempo fino al 30 gennaio per presentare domanda

Il Comune ha stanziato 16 mila euro per sostenere progetti

di promozione della creatività e dell’autonomia giovanile

Sostenere i giovani nella realizzazione di progetti di promozione della creatività e dell’autonomia giovanile. Con questo obiettivo il Comune di Udine ha pubblicato un avviso pubblico per la concessione di contributi ad hoc in favore di specifiche iniziative di associazioni e gruppi giovanili. Per poter accedere ai fondi i progetti presentati possono essere già stati realizzati nel secondo semestre 2011 oppure da concretizzare entro il mese di settembre 2012. Il bando, che mette a disposizione complessivamente 16 mila euro, scade il 30 gennaio 2012 e si rivolge ad associazioni e gruppi giovanili composti da persone di età 14-35 anni.  Due i “formati” di contributo che erogherà l’amministrazione: il Bip (Bando idee piccolo con un tetto massimo fino a 1.500 euro), dedicato alle iniziative rivolte alla popolazione giovanile con finalità di promozione del protagonismo e della creatività giovanile, e il Big (Bando idee grande con tetto massimo fino a 3 mila euro), che finanzierà i progetti destinati a tutta la popolazione, finalizzati alla lettura e al cambiamento del territorio urbano secondo un approccio creativo e ludico. Per maggior informazioni: Agenzia Giovani del Comune di Udine (tel.: 0432-271305/663 – www.comune.udine.it).

La redazione




CAPODANNO CON ANTONIO CORNACCHIONE

SARÀ LA FRIZZANTE IRONIA DEL COMICO A CELEBRARE LA FESTA PIÙ ESILARANTE DEL TRIVENETO Un Capodanno speciale.


Simpatico, divertente, pungente, il celebre comico sarà sabato 31 dicembre sul palco del Palasport Carnera di Udine per la festa di Capodanno più esilarante del Triveneto, che fa dell’evento udinese un imperdibile appuntamento per chi vuole passare una serata diversa dalle solite, per chi cerca un Capodanno intelligente ad un prezzo contenuto e per chi vuole aprire l’anno con delle sane risate. Considerando che l’eclettico artista è lontano dalle scene da qualche anno, lo spettacolo di Capodanno sarà anche un’occasione per rivedere sul palco ANTONIO CORNACCHIONE, uno dei più importanti comici dell’ultimo decennio celebre per essere stato uno dei protagonisti di numerose edizioni di Zelig e ospite per diversi anni di Fabio Fazio nel programma “Che tempo che fa”.  A quattro anni di distanza dal fortunato spettacolo “Povero Silvio” che ha conquistato le platee di numerosissime città italiane, ANTONIO CORNACCHIONE torna a lavorare con e per “il miglior Presidente del Consiglio degli ultimi 150 anni”: Silvio Berlusconi. Ma l’ex presidente non è che uno degli ingredienti dello spettacolo. Dalle ore 22:00 (apertura porte ore 21:00) sino oltre mezzanotte CORNACCHIONE

si confronterà in maniera strabica con la realtà italiana, raccontata dallo stesso comico e musicata da Carlo Fava, solida figura del teatro canzone e campione in carica degli imitatori di Joseph Ratzinger. I due complici duettano su massimi e minimi sistemi, rileggendo con ironia i tempi curiosi che andiamo vivendo, crisi compresa: un modo diverso per salutare l’inizio dell’anno nuovo! E dopo il brindisi, offerto a tutti i presenti, gli spettatori che vorranno intrattenersi saranno allietati piacevolmente fino alle 2 del mattino dalla musica di Emanuele Termini, in collaborazione con Radio MetròBerlusconi e Cornacchione hanno stretto un patto di mutuo soccorso e in questo momento quello che ha più bisogno di aiuto è senz’altro l’ex Premier. Per questo l’amico Cornacchione ha deciso di scendere di nuovo in campo, armato solo di amore e di carità, per difendere Silvio dai cattivi che non gli vogliono bene e per far trionfare le armate del Bene contro le orde del Male. Dove hanno fallito i suoi avvocati e suoi tanti portavoce, Cornacchione vincerà, grazie alla sola forza dell’Amore. Ma se Berlusconi cerca di fare un passo indietro, di spegnere i riflettori accesi su di lui dai compagni europei e soprattutto per non far coincidere troppi processi sulla sua persona, allora è necessario rispettare la sua scelta e parlare di tutto pur di non parlare di lui. E allora si parla di gossip con le “orgettine”, di “informazione” di Vespa e Minzolini, di Brunetta e alla fine Berlusconi non è che uno degli ingredienti dell’esilarante spettacolo dedicata a lui.  Temi di scottante attualità, trattati con lo sghignazzo complice di due vecchi amici (tre, contando Sivlio) che si cantano addosso, si parlano addosso, si criticano addosso, lavorando con autoironia sui rispettivi difetti. Così Antonio insegna a Carlo come uscire dalla nicchia della musica d’autore e Carlo suggerisce ad Antonio i segreti dei vari Telegiornali partendo dalla loro musicalità interiore. Per finire con un omaggio al grande Giorgio Gaber, con un pezzo più che mai attuale. “Silvio c’è?” è uno spettacolo che non fugge dall’attualità, ma la affronta perché in fondo l’attualità è solo la storia da piccola. Per chi comprende che tutto deve cambiare perché nulla cambi. Silvio c’è, ancora (!) e ha instillato qualcosa di lui in noi, compito della satira riconoscerlo, riderne e aiutarci a cambiare.  I biglietti per la festa di Capodanno (prezzi da 30 a 40 euro, più diritti di prevendita) sono ancora acquistabili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion (www.azalea.it) e online su www.ticketone.it

