mercoledì , 17 ottobre 2018
Notizie più calde //
Home » Attualità » Al Giovanni da Udine è tempo di lirica: in scena Il Segreto di Susanna e Gianni Schicchi 11 FEB.
Al Giovanni da Udine è tempo di lirica: in scena  Il Segreto di Susanna e Gianni Schicchi 11 FEB.

Al Giovanni da Udine è tempo di lirica: in scena Il Segreto di Susanna e Gianni Schicchi 11 FEB.

image_pdfimage_print

Doppio appuntamento con la musica lirica più divertente e vivace domenica 11 febbraio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine: alle 16.00 andrà infatti in scena un dittico quanto mai adatto al periodo di Carnevale: Il Segreto di Susanna di Ermanno Wolf-Ferrari e Gianni Schicchi di Giacomo Puccini. A interpretarli sarà un cast di artisti già molto applaudito al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, che ha prodotto entrambi gli allestimenti.

Apertura di sipario dunque su un autentico gioiello a firma di Ermanno Wolf-Ferrari. Atto unico composto su libretto di Enrico Golisciani, ironico, elegante e dall’inconfondibile atmosfera Belle Epoque, Il segreto di Susanna è una divertente storia di gelosia coniugale e fin dal suo debutto, avvenuto a Monaco di Baviera nel 1909, ha ottenuto largo consenso in tutti i teatri del mondo dove è stata lungo ed è tuttora rappresentata. Nel ruolo del conte Gil il baritono Vincenzo Nizzardo, in quello di Susanna Francesca Micarelli. Le scene e i costumi sono di Angelo Canu, la regia è di Daniele Guerra ripresa da Carlo Antonio De Lucia.Pervaso da una comicità tutta toscana, a tratti spietata ma sempre irresistibile, è invece il Gianni Schicchi pucciniano, composto su libretto di Giovacchino Forzano e ispirato a un episodio dell’Inferno dantesco. La prima assoluta di questo celebre atto unico, in cui il tratto ironico si esprime attraverso le sfumature sia delle voci sia dell’orchestra, si tenne il 14 dicembre 1918 al Metropolitan di New York. Insieme alle opere Il tabarro, su libretto di Giuseppe Adami, e Suor Angelica, anch’essa su libretto di Giovacchino Forzano, Gianni Schicchi è compresa nel Trittico di Giacomo Puccini e ha riscosso un tale successo da essere, contrariamente alle volontà del compositore, rappresentata anche separatamente dalle altre. Nella compagnia di canto spicca Stefano Meo, baritono dotato di un’imponente presenza scenica e di una voce scura e potente, particolarmente apprezzato anche per l’eccezionale padronanza e duttilità vocale, che interpreterà il ruolo buffo di Gianni Schicchi. La messinscena, per la coinvolgente e accattivante regia di Carlo Antonio De Lucia, è realizzata nell’allestimento della Kitakyūshū City Opera, istituzione teatrale giapponese fra le più affermate e riconosciute per l’impegno nella diffusione dell’Opera italiana.

Entrambe le partiture saranno affidate alla bacchetta del Maestro Takayuki Yamasaki, direttore giapponese con una approfondita formazione italiana nell’opera lirica, che dirigerà l’orchestra del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Sabato 10 febbraio alle ore 10 è prevista una recita riservata alle scuole.

Biglietteria del Teatro aperta dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top