martedì , 23 ottobre 2018
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » SETTIMANA DEL PIANETA TERRA: ecco i Geoeventi in Friuli Venezia Giulia!
SETTIMANA DEL PIANETA TERRA: ecco i Geoeventi in Friuli Venezia Giulia!

SETTIMANA DEL PIANETA TERRA: ecco i Geoeventi in Friuli Venezia Giulia!

image_pdfimage_print

Partire per un viaggio alla scoperta del fiume Tagliamento, imbracciare la zappa e scoprire cosa vuol dire diserbare in modo “sostenibile” un filare di vite; conoscere nuovi percorsi per camminare e pedalare dalle Prealpi Giulie alle Alpi Giulie Meridionali e, ancora, comprendere i terremoti, ripercorrendo la storia millenaria del nostro paese, da sempre costellata di eventi sismici distruttivi. Esperienze uniche e completamente gratuite per scoprire e valorizzare il patrimonio geologico e naturale di una regione unica.  Sono solo alcuni dei Geoeventi in programma in Friuli Venezia Giulia dal 14 al 21 ottobre per la Settimana del Pianeta Terra, il Festival delle Geoscienze che, per la sesta edizione, accenderà i riflettori sul patrimonio naturale e geologico del nostro paese con centinaia di iniziative in tutto lo Stivale. Sette giorni di manifestazioni sparse in tutta Italia dedicate alla divulgazione scientifica per diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente e della cura del territorio, ma anche per spiegare il ruolo strategico delle geoscienze nella prevenzione dei rischi naturali e nella salvaguardia dell’ambiente, raccontando l’appassionante mondo della ricerca scientifica.

Realizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del Territorio e del Mare, dell’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e del Consiglio Nazionale dei Geologi, per l’edizione 2018 – Anno europeo del patrimonio culturale –  la Settimana del Pianeta Terra sarà dedicata a “natura e paesaggio” come parte integrante del patrimonio culturale.  Testimonial dell’iniziativa anche quest’anno sarà l’attore Cesare Bocci, il mitico “Mimì” di Montalbano, che in pochi conoscono in qualità di geologo.

Il primo appuntamento de La Settimana del Pianeta Terra in Friuli Venezia Giulia, domenica 14 ottobre, è un Viaggio lungo i paesaggi del Tagliamento dall’Alta alla Bassa Pianura Friulana. Ultimo corridoio fluviale intatto dell’arco alpino, il fiume Tagliamento offre l’itinerario ideale per un interessante geo-viaggio. Dalla Stretta di Pinzano, oltre la quale il re dei fiumi alpini esce dal suo tratto, il percorso proseguirà lungo l’Alta Pianura, percorsa dal fiume con la tipica dinamica a canali intrecciati fino alla fascia delle Risorgive. La giornata si concluderà alla Bassa Pianura, con l’analisi delle storie di antiche e recenti esondazioni per osservare come in questa zona il Tagliamento con il suo andamento meandriforme sia ormai in vista della meta del suo lungo percorso: il mare Adriatico.

Il geo-itinerario – dichiara il naturalista Marco Pascolino – si propone come un vero e proprio viaggio lungo il fiume simbolo del Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa, inserita nel calendario della Settimana del Pianeta Terra, a cura della Professoressa Maria Eliana Poli dell’Università degli Studi di Udine e di ForEst Studio Naturalistico, è un’ottima occasione per fare insieme interessanti scoperte, osservazioni e considerazioni sul Re dei fiumi alpini”.

Ci si sporcherà le mani, lunedì 15 e venerdì 19 ottobre presso l’Azienda Agricola Le Torri di Slivia di Duino-Aurisina (TS), con No glifosate day – una vite senza diserbanti. Dopo aver diserbato, con l’ausilio di zappe e guanti, i filari di vite ricavati dal ripristino ambientale di una ex cava dismessa, si procederà con la visita della grotta “Torri di Slivia”, per conoscere le meraviglie naturali presenti sul territorio e allo stesso tempo promuovere, attraverso pratiche agricole, il diserbo sostenibile. La grotta è infatti simbolo della criticità e della vulnerabilità del territorio carsico, dove l’acqua viene raccolta in profondità senza essere filtrata naturalmente dei propri inquinanti.

