giovedì , 21 marzo 2019
Notizie più calde //
Home » Attualità » L’ecologia nei giorni dispari dell’anno bisestile
L’ecologia nei giorni dispari dell’anno bisestile

L’ecologia nei giorni dispari dell’anno bisestile

image_pdfimage_print

Siete disposti a evitare il fast-food questo fine settimana? Fareste a meno di quel viaggio a Barcellona la prossima estate? Mettereste un maglione in più durante l’inverno? Non servono slogan o passeggiate per le vie delle città per cambiare le cose. Il messaggio è nobile, etico e maledettamente utopistico. È facile saltare un giorno di scuola per urlare il proprio dissenso verso governi indifferenti a possibili catastrofi future, ma è sicuramente più difficile stare sui quei banchi di scuola a studiare, con fatica e con impegno, le possibili soluzioni da attuare. Le masse sono il volano che spingono al cambiamento, ma possono essere anche enormi bolle intrise di ipocrisia. La concretezza sta nelle scelte quotidiane di ciascuno: la rinuncia all’agio, all’egoismo e ai vizi. Siete veramente disposti a rinunciare alle comodità di cui siete ricolmi? A cambiare radicalmente le vostre vite per un concetto astratto quale è l’umanità? Ipocriti, che entrano nel vortice dell’ecologia da banco, per il malsano senso di sentirsi parte del tutto. Poi risvegliandovi attoniti e apatici, dopo l’eccitazione della goliardata del “salviamo il mondo”, tornate alla solita routine del motorino e del mozzicone per terra, tanto la coscienza per ora è stata lavata con i buoni propositi del domani.

Carlo L.

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top