domenica , 21 ottobre 2018
Notizie più calde //
Home » Attualità » LUCI E OMBRE AL TARDINI: 2 A 2 UDINESE A PARMA
LUCI E OMBRE AL TARDINI: 2 A 2 UDINESE A PARMA

LUCI E OMBRE AL TARDINI: 2 A 2 UDINESE A PARMA

image_pdfimage_print

Il solito mix fra emozioni e curiosità per un nuovo inizio con un mister nuovo, qualche nuovo interprete in campo e la prima trasferta della stagione contro una delle neopromosse, il Parma capace di ritornare dopo soli tre anni in A.

I primi 11 di Velazquez sono Scuffet in porta, difesa con Larsen, Nuytinck, il nuovo arrivato Troost-Ekong e Samir, in mezzo al campo Fofana e Mandragora con Barak, De Paul e Machis a supporto di capitan Lasagna.

Inizio con il doveroso ma sentito ricordo delle vittime del tristemente famoso Ponte Morandi con lo stadio intero, questo come gli altri italiani, che fanno il tifo per la città di Genova. Primo tiro del match dei padroni di casa con Di Gaudio dal limite, Scuffet si rifugia in angolo. Al 14’ Siligardi mette una bella palla per Di Gaudio che da buona posizione, vicino a Scuffet, manda alto. Parma più pericoloso. Primo tentativo degno di nota per i friulani quelli di Fofana che spara in curva. Udinese che conquista campo con una ripartenza non finalizzata al meglio da Machis, solo corner. Al 29’ Fofana dalla super distanza, Sepe para senza patemi d’animo. Due minuti più tardi Siligardi crossa a centro area con De Paul che salva in corner. Sul successivo angolo Grassi la tira in curva. Al 37’ tiro di Machis con parata di Sepe e deviazione con il braccio di un difensore del Parma con Calvarese che non concede il rigore. Un minuto più tardi ci prova Grassi di testa da centro area, Scuffet para. Al 43’ palla filtrante per Inglese che dribbla Nuytinck e Troost-Ekong e batte Scuffet portando in vantaggio i padroni di casa.

Nessuno cambio con la ripresa con l’Udinese che va al tiro dopo 4 minuti con Machis, palla ai tifosi ospiti. Due minuti più tardi il solito Fofana da fuori, palla a lato. Al 13’ tiro di De Paul da fuori area, palla ancora alta. Un minuto più tardi la beffa: Siligardi crossa dalla destra, Scuffet la rimette in mezzo in malo modo per l’accorrente Barillà che porta il punteggio sul 2 a 0 per il Parma. Due timidi tentativi bianconeri dopo il raddoppio, Machis prima e Fofana poi, palla fuori. Al 20’ rigore per l’Udinese concesso da Calvarese con il VAR: dal dischetto va De Paul che dimezza lo svantaggio. 4 minuti più tardi ed eccolo il pareggio: buona ripartenza friulana con Samir che la mette in centro per l’occorrente Fofana che supera Sepe. Buona Udinese ora con una girata debole di Lasagna da centro area, Sepe c’è. Al 90’ batti e ribatti in area di rigore del Parma con conclusioni di Mandragora e di Samir, la difesa emiliana si salva con non poche difficoltà. È questa l’ultima occasione di uno schiopettante secondo tempo con l’Udinese che rimonta ed esce dal Tardini con il primo punto in classifica.

Prestazione con alti e bassi quella dei friulani, capaci di riprende un match che sembrava indirizzarsi verso il successo per i padroni di casa. L’Udinese appare come un cantiere ancora in fase di costruzioni, con i nuovi arrivati, il polacco Teodorczyk entrato al 17’ della ripresa che devono ancora entrare nei meccanismi di gioco. Da registrare qualcosa in difesa, Scuffet ancora impreciso in porta e in attesa di qualche miglioramento in fase di manovra, a tratti lenta, si torna da Parma con qualche sorriso che dà fiducia per l’inizio della stagione.

Amarezza per il risultato, non tanto per la prestazione, giudicata positiva per il mister del Parma D’Aversa. Partita giudicata positiva invece dal tecnico bianconero Velazquez contento per la seconda parte del match in cui ha visto i suoi maggiormente in partita. Per l’allenatore, alla prima gara in serie A, è importante avere una squadra tatticamente versatile e i nuovi innesti, anche gli ultimi arrivati in settimana, possono essere d’aiuto per cambiare i moduli all’interno della stessa partita per avere una squadra che gioca nella squadra avversaria ma che deve trovare il suo giusto equilibrio.

Dopo la prima trasferta, con luci e ombre dal Tardini di casa, fra una settimana al Friuli sarà di scena Udinese-Sampdoria, per proseguire nel lavoro e nel percorso di crescita della squadra.

Da Parma
Rudi Buset
rudibuset@live.it
@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top