PREVENDITE AUTORIZZATE AZALEA PROMOTION:

UDINE Angolo della Musica Via Aquileia, 89 tel. 0432 505745, Edicolè c/o Centro Commerciale Terminal Nord Viale Tricesimo tel. 0432 425598; Libreria Ribis Via Paolo Canciani, 14 tel. 0432 505282; CIVIDALE DEL FRIULI News & Toys P.tta Zorutti, 2 tel. 0432 733968; PRADAMANO Edicolandia Pradamano c/o Centro Commerciale Bennet tel. 0432 670135; TRICESIMO Foto Flash Piazza Garibaldi, 5 tel. 0432 854242; GEMONA DEL FRIULI Edicolè via Burgi c/o Centro Commerciale Le Manifatture tel. 0432 970082; MAJANO Pro Majano Via Zorutti, 4 tel. 0432 959060; CODROIPO Centro Della Musica Via Piave, 71 tel. 0432 905635; TARVISIO Consorzio Tarvisiano Via Roma, 14 tel. 0428 2392; LATISANA Azalea Promotion Via Giovanni Agnelli, 1 tel. 0431 510393; LIGNANO SABBIADORO Vodafone Sostero Via Gorizia, 2/D tel. 0431 721294; TRIESTE Ticket Point Corso Italia, 6/C tel. 040 3498277; Radio Attività Via Campo Marzio, 6 tel. 040 304444; GORIZIA Mercatino del Cellulare Via Crispi, 6/C tel. 0481 534005; MONFALCONE Edicolandia Centro Commerciale Emisfero; PORDENONE Musicatelli Piazzale XX Settembre, 7 tel. 0434 523039, Bar Cristallo C.so Garibaldi, 63/D tel. 340 5038755; Libreria del Centro Borgo S. Antonio, 2 tel. 0434 1705721; SACILE Music Box Via Garibaldi, 83 tel. 0434 72693; SPILIMBERGO Edit Srl Viale Barbacane, 17 tel. 0427 51230; CERVIGNANO DEL FRIULI Wipeout Snow & Surf via Lung’aussa, 20; TREVISO La Ghirada Ufficio Ticketing Strada di Nascimben, 1/b tel. 0422 324382; Vagginmente via G. D’Annunzio, 3/b tel. 0422 1782376; Supermercato del Libro via Castellana 37/L-M tel. 0422 432752; CASTELFRANCO VENETO L’Opera al Nero Via Garibaldi, 14 tel. 0423 497790; CONEGLIANO Jungle Records Via Matteotti, 31 tel. 0438 410746; MONTEBELLUNA Compact Via S. Pellico, tel. 0423 300377; VITTORIO VENETO Medina Viaggi Piazza FIume, 15 tel. 0438 912532; BELLUNO Scoopio Spettacoli Piazza dei Martiri, 2 tel. 0437 948874; FELTRE Discone Parteli Piazzale della Lana, 6 tel. 0439 2051; JESOLO Jesolo Turismo Piazza Brescia, 4/b tel. 0421 370688, Intras Travel Company via Verdi, 27 tel. 0421 371700; MESTRE Libreria del Centro via Garibaldi, 1/B tel. +39 041 5343527; PRAMAGGIORE Telecenter via Belvedere, 21 tel. 0421 200562; SAN DONÀ DI PIAVE Musicanova Via Risorgimento, 9 tel. 0421 53215; NOVA GORICA Rock’ n ‘Roll Delpinova, 7° 0038 65 3001301; KLAGENFURT Event & Ticket Shop 8. –Mai-Strasse 19, tel. 0043 6642784835.

