Giovedì 31 mag.al cafè Rossetti prosegue la rassegna a ingresso libero “LARGO GIORGIO GABER 2: SEI AUTORI IN CERCA DEL PERSONAGGIO”

Prosegue giovedì 31 maggio alle ore 18.00 nell’ambito di CafèRossetti Cultura eventi letterari ed altro, la nuova rassegna, “LARGO GIORGIO GABER 2: SEI AUTORI IN CERCA DEL PERSONAGGIO. Pomeriggio intimo e disinibito fra sei scrittori e i loro personaggi” (da un’idea di e con Alberto Gaffi).

Protagonista del secondo incontro del ciclo, giovedì 31 maggio 2018 alle ore 18.00, sarà lo scrittore Paolo Bianchi che parlerà con Alberto Gaffi del personaggio Emilio Rivolta, protagonista dei suoi due romanzi Per sempre vostro (Salani) e  L’intelligenza è un disturbo mentale (Cairo  Editore).

Emilio Rivolta, giornalista inquieto, all’apice di una modesta carriera nella redazione di un settimanale femminile, ha uno scatto d’orgoglio e se ne va. Richiamato da un suo vecchio direttore si ritrova subito a lavorare a un caso: deve intervistare uno sfuggente produttore cinetelevisivo, Corrado Zappavigna. L’intervista è affidata a lui grazie ai buoni uffici di Iride Maestri, conduttrice televisiva emergente, coetanea di Emilio e sua conoscente fin dai tempi dell’Università. Quando scopre che il produttore sta per ricevere un avviso di garanzia, Emilio decide di indagare. A poco a poco, la personalità multiforme di Iride gli si fa sempre più ambigua e confusa, ed Emilio comincia a dubitare di lei. Cinque anni dopo, Emilio Rivolta è un uomo in preda a un disturbo mentale. Per l’esattezza è un bipolare di tipo due. Consapevole del suo stato, da anni affida pensieri ed esperienze a psichiatri e psicologi, più o meno dialoganti, con o senza barba. Terapie lunghe e strampalate, spesso poco efficaci, sempre costose. I tentativi di guarigione andati a vuoto non si contano, come le diagnosi sbagliate. In una Stanza degli Aghi, nel reparto ospedaliero dove si muovono come angeli una squadra di neuropsichiatri, gli Alchimisti, Emilio trova gocce di sollievo e una persona che viene dal passato.

Ingresso libero, prenotazione consigliata allo 040 573143.

Evento facebook:  https://www.facebook.com/events/236907133744205/

La rassegna
La perifrasi del famoso testo Pirandelliano fa da titolo allo start di una stagione annuale di eventi culturali presso il CaféRossetti che vuol non essere episodica. Come si farà anche più avanti, si comincia “a tema” con sei appuntamenti per presentare sei libri editi da importanti editori in cui lo scrittore e un critico daranno conto di come più voci, più stili, più soggetti si sono trovati tutti a confluire nella ricerca e definizione letteraria del “personaggio” quale motore della costruzione dell’opera anzichè parte di una storia ed ad essa subordinato. Si tratta di un (difficile) genere di espressione artistico narrativa (maestro fu Simenon nei suoi romanzi) che coglie il lettore all’inizio impreparato ma poi curioso ed infine legato non al “come finisce” ma al “perché” quel personaggio ha quella predestinata vita sulla carta stampata che tanto appare simile alla vita che ci circonda. Il “perché” di Pirandello, appunto.
“Come lo scrittore Italo Svevo, diede indipendenza al personaggio dalla trama donandogli una vita autonoma dalla storia incidentalmente raccontata – spiega l’ideatore e curatore, Alberto Gaffi – sei scrittori confesseranno d’esser stati impossessati dai loro personaggi”.
La prima edizione di questa rassegna dove sei scrittori incontrano i loro personaggi si svolgerà fino al 19 luglio 2018 dalle ore 18.00 sotto forma di Aperitivo Letterario.

L’autore
Paolo Bianchi (Biella, 1964), giornalista professionista, ha scritto migliaia di articoli su quotidiani e riviste. A partire dal 1997, ha pubblicato una decina di libri, fra saggi e romanzi.

www.pbianchi.it

www.paolobianchiblog.it

Per sempre vostro 
https://www.salani.it/libri/per-sempre-vostro-9788884519016

Sinossi:
Emilio Rivolta, giornalista inquieto, all’apice di una modesta carriera nella redazione di un settimanale femminile, ha uno scatto d’orgoglio e se ne va. Richiamato da un suo vecchio direttore si ritrova subito a lavorare a un caso: deve intervistare uno sfuggente produttore cinetelevisivo, Corrado Zappavigna. L’intervista è affidata a lui grazie ai buoni uffici di Iride Maestri, conduttrice televisiva emergente, coetanea di Emilio e sua conoscente fin dai tempi dell’Università. Quando scopre che il produttore sta per ricevere un avviso di garanzia, Emilio decide di indagare. A poco a poco, la personalità multiforme di Iride gli si fa sempre più ambigua e confusa, ed Emilio comincia a dubitare di lei.

Editore: Salani
Collana FUORI COLLANA
Genere Letteratura
Ean 9788884519016
Formato Brossura
Prezzo: € 15,00

L’intelligenza è un disturbo mentale 
http://www.cairoeditore.it/component/option,com_jbook/Itemid,184/catid,48/id,877/task,view/

Sinossi:
Cinque anni dopo, Emilio Rivolta è un uomo in preda a un disturbo mentale. Per l’esattezza è un bipolare di tipo due. Consapevole del suo stato, da anni affida pensieri ed esperienze a psichiatri e psicologi, più o meno dialoganti, con o senza barba. Terapie lunghe e strampalate, spesso poco efficaci, sempre costose. I tentativi di guarigione andati a vuoto non si contano, come le diagnosi sbagliate. In una Stanza degli Aghi, nel reparto ospedaliero dove si muovono come angeli una squadra di neuropsichiatri, gli Alchimisti, Emilio trova gocce di sollievo e una persona che viene dal passato.

Lasciata la Citta Piccola dell’infanzia per la Città Grande, dove lavora con scarso entusiasmo come giornalista freelance ed è stato abbandonato da una donna incapace di accettare il suo disturbo, Emilio si inserisce in un Gruppo di Autoaiuto. In mezzo a “fratelli di sangue” si sente a suo agio, stringe legami e, stanco di specialisti inutili e costosi, si dà alla terapia della parola con donne di night club e prostitute. Convinto che il suo metodo possa far bene anche ad altri, lo diffonde, fa proseliti.

I giorni di Emilio sono scanditi da crolli, riabilitazioni, ricadute e ancora risalite, euforia e abisso. Ogni mattino, al risveglio, la vita gli entra sotto la pelle, forte, intensa, scioccante. Ed ecco che forse il Male di Vivere alla fine è solo una maledetta forma di intelligenza, un orientamento per chi si sente sballottato fra spirito e materia, fra il desiderio della luce e l’oscura realtà del mondo.

Editore: Cairo Editore
Collana: Scrittori italiani
Pagine: 180
Prezzo: € 13,00
ISBN/EAN: 978-88-6052-673-1

Andrea Forliano