Giò di Tonno raccontar canzoni con M. Caronna

Ieri  26 maggio maggio al Teatro Miotto di Spilimbergo ed oggi  27 maggio al Teatro Ristori di Cividale il recital dalle molte sfaccettature proposto dall’Associazione Canzoni di Confine dove alcuni giovani e talentuosi musicisti delle province di Udine e Pordenone hanno avuto  la possibilità di esibirsi nello spettacolo Raccontar canzoni, un recital di altissimo livello accanto alla star internazionale Giò Di Tonno, ospite fisso sulle rete RAI e divenuto famoso per l’interpretazione di Quasimodo, il campanaro del musical Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante. Durante la serata del Miotto, iniziata misteriosamente con oltre mezz’ora di ritardo  Giò Di Tonno si è esibito  in brani scritti da lui stesso  accompagnato dall’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Naonis di Pordenone, il Coro di Voci bianche VocinVolo, e lo straordinario Gorni Kramer Quartet, un gruppo internazionale composto da un musicista sloveno, due italiani e un serbo.

Marco Caronna

Il grande Marco Caronna, musicista, attore e regista teatrale, con tempi regolati come un orologio svizzero ha dettato le pause e i  tempi per le entrate in scena di ogni artista affidandosi ad una pseudo intervista con Giò di Tonno per presentare le sue originalissime  canzoni seguite da un signor spettacolo accompagnato dall’Orchestra Naonis di Pordenone  composta da una trentina di elementi e raggruppa i alcuni dei migliori giovani musicisti friulani, e si propone di valorizzare i nuovi talenti della Regione preparata e diretta dal Maestro Valter Sivilotti . Scenografica e d’effetto l’entrata sul palco del Coro Voci bianche/giovanile VocinVolo, diretto dalla  Maestra Lucia Follador; è composto da cinquanta coristi dagli otto ai venticinque anni, che hanno accompagnato insieme all’orchestra, tutti i brani dello spettacolo, appositamente arrangiati dal M° Valter Sivilotti. La direzione artistica rimasta saldamente nelle mani del Maestro Valter Sivilotti ha portato  sul palco tutta la sua bravura, esperienza ed entusiasmo. Ottima la performance e la regia dello spettacolo affidata a Marco Caronna, che nella veste di commentatore e presentatore dello spettacolo ha creato il giusto collegamento tra i vari momenti del recital dove il mattatore è risultato essere il poliedrico Giò di Tonno grazie anche a  dei simpatici siparietti improvvisati sul palco. Ovazione e tributo sincero del pubblico dopo le oltre due ore e trenta di spettacolo che staserà sarà replicato al Teatro Ristori di Cividale. Un consiglio non perdetelo …ne vale veramente la pena.

Enrico Liotti

RIPRODUZIONE RISERVATA