Per informazioni: Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

Ufficio Stampa Azalea Promotion: Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it




Si abbassano i rendimenti semestrali. Oggi Consiglio dei ministri

Ventotto dicembre, giorno del Consiglio dei ministri che probabilmente discuterà su liberalizzazioni e infrastrutture, il Tesoro colloca nove miliardi di titoli di Stato all’asta causando l’abbassamento del rendimento al 3,2%, lo spread cala a 490 punti. Domani conferenza stampa dove il premier potrà illustrare i punti della fase due, il sei gennaio vertice Italia-Francia a Parigi sull’euro, a metà gennaio un nuovo incontro Francia-Italia-Germania.

A Natale lo spread tra Btp e Bund era tornato a 502 punti  base e il prossimo anno dovranno essere rifinanziati 350 miliardi di euro di titoli di Stato, il tasso decennale Cct e Bot era, fino ad oggi, al 7% mentre il rendimento. I 500 miliardi investiti dalla Bce nelle banche ad un tasso del 1% potrebbero non essere utilizzati dagli istituti di credito per comprare Btp e Bonos spagnoli costringendo la Banca centrale europea a ulteriori misure. Inoltre, per quanto riguarda le retribuzioni, il triste record per il divario salari-inflazione si aggiunge a quasi trenta accordi sindacali in attesa di rinnovo.

Federico Gangi




Come godersi le feste senza ingrassare

Con il 25 di dicembre trascorso ed il cenone di Capodanno ormai alle porte.

Per moltissime persone questo periodo è il più stressante dell’anno. Lo stress può derivare da moltissimi fattori: la corsa ai regali, che si traduce da un lato con l’ansia di non fare in tempo a trovare tutti i regali, dall’altro, di dover spendere troppi soldi per farli;  il fatto di essere costretti a incontrare parenti che per tutto l’anno si cerca di evitare; il discutere e decidere dove passare il natale, se con i genitori, con i suoceri… e infine l’ansia di dover mangiare in modo esagerato, quindi di prendere peso o peggio stare male a causa di svariati disturbi legati al sistema gastrointestinale. Se per molti aspetti non posso aiutarvi (spesso le problematiche sono molto soggettivi), riguardo pranzi e cene di natale i miei consigli potrebbero esservi di grande aiuto.

Intanto ricordiamoci che non è il Natale a farci ingrassare, ma piuttosto i 360 giorni precedenti. Quindi non è qualche fetta di panettone in più o il pranzo a casa della suocera a crearci problemi.

Importate è che in questo periodo quando si va a fare la spesa si faccia attenzione a non farsi tentare

 




LE FERROVIE “FESTEGGIANO” CON I PENDOLARI : CIOE’ GLI FANNO LA “FESTA!”

Non ci voleva un veggente, ne un catastrofico presagio alla Nostradamus, per capire come sarebbe partita la settimana “feriale” tra Santo Stefano e Fine Anno 2011. Il primo viaggio di martedì 27 dicembre 2011, per chi parte dalle stazioni di Udine e Gorizia, comincia con una bella “sorpresa”- sarà stato un pensiero gentile di Babbo Natale oppure il rimasuglio dei bagordi culinari delle giornate del “25 dic: Natale” e del “26 dic: Santo Stefano”, stamane gli unici treni per pendolari assicurati già con orari ridotti verso Udine si sono volatilizzati. Purtroppo non possiamo neanche dare la colpa  della sparizione alla nebbia o ad abbondanti nevicate solite in questo periodo. Già anche il clima con le sue bizze primaverili, non permette ai solerti signori delle Ferrovie Italiane di incolpare una volta di più il tempo per la carenza di convogli sul tratto Udine-Trieste. Tra corse scomparse per l’orario invernale quasi festivo, e per la soppressione dei pochi convogli diretti da Udine al mare, oggi è stato un inferno. La soppressione del regionale veloce delle 6,3O è stata consolata dalla soppressione del regionale per Venezia delle 6,47 (dove i passeggeri sono stati fatti scendere dal convoglio già in partenza per soppressione dello stesso). Il treno che doveva giungere a Trieste alle 7,40 da Udine si è volatilizzato prima dai binari e successivamente dalla Stazione e la partenza posticipata alle 6.55 si è confermata come il viaggio di un locale “tradotta” con tutte le fermate, poco mancava che il treno si fermasse anche ai pochi casellanti dislocati lungo il percorso forse con l’onere di fare gli auguri. Comunque per ben ricompensare i soliti pendolari del disturbo arrecato con la loro presenza in stazione una volta saliti sul convoglio un tepore natalizio ha accolto gli utenti – basti pensare che la temperatura dei vagoni permetteva quasi di ricordare il caminetto accesso della santa notte in attesa dell’omone rosse con barba e sacco dei regali. Grazie Ferrovie Italiane, siete il vanto di utenti felici e gaudenti che non aspettavano altro di iniziare la settimana con gioia ed allegria dopo la noia di alcune giornate passate nella normalità e nel calore della famiglia lontane da Voi. I vostri utenti riconoscenti ancora una volta ringraziano per la “festa” ad Essi riservata.

