lunedì , 18 Novembre 2019
Notizie più calde //
Home » Attualità » Periodo nero per il volley novarese di A1
Periodo nero per il volley novarese di A1

Periodo nero per il volley novarese di A1

image_pdfimage_print

Anche ieri sera, nulla da fare per l’Igor Volley Novara che non ha saputo esprimere il suo grande livello pallavolistico nel turno infrasettimanale del campionato di serie A1 contro Savino del Bene Scandicci. Il periodo, tutt’altro che brillante per la squadra di Fenoglio, continua: dopo l’eliminazione dalla final four di Coppa Italia e la imagesconfitta di domenica scorsa contro il Conegliano, le novaresi non riescono ad imporsi, patendo sia sul piano tecnico che, soprattutto, dal punto di vista mentale e di atteggiamento. A nulla sono valsi i tentativi del primo coach di spronare le ragazze, di incentivarle a reagire e a ritrovare la motivazione e la grinta di portarsi a casa la vittoria, a maggior ragione tra le mura amiche e con i propri tifosi che non smettevano di incitare. La frase più volte ripetuta durante i time-out, tutt’altro che tecnici o tattici, è stata: “dobbiamo migliorare l’atteggiamento, solo così possiamo vincere”; ma la non reazione delle giocatrici ha portato all’inevitabile affermazione, stra meritata, di Scandicci, molto più regolare e continua nel gioco, eccetto forse che nel primo set. Strabiliante, tra le fiorentine, Sara Loda, premiata poi come MVP della partita.

imageL’Igor Volley scende in campo con Fabris opposta a Signorile, Guiggi e Bonifacio al centro, Fawcett e Cruz in banda e Bruno libero, chiamata a sostituire la nazionale Sansonna, assente per vertigini dovute ad una brutta infiammazione ad un orecchio. Scandicci, diretta da Chiappafreddo, parte con le titolari Nikolova in diagonale alla palleggiatrice Rondon, Stufi e Alberti al centro, Pietersen e Loda in banda e Merlo libero.

Il Novara comincia male il match, con parecchie imprecisioni in difesa, ma soprattutto in attacco, a fronte di un Scandicci molto stabile in ricezione e con attaccanti che non sbagliano nulla. La svolta e una prima reazione delle novaresi si ha con l’inserimento in campo di Caterina Bosetti che porta ordine in seconda linea e “accende” l’opposta Fabris, da allora l’unica in grado di mettere la palla a terra nel campo avversario. Una serie di battute dell’alzatore Signorile e le fiorentine che subiscono un brutto calo nel gioco, soprattutto nel fondamentale della ricezione, portano alla conquista del primo set da parte dell’Igor, con un punteggio di 25-23.

Secondo set migliore sotto tutti i punti di vista per entrambe le squadre, tanto da dar vita a un duello punto a punto che entusiasma i tifosi. Non mancano le imprecisioni, le battute sbagliate, le invasioni e gli errori (11 delle novaresi in confronto ai 6 avversari) ma nel complesso, il gioco a cui si è assistito ha dato comunque grande spettacolo: pipe, primi tempi, difese imprendibili hanno suscitato fragorosi e lunghi applausi, scaldando le mani dei presenti. Il punteggio finale non poteva che essere il rispecchio di questo arduo duello: 28-30 a favore delle fiorentine che sono riuscite a sfruttare al meglio le fasi di cambio palla.image

Da metà del terzo set, inizia la resa del Novara, con Guiggi e compagne che risultano irriconoscibili: un susseguirsi di errori, spesso pesanti, che portano al calo di concentrazione e alla difficoltà a reagire sotto l’aspetto emotivo. Fenoglio, letteralmente disperato, inizia ad alternare le schiacciatrici, a richiedere durante i time-out un cambio di atteggiamento, a sottolineare la mancanza di lucidità in attacco e i numerosi errori tecnici. Nulla cambia e le ragazze di Chiappafreddo si portano meritatamente sull’1-2.

Il quarto set può essere brevemente descritto in tre parole: supremazia di Scandicci.
Novara è completamente scomparsa dal campo, con l’unica Fabris che prova ancora a recuperare là dove non vi è più nulla da fare: le compagne sono assenti, completamente in affanno e senza più energia; in poco tempo si arriva al 16-25.

imageNei commenti post partita la Guiggi afferma: “E’ l’ennesima partita in cui abbiamo sofferto troppo, giocando molto male e non come una vera squadra. Sta diventando difficile uscire da questo trend negativo, ma in questo momento è importante non demoralizzarsi.”.
Speriamo che riescano davvero a uscire da questo periodo difficile, magari già dalla partita di sabato contro Unendo Yamamay Busto Arsizio.

Igor Volley Novara – Savino del Bene Scandicci 1-3 (25-23, 28-30 21-25, 16-25)
Igor Volley Novara: Fawcett, Bruno (L), Wawrzyniak ne, Malesevic 5, Guiggi 8, Cruz 9, Bonifacio 9, Chirichella, Signorile 1, Bosetti 9, Mabilo ne, Bosio, Fabris 29. All. Fenoglio.
Savino del Bene Scandicci: Arias Perez ne, Stufi 11, Alberti 18, Loda 14, Fiorin 8, Pietersen 7, Merlo (L), Scacchetti ne, Giampietri ne, Nikolova 17, Ikic 1, Rondon 5. All. Chiappafreddo.
MVP: Sara Loda

Sonia Bosio

About Sonia Bosio

Sonia Bosio

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top