martedì , 16 Agosto 2022
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » A.B.C. DONA UN ECOGRAFO DIGITALE AL REPARTO CHIRURGIA DELL’IRCSS BURLO GAROFOLFO DI TRIESTE
A.B.C. DONA UN ECOGRAFO DIGITALE AL REPARTO CHIRURGIA DELL’IRCSS BURLO GAROFOLFO DI TRIESTE

A.B.C. DONA UN ECOGRAFO DIGITALE AL REPARTO CHIRURGIA DELL’IRCSS BURLO GAROFOLFO DI TRIESTE

A.B.C. dona un ecografo digitale al reparto di Chirurgia dell’IRCSS materno
infantile Burlo Garofolo di Trieste, grazie anche a un importante contributo
ricevuto dalla Banca d’Italia. La donazione è stata ufficializzata oggi,
mercoledì 15 giugno, nella sede dell’Ospedale.
Grazie alla donazione di A.B.C. di un nuovo ecografo digitale al Burlo Garofolo, sarà possibile
effettuare un esame diagnostico molto accurato e non invasivo ai bambini ricoverati che
hanno ridotte possibilità di movimento, raggiungendoli direttamente nel loro letto. Migliorare
il generale percorso chirurgico dei bambini del reparto di Chirurgia dell’IRCSS materno infantile Burlo
Garofolo e – contestualmente – supportare la qualità del lavoro del personale sanitario è uno dei
prioritari obiettivi che A.B.C. si pone nei confronti della struttura ospedaliera e di tutti i bambini e le
famiglie che segue.
La donazione di A.B.C. è stata resa possibile grazie al contributo che l’Associazione ha ottenuto
da Banca d’Italia che ha immediatamente colto la valenza pratica e di grande supporto che una
strumentazione tecnologica così innovativa può avere nel miglioramento delle prestazioni sanitarie
e nell’approccio con i piccoli pazienti.
La donazione del macchinario è stata ufficializzata oggi, mercoledì 15 giugno, con una breve
cerimonia che si è svolta nella sede dell’Ospedale, alla presenza del dott. Stefano Dorbolò,
Direttore Generale dell’ IRCSS materno infantile Burlo Garofolo; della dott.ssa Daniela
Codrich, Dirigente Medico; della dott.ssa Paola Toscani, Direttore sanitario; della dott.ssa
Serena Sincovich, Direttore Amministrativo.
***
L’ecografia rappresenta lo strumento più preciso e innocuo (ovvero, senza l’utilizzo di radiazioni
ionizzanti) per la diagnostica di tutte le forme di lussazione, immaturità e displasia (in particolare
delle anche neonatali), delle varie disfunzioni delle parti interne (addome e polmoni) e per la vescica
neurologica; nella fascia d’età 0-6 mesi di vita, fornisce molte più informazioni rispetto al controllo
radiografico.
Con la donazione di questo ecografo interamente digitale, associato a tre licenze software per
collegare gli ecografi ad un sistema informatizzato, A.B.C. prosegue il suo sostegno del bambino
e della sua famiglia a 360°: garantire ai piccoli pazienti la diagnostica e la cura con strumenti
d’eccellenza e terapie mini-invasive prendendosi al contempo cura degli aspetti emotivi,
relazionali e psicologici del bambino, che può essere sottoposto all’ecografia senza doversi
muovere.
A beneficiare del progetto di miglioramento dell’offerta diagnostica del reparto saranno i circa 250
pazienti con diversi stati malformativi che ogni anno il Burlo Garofolo ospita; oltre ai circa
500 pazienti ortopedici che, sempre annualmente, si sottopongono a controlli per displasie o
lussazioni delle anche.
Così Giusy Battain, Direttrice di A.B.C: “Con questa donazione A.B.C. si pone come obiettivo quello
di contribuire a confermare l’eccellenza delle cure dell’IRCSS materno infantile Burlo Garofolo di
Trieste, anche grazie all’acquisizione di questa nuova strumentazione di alta tecnologia, che utilizza
tecniche avanzate non invasive e precise per una diagnosi puntuale nella prima fase. Oltre all’aspetto
clinico, A.B.C. auspica di alleviare le sofferenze dei piccoli pazienti ricoverati e delle loro famiglie anche
da un punto di vista pratico ed emotivo: risparmiare un cambio di letto a un bambino con difficoltà di
movimento è un grande sollievo per lui, è una tranquillità in più per la sua famiglia e per gli stessi
operatori sanitari che possono così svolgere il loro lavoro più serenamente e con fluidità. A.B.C. è
molto grata a Banca d’Italia per la sensibilità dimostrata nel supportare in modo determinante l’acquisto
di questo ecografo così all’avanguardia”.
“Grazie al Direttore di ABC Giusy Battain – ha commentato il Direttore generale dell’IRCCS
materno infantile Stefano Dorbolò – e a tutti gli associati per questa nuova donazione che contribuirà a rinnovare la dotazione di attrezzature biomediche qualificando ulteriormente la risposta sanitaria ai nostri piccoli pazienti. ABC per noi non è solo e semplicemente un’Associazione. E’ una parte del Burlo. Una componente integrata e complementare dell’Istituto fondamentale nel supporto e nel
sostegno ai nostri pazienti chirurgici e alle loro famiglie.
Così ha precisato anche il Direttore del Dipartimento di Chirurgia Jurgen Schleef “Ringraziamo
sentitamente l’ABC per aver contribuito a dotare il nostro Dipartimento di un ecografo che, grazie alle  dimensioni contenute, alla possibilità di spostarsi su un carrellino e alla molteplicità di sonde ne ha  reso possibile un uso condiviso tra le diverse specialità chirurgiche. Viene infatti usato nell’ ambulatorio  ortopedico, in quello della neurovescica e della diagnostica funzionale gastroenterologica. Inoltre può  essere spostato al letto del paziente in reparto per evitare complicati e dolorosi spostamenti in  Radiologia ai nostri piccoli pazienti allettati”.

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top