 

Dai pendolari della tratta UDINE- TRIESTE

lettera firmata)




CAPODANNO IN PIAZZA CON MUSICA, BALLO E FUOCHI PIROTECNICI

Musica, ballo, divertimento e l’immancabile spettacolo pirotecnico dal colle del castello. Sono questi gli ingredienti miscelati con sapienza dall’ufficio Turismo del Comune e dalla Pregi srl per la grande festa di Capodanno in programma in piazza Primo Maggio a Udine. “Grazie al lavoro di squadra – commenta il vicesindaco e assessore comunale al Turismo, Vincenzo Martines – anche quest’anno proponiamo un ricco programma per la tradizionale festa di fine anno in piazza. Siamo particolarmente soddisfatti di aver confermato questo appuntamento dedicato a cittadini e visitatori nonostante le difficoltà legate alla recessione economica”.  I festeggiamenti per la notte di San Silvestro inizieranno già alle 22 con la musica del dj Stefy De Cicco e l’animazione del vocalist Igor Pezzi, introdotti sul palco dalla giornalista e presentatrice Marina Presello, che accompagnerà il pubblico per tutta la serata verso il conto alla rovescia per il 2012. Dalle 23 partirà invece l’esibizione della cover band “Absolute 5”, con successi musicali pop, rock, disco e revival anni 70, 80, 90 e fino ai generi attuali, per un coinvolgimento musicale e di animazione totale rivolto a tutti i target di pubblico. Già semifinalista dell’edizione 2011 della trasmissione Mediaset “Italia’s got talent”, il gruppo è composto da cinque elementi ed è una delle band più richieste in Friuli e non solo.  A un quarto d’ora dalla mezzanotte sul palco allestito in Giardin Grande salirà il sindaco di Udine Furio Honsell, insieme con il vicesindaco Martines, per i tradizionali auguri alla città. Un maxi orologio proiettato sullo sfondo del palco scandirà il countdown verso il 2012, fino all’immancabile brindisi di mezzanotte. Come da tradizione il nuovo anno sarà salutato dai fuochi d’artificio sparati dal colle del castello. Lo spettacolo pirotecnico, offerto dal Comune, sarà  curato dalla ditta Parente di Melara.  La serata in piazza continuerà poi con un non stop di animazione musicale fino a notte fonda per far scatenare il pubblico sulle note dei più famosi e coinvolgenti successi musicali di tutti i tempi. Gli Absolute 5 daranno ancora una volta fondo al proprio ricco repertorio, per un coinvolgimento a 360 gradi e per tutti i target di pubblico. L’ultima mezzora di intrattenimento, dall’1.30 alle 2, sarà affidata di nuovo a dj Stefy De Cicco, che proporrà una carrellata di grandi successi pop-dance spaziando da Shakira a Madonna, dai Black Eyed Peas a Bob Sinclair.

