domenica , 8 Dicembre 2019
Notizie più calde //
Home » Attualità » GIRO D’ITALIA 101: INSEGUENDO IL SOGNO ROSA
GIRO D’ITALIA 101: INSEGUENDO IL SOGNO ROSA

GIRO D’ITALIA 101: INSEGUENDO IL SOGNO ROSA

image_pdfimage_print

 

Milano, 24 aprile 2018 – Mancano solo 10 giorni alla Grande Partenza del Giro d’Italia che scatterà in Israele con una cronometro individuale, a Gerusalemme, venerdì 4 maggio per concludersi domenica 27 a Roma. Per la 13a volta la Corsa Rosa, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, partirà dell’estero.

I 12 PRECEDENTI DALL’ESTERO
1965 Repubblica di San Marino (vittoria finale di Vittorio Adorni); 1966 Principato di Monaco (Gianni Motta); 1973 Verviers – Belgio (Eddy Merckx); 1974 Città del Vaticano (Eddy Merckx); 1996 Atene – Grecia (Pavel Tonkov); 1998 Nizza – Francia (Marco Pantani); 2002 Groeningen – Paesi Bassi (Paolo Savoldelli); 2006 Seraing, Liegi – Belgio (Ivan Basso); 2010 Amsterdam – Paesi Bassi (Ivan Basso); 2012 Herning – Danimarca (Ryder Hesjedal); 2014 Belfast – Irlanda del Nord (Nairo Quintana); 2016 Apeldoorn – Paesi Bassi (Vincenzo Nibali).

GLI ISCRITTI AL GIRO 101
Ecco le schede di alcuni tra i principali sfidanti per la vittoria finale della 101esima edizione della Corsa Rosa:

 

Tom Dumoulin (NED – Team Sunweb): grazie alla Grande Partenza nella sua terra natia (Apeldoorn, Paesi Bassi) nel 2016, Tom Dumoulin ha scoperto il Giro d’Italia e si è innamorato della Maglia Rosa, indossata quell’anno per per sei giorni. Nel 2017 è tornato al Giro con l’obiettivo di vincerlo, ci è riuscito, ed è diventato il primo olandese a farlo. Quest’anno affronterà per la prima volta la pressione di difendere il suo titolo.

Chris Froome (GBR – Team Sky): durante i suoi primi otto anni di vita, con cinque vittorie complessive al Tour de France, il Team Sky ha conquistato il podio finale al Giro d’Italia una sola volta (con Rigoberto Urán, secondo nel 2013). Froome cerca la tripla corona. Nessuno ha vinto Tour, Vuelta e Giro consecutivamente negli ultimi anni. L’ultimo a farlo è stato Bernard Hinault trentacinque anni fa.

Fabio Aru (ITA – UAE Team Emirates): dopo aver saltato le ultime due edizioni del Giro d’Italia, tra cui la Grande Partenza dello scorso anno in Sardegna a causa di un infortunio, Fabio Aru riapre i conti con la Corsa Rosa dopo essere salito sul podio finale in due occasioni (terzo nel 2014, secondo nel 2015). Ha vinto la Vuelta a España nel 2015.

LE SQUADRE
Ecco le 22 formazioni al via, composte da 8 corridori ciascuna, con i principali iscritti.

UCI WORLDTEAMS – 18 (aventi diritto)

AG2R LA MONDIALE – Geniez, Montaguti
ASTANA PRO TEAM – Lopez, Sanchez
BAHRAIN – MERIDA – Pozzovivo, Visconti
BMC RACING TEAM – Dennis, Roche
BORA – HANSGROHE – Formolo, Sam Bennett
GROUPAMA – FDJ – Pinot, Morabito
LOTTO SOUDAL – Wellens, Hansen
MITCHELTON – SCOTT – Chaves, Simon Yates
MOVISTAR TEAM – Betancur, Roson
QUICK – STEP FLOORS – Stybar, Viviani
TEAM DIMENSION DATA – Meintjes, O’Connor
TEAM EF EDUCATION FIRST – DRAPAC P/B CANNONDALE – Woods, Dombrowski
TEAM KATUSHA ALPECIN – Tony Martin, Dowsett
TEAM LOTTO NL – JUMBO – George Bennett, Battaglin
TEAM SKY – Froome, Poels
TEAM SUNWEB – Dumoulin, Oomen
TREK – SEGAFREDO – Brambilla, Nizzolo
UAE TEAM EMIRATES – Aru, Ulissi
UCI PROFESSIONAL CONTINENTAL TEAMS – 4 wild card

ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC – Gavazzi, Frapporti
BARDIANI CSF – Ciccone, Guardini
ISRAEL CYCLING ACADEMY – Hermans, Neilands
WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA – Pozzato, Mareczko
Foto Credit: LaPresse

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top