mercoledì , 24 gennaio 2018
Notizie più calde //
Home » Attualità » L’HOME FESTIVAL ABBRACCIA IL CENTRO STORICO DI TREVISO

L’HOME FESTIVAL ABBRACCIA IL CENTRO STORICO DI TREVISO

Da alcuni giorni la programmazione artistica dell’Home Festival è stata annunciata. Settantacinque le band che si alterneranno sui palchi, da Francesco De Gregori a Marta sui Tubi passando per Crookers, Asian Dub Foundation, Ministri, Motel Connection, Africa Unite, Casinò Royale, Statuto e tantissimi altri. Un festival che attirerà decine di migliaia di persone in Dogana a Treviso. Un evento che, sulla scia dei grandi festival europei completamente assenti in Italia, da quest’anno inizia ad abbracciare anche il centro storico della città ospitante programmando, con il supporto dell’amministrazione comunale e delle categorie economiche, Ascom su tutte, un ricco cartellone di eventi collaterali al festival, che si celebreranno nelle ore precedenti l’apertura dei cancelli. “Sarà un modo per far visitare la città  e farla conoscere – spiegano gli organizzatori – Centinaia di persone arriveranno in zona per il festival, così avranno proposte anche per il pomeriggio”. È  questo il nostro regalo ai trevigiani, che peraltro saranno ottimamente rappresentati anche in Dogana con l’enorme area dedicata alle associazioni. Non solo: quest’anno nell’area dell’Hf abbiamo pensato anche a un punto per incontri con scrittori, musicisti e artisti, una roulotte-palco che sarà centro culturale delle proposte musicali; a breve renderemo nota anche la programmazione di questa zona”.  In centro a Treviso, il cartellone degli eventi collaterali partirà il 30 agosto con una speciale anteprima promossa da Sol Republic e da Aiino: un particolarissimo “party instore” nella sede di Abc Informatica con dj B e Christian Effe alla consolle, già ospiti del festival. Ancora, Aperol Spritz in piazzale Burchiellati e Porta Santi Quaranta che ha programmato due eventi-spot per promuovere l’Home Festival.

Il programma degli eventi collaterali nel centro storico di Treviso entrerà nel vivo giovedì 5 settembre alle ore 16 con l’associazione “L’Aprisogni” che in piazza San Parisio metterà in scena la voce recitante di Giorgio Battistella nell’interpretazione di “Paolo e Francesca”. In Porta Santi Quaranta si esibirà invece l’orchestra giovanile trevigiana con musiche di Ennio Morricone, Nino Rota, e i più bei musical di Broadway. Alle ore 17.30 in quartiere Latino il Teatro studio Maschera apre il sipario con i “Cotrino.Ato.Amiolo”, due voci, chitarra, tastiera e batteria.

Venerdì 6 settembre alle 16.30 sono otto gli attori degli Amici del teatro Duse che reciteranno la “Perpetua zovane” in Piazza Sant’Andrea mentre in Loggia Cavalieri si terranno i balli dall’Irlanda, dalla Francia e dall’Italia con il duo organetto diatonici composto da Emanuele Rossato e Jasper Stewart dell’associazione “Di ballar si potrebbe un poco”, accompagnati da uno spettacolare corpo di ballo di venti ballerini.

Sabato 7 settembre si inizia alle 15.30 con l’associazione Gaga Symphony: gli otto elementi del Gaga Brass Quintet, accompagnati dagli sbandieratori di Montisi di Siena marceranno tra Porta Santi Quaranta, piazza Battistero, i giardini di Sant’Andrea e piazza Università. Contemporaneamente l’associazione musicale Manzato proporrà “Band & breakfast” in piazza San Parisio. Poco dopo, alle 17.30, l’associazione Tango Vivo di Nicoletta Pregnolato ambienterà un ballo in piazza Borsa e il quartiere Latino si animerà con i ballerini di flamenco della compagnia “Suonos y son” di Carla Povellato.

Per finire, gli sbandieratori Montisi (Siena) tornano per chiudere in bellezza con la loro band itinerante Funkasin marching per le vie del centro tra Sant’Agostino, via Carlo Alberto, piazza Santa Maria Maggiore, Pescheria, San Francesco e San Vito.

Per  maggiori informazioni:

HOME FESTIVALwww.homefestival.euwww.facebook.com/homefestivalofficialinfo@homefestival.eu

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top