mercoledì , 28 Settembre 2022
Notizie più calde //
Home » Attualità » ANDREA CRUGNOLA NON TRADISCE LE ASPETTATIVE E SI AGGIUDICA IL 57° RALLY DEL FRIULI VENEZIA GIULIA; LA PORSCHE 911 DI LOMBARDO – CONSIGLIO CONQUISTA IL 26° ALPI ORIENTALI HISTORIC
ANDREA CRUGNOLA NON TRADISCE LE ASPETTATIVE E SI AGGIUDICA IL 57° RALLY DEL FRIULI VENEZIA GIULIA; LA PORSCHE 911 DI LOMBARDO – CONSIGLIO CONQUISTA IL 26° ALPI ORIENTALI HISTORIC

ANDREA CRUGNOLA NON TRADISCE LE ASPETTATIVE E SI AGGIUDICA IL 57° RALLY DEL FRIULI VENEZIA GIULIA; LA PORSCHE 911 DI LOMBARDO – CONSIGLIO CONQUISTA IL 26° ALPI ORIENTALI HISTORIC

Il pilota varesino vince per il secondo anno consecutivo la gara friulana – valida quest’anno per la Coppa Rally di 4^ Zona – seguito da Marco Signor in seconda posizione e da Edoardo De Antoni in terza, la gara storica vede un tris di Porsche sul podio con Angelo Lombardo sul primo gradino.

Cividale, 4 settembre 2022 – Un fine settimana all’insegna del bel tempo ha incorniciato l’evento motoristico andato in scena sulle alpi orientali. Equipaggi da tutta Italia e non solo hanno raggiungo l’estremo nord – est per prendere parte a questa manifestazione che da anni si disputa fra le valli del Natisone e del Torre. Andrea Crugnola e Gabriele Zanni conoscono bene le strade friulane avendo già vinto la scorsa edizione di questa gara ed hanno messo la loro Citroen C3 Rally 2 davanti a tutti fin dalla prima prova senza lasciare nulla agli avversari, firmando tutte le 6 prove del rally. In seconda posizione troviamo Marco Signor e Patrick Bernardi su Skoda Fabia, favoriti anche dalla foratura che nell’ultima PS (Trivio 2) ha penalizzato Filippo Bravi ed Enrico Bertoldi fino a quel momento secondi assoluti. La terza posizione vede protagonista il giovanissimo under 25 Edoardo De Antoni, anche lui su Skoda Fabia, che ha condotto una gara in una continua crescita.

Splendido il quarto posto del carnico Gianpaolo Boria (navigato da Erica Furlan) che ha ottenuto un grandissimo risultato con la sua Skoda Fabia.

Altro gran bel piede che ha preso parte alla competizione di casa è Claudio de Cecco che si è piazzato in 5^ posizione assoluta vincendo anche la classe over 55. Le condizioni climatiche eccezionali hanno dato la possibilità ai piloti di dare il meglio e godere al massimo delle prestazioni che possono regalare le vetture. Non sono comunque mancati i ritiri a conferma della selettività di questa gara, fin dalle prime prove uscite di strada e guasti meccanici hanno sfoltito i partecipanti scombinando le posizioni in classifica con il dispiacere, oltre che dei piloti ritirati, anche del foltissimo pubblico accorso sulle prove che non ha così potuto godere appieno della spettacolarità di alcuni di loro, numerosi i fan club dei piloti e dei team accorsi in Friuli dall’Italia e dall’estero per dare supporto ai propri beniamini e per godersi le peculiarità del territorio di cui questa manifestazione ne favorisce la diffusione.  

Le stesse prove del Rally del Friuli sono state solcate anche dai concorrenti del 26° Rally Alpi Orientali Historic, sesta tappa del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, che hanno visto primeggiare fin già dall’inizio Angelo Lombardo e Roberto Consiglio su Porsche 911 Carrera RS, in seconda posizione Lucio Da Zanche ed il friulano Paolo Lizzi che con la loro Porsche 911 hanno deliziato il pubblico con una guida aggressiva e spettacolare, mentre in terza posizione troviamo Sergio Farris e Massimiliano Frau, anche loro su Porsche 911.

Al quarto posto la prima delle vetture non costruite a Stoccarda, la BMW M3 E30 di Andrea Romano e Stefano Revelant, un gran risultato per l’equipaggio friulano sempre spettacolare con la vettura tedesca.

Risultati di rilievo nella gara di casa anche per il cividalese Rino Muradore che navigato da Andrea Trevisan ha portato la sua Ford Escort RS 1800 in non posizione assoluta e per i valligiani Pietro Corredig e Sonia Borghese che si sono classificati dodicesimi con la loro fida BMW 2002 Ti.

In coda alle Storiche anche quest’anno è stato proposta la gara di Regolarità Sport, una manifestazione che sta riscuotendo sempre più consensi per la bellezza delle vetture che vi partecipano e per lo spettacolo che alcune di esse sanno regalare al pubblico, la competizione infatti è soggetta al rispetto di tempi imposti e permette ai concorrenti la libertà di affrontare con i propri ritmi i settori cronometrati consentendo anche la libertà di esibirsi in qualche spettacolare traverso.

Vincitore del 2° Alpi Orientali Regularity è stato Fabio Sorgato su Peugeot 205 Gti che navigato da Enrico Montemezzo ha collezionato meno penalità degli avversari, al secondo posto i locali Walter Modonutti e Giorgio Scaravetto con la loro bellissima Fiat 124 Abarth.

Il rally, organizzato dalla Scuderia Friuli ACU, quest’anno ha fatto tappa nuovamente a Cividale del Friuli e la splendida piazza Duomo ha fatto da cornice alla cerimonia di presentazione dei concorrenti ed alle premiazioni all’arrivo con soddisfazione degli esercenti e dei cittadini che, seppur con qualche disagio alla viabilità, hanno potuto godere da vicino dello spettacolo offerto dalle vetture iscritte alla competizione.

Appuntamento alla prossima edizione con la speranza di rivedere sulle strade friulane anche i piloti e le vetture partecipanti al Campionato Italiano Rally che fino ad un paio di anni fa davano lustro al Rally del Friuli Venezia Giulia.

Servizio: Guendy Furlan –  foto:  Dario Furlan #darionnenphotographer

About Guendy Furlan

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top