lunedì , 20 agosto 2018
Notizie più calde //
Home » Attualità » La musica jazz incontra il Sile. 58 artisti, 15 concerti in 12 diversi paesi lungo il fiume e una “Crociera jazz” verso la Laguna di Venezia: a bordo del battello la cena, il concerto e l’emozione di un’esperienza unica.
La musica jazz incontra il Sile. 58 artisti, 15 concerti in 12 diversi paesi lungo il fiume e una “Crociera jazz” verso la Laguna di Venezia: a bordo del battello la cena, il concerto e l’emozione di un’esperienza unica.

La musica jazz incontra il Sile. 58 artisti, 15 concerti in 12 diversi paesi lungo il fiume e una “Crociera jazz” verso la Laguna di Venezia: a bordo del battello la cena, il concerto e l’emozione di un’esperienza unica.

image_pdfimage_print

Fil rouge dell’attuale edizione è l’incontro. E la performance live ne è già di per sé la quintessenza.
A Sile Jazz ad incontrarsi sono le persone che ascoltano insieme, e i tanti luoghi pieni di storia che diventano magici e diversi da se stessi ogni volta, trovando nuova vita; ma anche gli artisti che suonando

Roberto Ottaviano

rappresentano una realtà simbolica e insolita; e i suoni che ad ogni concerto trasmettono conoscenza, scambio, curiosità.

Ospiti di Sile Jazz artisti di tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’Europa tutta: l’attenzione più viva è verso i giovani artisti e i progetti nuovi, rivolti al futuro. Il jazz contemporaneo è declinato nelle più varie e libere accezioni (unico sguardo al classico è il party inaugurale con gli Alma Swing), con il minimo comun denominatore della qualità.

Alma Swing

Sono veramente tantissimi gli appuntamenti attorno al fiume: dall’omaggio alla black revolution di Ada Montellanico ai Griots di Roberto Ottaviano; dal fascino ethno jazz del duo di Krzysztof Kobilinsky e Daniele Di Bonaventura agli umori ispanici di Flamencontamina; fino alle suggestioni sull’acqua del giovane e coraggioso ensemble Sidewalk Cat Quintet, che accompagna la crociera: ogni serata, per varietà, scelte musicali e location, non potrà che essere un felicissimo incontro cullato dalla dolcezza del fiume Sile sullo sfondo.

Ada Montellanico

Anche quest’anno Sile Jazz, come sempre organizzato da nusica.org e inserito nella programmazione di Jazz Area Metropolitana, vede il bassista e compositore Alessandro Fedrigo alla direzione artistica. L’edizione 2018 può contare sul prezioso aiuto di tantissimi partner.
Il Patrocinio e il Contributo sono stati concessi dai Comuni di Casale Sul Sile, Casier, Istrana, Mogliano Veneto, Morgano, Preganziol, Quarteo d’Altino, Quinto di Treviso, Roncade, Silea, Treviso, Vedelago, Zero Branco, unitamente al Consorzio Silea Casier Casale Sul Sile e da Sile Oasi d’Acqua e di Sapori. Il festival è possibile grazie anche al contributo di Centromaca Banca, Il Caseificio di Roncade, DeGusto, Morgana, Osteria da Tomà, Perlage Winery, BHR Treviso Hotel e BHR Catering DiVino, Bar Gioja Lounge, Divino Osteria Trevigiana, B-Work by BHR; partner di Sile Jazz sono Studio 15 Design e Treviso Stampa, e media partner è TG Plus.

I concerti (ad eccezione del  party inaugurale e della Crociera jazz) sono tutti a ingresso libero e sono sempre previsti luoghi alternativi in caso di maltempo. Info: mob +39 327 4610693 – mail info@jazzareametropolitana.com.

Andrea Forliano

About Andrea Forliano

Andrea Forliano
Nato a Bari il 22/05/1978,vive a Trieste,di formazione umanistica sta completando il corso di laurea in Storia indirizzo contemporaneo,è da sempre appassionato di storia,viaggi,letteratura,politica internazionale e in costante ricerca di conoscere nuove culture.Inoltre segue l'attualità,il calcio,il cinema e il teatro

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top