lunedì , 23 luglio 2018
Notizie più calde //
Home » Attualità » ANCHE VIA GEMONA SARA’ UTILIZZATA PER FRIULI DOC

ANCHE VIA GEMONA SARA’ UTILIZZATA PER FRIULI DOC

Friuli doc, la più importante rassegna enogastronomica della regione è ormai alle porte. In vista della kermesse in programma dal 15 al 18 settembre a Udine, si è tenuto oggi, 31 agosto, un incontro tra il vicesindaco e assessore alle Attività Economiche del Comune, Vincenzo Martines, e il presidente del mandamento udinese di Confcommercio, Giovanni Pavan, per chiarire gli ultimi aspetti della manifestazione. Tra i punti in discussione l’assetto di via Gemona, quest’anno non direttamente interessata da Friuli doc in quanto, come annunciato più volte, gli stand tornano nella loro storica collocazione di piazza XX Settembre dopo i lavori di rifacimento del plateatico. “Come sempre abbiamo fatto, e come sempre faremo, tutti gli esercenti che vorranno delle deroghe per poter allestire tavoli o piccoli stand fuori dai loro locali durante la kermesse possono continuare a farlo così come hanno sempre fatto. Con un punto fermo, però. Ovvero che il nucleo storico della manifestazione resti inalterato all’interno dell’area da sempre dedicata a Friuli doc. Non c’è niente da ripensare, quindi, perché da questo punto di vista non c’è nulla di nuovo rispetto al passato”. Martines, in questo modo, risponde anche a chi, in via Gemona, ha lamentato sulla stampa locale il fatto di essere stato tagliato fuori dalla rassegna e di essersi visto negare l’occupazione di suolo pubblico per l’allestimento di chioschi. Questa scelta della giunta dovrebbe chiarire la rivalsa appars anei giorni scorsi sulla stampa locale degli esercenti e negozianti di Via Gemona che sembravano  “caduti dalle nuvole” alla notizia che la manifestazione non si sarebbe svolta quest’anno nella loro via.  “Sono due annispiega Martinesche diciamo che gli stand prima ospitati in piazza XX Settembre, e temporaneamente spostati in via Gemona, sarebbero tornati nella loro collocazione originaria non appena conclusi i lavori di rifacimento del plateatico. Questo non vuol direprosegueche i pubblici esercizi a ridosso della manifestazione siano stati esclusi. Per quanto riguarda il borgo di via Gemona, poi, stiamo valutando gli ultimi aspetti per accontentare le richieste arrivateci”.

Già accade da alcuni anni, che  in altre vie del centro storico, che pur non ospitando stand della manifestazione hanno fatto,  comunque parte della geografia della kermesse,  i pubblici esercizi intyeressati possono chiedere l’autorizzazione all’occupazione per l’allestimento di piccoli chioschi.  “Autorizzazione che non è mai stata negata a nessuno che si trovi in queste condizioni”chiarisce il vicesindaco – . Ad esempio illustra i precedenti di  via Battisti o via dei Calzolai, che  come negli scorsi anni otterranno sempre le necessarie autorizzazioni.  Quindi anche se in quella zona  non ci sono stand di Friuli doc, gli esercenti saranno agevolati, se richiesto, come in tutte le passate edizioni trovandosi nell’area della rassegna.  La conferma vale, senza eccezioni   per i tre pubblici esercizi che si trovano all’inizio di via Gemona e che hanno chiesto il permesso per l’occupazione di suolo pubblico. “Questi localirassicura Martines si trovano esattamente tutti nell’immediata vicinanza con l’Oasi Giovane di Friuli doc davanti palazzo Antonini e sono considerati quindi come tutti gli altri nell’area della manifestazione. Di conseguenza non solo non abbiamo negato loro i permessi, ma addirittura li abbiamo contattati per sollecitare l’invio delle richieste agli uffici del turismo”. Piena disponibilità, infine, anche nei confronti di tutti i consorzi, proloco, associazioni di via e borghi storici cittadini che vogliano partecipare alla kermesse enogastronomica. Il comune inoltre precisa che se verranno presentati  progetti   autogestiti e realizzabili dal punto di vista logistico e organizzativo e della sicurezza,  non ci saranno dinieghi considerando  ora che  i tempi inizino ad essere veramente stetti. Comunque , essendo la manifestazione ben localizzata  l’area interessata ad eventuali autorizzazioni  è sempre quella  più prossima al nucleo della manifestazione come avvenuto nel corso delle riuscite precedenti manifestazioni.

Enrico Liotti © Riproduzione riservata

 

 

 

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top