“L’evento – spiega Corrado Greco, responsabile del progetto – ha lo scopo di far conoscere le meraviglie naturali presenti sul territorio e allo stesso tempo far capire quanto incidano le attività antropiche superficiali nel sottosuolo. Sentiamo spesso parlare di “ecosostenibilità” ma quanti di noi la pratica veramente e quanti sacrifici comporta. A parole sembra tutto molto semplice e partecipare alla Settimana del Pianeta Terra è un’occasione per far riflettere e chiederci a cosa siamo disposti a rinunciare per il bene del prossimo”.

Nuovi percorsi per camminare e pedalare andando alla scoperta dei geo-siti del Carso Classico saranno presentati venerdì 19 ottobre con l’evento Geovagando e geopedalando in Friuli Venezia Giulia presso la sede del Centro didattico naturalistico di Basovizza, insieme ad un excursus sulle attività di divulgazione e promozione del patrimonio geologico svolte dagli uffici regionali. I due libretti “Geovagando nelle Prealpi Giulie e Alpi Giulie Meridionali” e “Geopedalando dalla foce del Tagliamento a quella dell’Isonzo”, redatti dal Servizio geologico della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Divulgando s.r.l., si aggiungono alle altre pubblicazioni geo-divulgative, disponibili gratuitamente sul sito della Regione che descrivono i percorsi per gli amanti delle camminate e delle pedalate.  Perché ci sono i terremoti? Come funzionano? Perché avvengono sempre nelle medesime zone? Che cos’è la carta di pericolosità sismica italiana? Queste le domande a cui cercherà di rispondere il seminario dal titolo Terremoti: conoscere per capire, conoscere per convivere che chiuderà sabato 20 ottobre la Settimana del Pianeta Terra in Friuli Venezia Giulia nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Trieste. Organizzato dall’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, sezione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Geo-scienze dell’Università di Trieste, il convegno ripercorrerà la storia millenaria del nostro paese, da sempre costellata di eventi sismici distruttivi. Non c’è soluzione al problema, i terremoti ci sono stati e ci saranno sempre. L’unica soluzione possibile passa dalla consapevolezza, dalla conoscenza e dalla volontà di volersi difendere.

Per conoscere tutti gli eventi, visitare il sito www.settimanaterra.org

Di seguito, il dettaglio dei Geoeventi in Friuli Venezia Giulia

Domenica, 14/10/2018 – Ore 8.30 – Escursione

Parcheggio Scambiatore, Via Chiusaforte, Udine

Iscrizione obbligatoria entro il 20/10/2018, gratuita 

Lunedì, 15/10/2018 – Venerdì, 19/10/2018 – Ore 9.00 – Attività e visita guidata

Azienda Agricola Le Torri di Slivia, Aurisina Cave 62/A, Duino-Aurisina (TS)

Iscrizione obbligatoria entro il 14/10/2018, gratuita 

Mar, 16/10/2018 Ore 9.00 – Lezioni in classe ed escursione

Scuole dei Comuni del Parco, Vari indirizzi, Resia e Moggio Udinese (UD)

Iscrizione non necessaria, ingresso libero 

Venerdì, 19/10/2018 – Ore 11.30 – Presentazione e visite guidate

CDN – Centro didattico naturalistico di Basovizza Loc. Basovizza 224,

BASOVIZZA (TS), Trieste

Iscrizione non necessaria, ingresso libero 

Venerdì, 19/10/2018 – Ore 18.30 – Conferenza

Auditorium Scuola Secondaria di Primo Grado “Pellegrino da San Daniele”,

Via Kennedy 11, San Daniele del Friuli (UD)

Iscrizione non necessaria, ingresso libero 

Sabato, 20/10/2018 – Ore 11.45-12.45 – Conferenza/Seminario

Aula Magna dell’Università degli Studi di Trieste, III piano Edificio Centrale,

Piazzale Europa 1, Trieste

Iscrizione non necessaria, ingresso libero 

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top