Festa del Racconto: il Teatro dell’Orsa presenta Fole da Osteria a Carpi (MO)

Monica Morini e Bernardino Bonzani mettono in scena testi di Cesare Zavattini, Giuseppe Pederiali, Giovanni Guareschi e Stefano Benni. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

 

Una ghiotta occasione per «ubriacarsi di storie» è in arrivo alla Festa del Racconto 2020: giovedì 23 luglio alle ore 21.30 nel Cortile d’Onore di Palazzo dei Pio a Carpi, a pochi chilometri da Modena, il Teatro dell’Orsa presenterà il divertente e poetico spettacolo per adulti Fole da Osteria. «Il Po è un fiume di storie e dalla nebbia appaiono fantasmi, bestie fantastiche, maliziose ostesse capaci di sedurci in un solo istante. Chi ricorda le vecchie osterie e le feste sull’aia sa che il tempo si arrende al piacere di stare insieme e raccontarsi la vita» suggeriscono gli interpreti Monica Morini e Bernardino Bonzani

 

«La musica accompagna le parole indimenticabili dei racconti di Zavattini, Guareschi, Pederiali e Benni, gustati a piccoli sorsi come il buon vino. Le note ballabili di valzer, tanghi, mazurke aprono al buon umore. L’eco di romanze d’opera riaccende passioni perdute»: lo spettacolo del Teatro dell’Orsa si avvarrà dell‘accompagnamento musicale di Claudia Catellani al pianoforte. «Le storie ci hanno chiamato» concludono Monica Morini e Bernardino Bonzani «Quelle incise nella terra che abitiamo e non solo. Storie con radici lunghe. Le abbiamo ascoltate e raccolte dalla bocca di testimoni che ne hanno tenuto memoria, dai libri, dai giornali, da ciò che lascia segni. Le parole hanno chiamato la musica, il corpo si è fatto narrante. Veniamo da esperienze che ci hanno addomesticato ad usare le mani, il cuore, la testa, in un fare che si traduce nella conoscenza della macchina teatro».

L’appuntamento è a ingresso gratuito

Prenotazione obbligatoria (per max 3 persone) al link https://www.comune.carpi.mo.it/prenotalacarpiestate/.