La redazione




E’ vissuto e morto da Partigiano

Ormai dopo due giorni di ricordi e malinconia, anche noi autori una piccola testata web, ci associamo al lutto che ha colpito l’intera area di pensiero e idee che sono stati profusi dalla fucina di pensiero qual’era Giorgio Bocca, un giornalista ed un pensatore tra le grandi firme italiane che per oltre un cinquantennio ha saputo con ironia e senza asservimento raccontare quotidianamente i mali di una giovane repubblica e di tutte le malefatte dei suoi governi. Come spesso diceva se gli eventi non lo avessero costretto ad esser partigiano, forse avremmo avuto una firma in meno ed un censore muto per gli anni più orribili della nostra genesi repubblicana. Sarebbe stato forse un eccellente avvocato del foro di Cuneo , ma avremmo perso un analista così severo dei costumi e delle scelte degli  ultimi decenni della nostra vita sociale e politica. Partigiano con un arma in mano durante la resistenza , e partigiano tutta la vita con una penna in mano e la sua solitudine caratteriale con cui ha insegnato a tanti, che il mestiere del giornalista non è quello della banderuola che gira a seconda del vento più o meno proficuo ai propri interessi, ma sempre con coerenza anche sapendo di essere a volte considerato una chimera o uno scomodo pensatore ha sempre detto la sua. Grande maestro di penna , come Enzo Biagi, e come Indro Montanelli, con Lui si spegne una delle figure più illuminanti di un mestiere che sembra diventato ” la moda dell’apparire” dell’apparire ad ogni costo e non di commentare con le idee ed i fatti. Ormai per molti essere giornalista vuol significare appartenere ad una cerchia di eletti, non più essere un cronista di cose ed eventi che debbano essere condannatti o esaltati per il bene comune, ma piuttosto per accontentare chi gestisce la cosa pubblica. Ecco perchè con Giorgio Bocca è facile dichiarare che è vissuto da partigiano anche dopo la resistenza. La sua è stata una battaglia continua contro il consumismoe contro la sempre più bassa grettezza culturale che ha affossato ideali ed etiche umane avvicinando la nostra generazione a quella di adulatori di effimere ricchezze ed effimeri traguardi. Salutiamo con la sua dipartita una genia di uomini che hanno difeso fino alla fine uno stile di vita non certo retorico , ma umano nel senso vero della parola umanità quello che si rivolge al pensiero e alla forma di vita diversa dall’esistenza della bestia non pensante.

Enrico Liotti

enrico.liotti@ildiscorso.it

Riproduzzione riservata

 




RIPRENDERÀ A FEBBRAIO IL TOUR DI LORENZO JOVANOTTI

Dando seguito al tweet (“Trieste. La mia musica ricomincerà da questa città. Ringrazio tutti. Quello che è accaduto non sarà mai dimenticato. Francesco nel cuore”) pubblicato ieri sera sul profilo di LORENZO JOVANOTTI, Trident Management comunica che il tour interrotto lo scorso 12 dicembre riprenderà giovedì 2 febbraio 2012 proprio dal PalaTrieste e si concluderà il 29 dello stesso mese a Roma, passando per le città di Bologna, Taranto, Acireale, Caserta, Livorno, Modena, Padova, Rimini, Ancona e Torino.

Da oggi venerdì 23 dicembre tutti coloro che hanno acquistato i biglietti per le date sospese, potranno scegliere se utilizzare i biglietti per le date riprogrammate o chiedere il rimborso, che sarà possibile entro e non oltre il 10 gennaio 2012.

Per informazioni sulle date del tour: TRIDENT MANAGEMENT – www.tridentmanagement.it

Per informazioni sul concerto di Trieste: AZALEA PROMOTION – www.azalea.it – tel. +39 0431 510393

Ufficio Stampa Azalea Promotion: Luigi Vignando – tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it




NATALE CON CHI VUOI… PASQUA CON NOTRE DAME DE PARIS

JESOLO

PALA ARREX (ex Palazzo del Turismo)

da giovedì 5 a domenica 8 aprile 2012

Sono passati esattamente dieci anni dal debutto della versione italiana di NOTRE DAME DE PARIS, l’Opera musicale moderna che con la sua formula innovativa ha svecchiato la scena teatrale e musicale italiana, battendo ogni record e diventando, dopo solo dieci anni, un grande classico.

Per festeggiare questo straordinario evento un nuovo tour che ha debuttato l’11 maggio 2011 nel prestigioso Teatro Regio di Parma, riscuotendo un successo trionfale in tutta Italia. Oltre 150.000 spettatori hanno applaudito le 67 rappresentazioni effettuate nel corso delle undici città finora visitate.

Dopo dieci anni di ininterrotti successi, si conferma, a giusto titolo, un’opera senza tempo che non conosce frontiere, pronta a far sognare di nuovo tante migliaia di spettatori. Nel 2012 riparte con la stessa energia e lo stesso entusiasmo per raggiungere ogni angolo d’Italia: Roma, Jesolo, Milano, Perugia, Bologna e Torino sono solo alcune delle città che potranno applaudire ancora una volta NOTRE DAME DE PARIS.

Ad aprile sarà Jesolo ad accogliere questo straordinario spettacolo con sei appuntamenti imperdibili (organizzati da Zard Media Group, Azalea Promotion e il Comune di Jesolo), in programma da giovedì 5 a domenica 8 aprile 2012 (sabato e domenica anche di pomeriggio) al Pala Arrex (ex Palazzo del Turismo), che già nel 2009 ospitò una sensazionale tournee in grado di coinvolgere migliaia di spettatori provenienti da tutto il Triveneto. Un’opportunità originale per passare le festività di Pasqua!

Sul palco dodici nuove grandi voci pronte a regalare la magia e l’emozione dell’amore tragico e profondo di Quasimodo per la bella gitana Esmeralda. Giovanissimi pieni di talento che già si sono fatti strada nel cuore del pubblico e della critica che li segue: Federica Callori (Esmeralda/Fiordaliso), Alessandra Ferrari (Esmeralda), Lorenzo Campani (Quasimodo/Clopin), Angelo Del Vecchio (Quasimodo), Marco Manca (Frollo), Vincenzo Nizzardo (Frollo), Emanuele Bernardeschi (Clopin), Riccardo Maccaferri (Gringoire), Luca Marconi (Gringoire), Oscar Nini (Febo), Giacomo Salvietti (Febo) e Serena Rizzetto (Fiordaliso).

Oltre quindici milioni di spettatori in tutto il mondo per un successo che si rinnova dal 1998: è il biglietto da visita di NOTRE DAME DE PARIS, l’opera moderna con le musiche di Riccardo Cocciante e i testi di Luc Plamondon, tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo. Un grandioso allestimento che in Italia è stato applaudito da più di due milioni e mezzo di persone di 40 diverse città in ben 915 repliche, a partire dalla sua prima rappresentazione, nella versione originale francese, al FilaForum di Assago il 21 marzo 2001.

Quest’anno l’opera musicale moderna, che ha battuto ogni record, celebre dunque il suo decennale. Un evento che merita di essere festeggiato con un tour ad hoc della versione italiana di NOTRE DAME DE PARIS, quella con i testi adattati alla nostra lingua da Pasquale Panella, che ha debuttato il 14 marzo 2002 al GranTeatro di Roma.

Un tour prodotto dalla Zard Media Group che è partito l’11 maggio scorso da Parma ed approderà nelle città e nelle location più suggestive d’Italia!

Quando andò in scena per la prima volta in Italia, NOTRE DAME DE PARIS era già stato visto ed applaudito in Francia da 3 milioni di spettatori. Tradotto in quattro lingue dal francese, lo spettacolo aveva spopolato in Russia, era andato in scena a Barcellona nella versione spagnola e nel West End londinese, in quella inglese. Ma pochi immaginavano che la versione italiana avrebbe avuto un successo enorme, senza precedenti.

La versione italiana è stata curata da Pasquale Panella, già paroliere di Battisti, che ha riscritto i teti nel rispetto del libretto originale francese ma con una poetica assolutamente intrinseca. I testi accattivanti, assieme alle scenografie mozzafiato, alle influenze pop/rock delle musiche e ad un cast di giovani talenti, hanno portato lo spettacolo direttamente al cuore di un pubblico di ogni età profondamente toccato dai sentimenti che i protagonisti riescono a lasciar trasparire in ogni singola scena.

NOTRE DAME DE PARIS ha introdotto musiche e sonorità inedite, nuovi autori e voci, aprendo la strada a un nuovo corso dello spettacolo.

Giornate ed orari degli spettacoli a Jesolo:

· giovedì 5 aprile 2012 – ore 21:00

· venerdì 6 aprile 2012 – ore 21:00

· sabato 7 aprile 2012 – ore 16:00 e ore 21:00

· domenica 8 aprile 2012 – ore 17:00 e ore 21:00

I biglietti (prezzi da 33 a 63 euro, più diritti di prevendita) per i sei imperdibili appuntamenti sono già acquistabili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion, Ticket One e online su www.ticketone.it

Per informazioni: Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

Ufficio Stampa Azalea Promotion: Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it