Coppa Piemonte: il comitato organizzatore sta valutando modifiche al regolamento del circuito

Il comitato organizzatore sta valutando alcune modifiche da apportare al regolamento del circuito 2020

La diffusione del Coronavirus Covid 19, l’emergenza nazionale decretata dal governo che avrà una durata di sei mesi, il DPCM 4 marzo recante misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, hanno costretto diversi organizzatori di manifestazioni, tra cui quello della Bra Bra Specialized Fenix Grand Prix inserita nel calendario gare del circuito Coppa Piemonte, a posticipare la data di svolgimento delle stesse. Oltre alle variazioni già comunicate, altre potrebbero aggiungersene.

Il comitato organizzatore del circuito che monitora costantemente la situazione, in ambito sportivo, sta valutando alcune modifiche da apportare al regolamento del circuito 2020. Tali modifiche verranno rese note al momento dell’inserimento nel regolamento del circuito stesso.

Vi invitiamo a seguire il sito del circuito e la pagina Facebook per rimanere aggiornati.




World music: on line il bando dell’unico contest europeo, il Premio Andrea Parodi

ANCORA APERTE LE ISCRIZIONI ALL’UNICO CONTEST EUROPEO DI WORLD MUSIC: IL PREMIO ANDREA PARODI

LE FINALI A CAGLIARI DALL’8 AL 10 OTTOBRE

È per artisti di tutto il mondo il bando del 13° “Premio Andrea Parodi”, l’unico concorso europeo riservato esclusivamente ad artisti di world music, organizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda. Le finali, quest’anno, sono in programma, dall’8 al 10 ottobre, come sempre a Cagliari.

Su www.fondazioneandreaparodi.it è disponibile il nuovo bando di concorso. L’iscrizione è gratuita. Per partecipare occorre, fra l’altro, inviare due brani (anche già editi) che siano identificativi di un intero progetto artistico che rientri nei canoni della world music.

Fra i premi per il vincitore ci sono una serie di concerti e di partecipazioni ad alcuni dei più importanti festival italiani di musica di qualità nelle edizioni del 2021: dall’“European jazz expo” in Sardegna a Folkest in Friuli, dal Negro Festival di Pertosa (SA) e allo stesso Premio Parodi, ma anche in altri eventi che saranno man mano annunciati. Oltre a questo, avrà diritto a una borsa di studio di 2.500 euro. Al vincitore del premio della critica andrà invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi.

Le domande di iscrizione dovranno essere inviate entro e non oltre il 15 maggio 2020, tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ).

Dovranno contenere:

– 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive, anche se già edite; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare);

– testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

– curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo);

Tra tutte le iscrizioni la Commissione artistica istituita dalla Fondazione selezionerà, in maniera anonima, da otto a dodici finalisti; i finalisti si esibiranno a Cagliari in ottobre davanti a una Giuria Tecnica (addetti ai lavori, autori, musicisti, poeti, scrittori e cantautori) e a una Giuria Critica (giornalisti). Entrambe le giurie, come negli scorsi anni, saranno composte da autorevoli esponenti del settore.

Le precedenti edizioni sono state vinte: nel 2019 da Fanfara Station (Tunisia, Usa, Italia), nel 2018 da La Maschera (Campania), nel 2017 da Daniela Pes (Sardegna), nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

Partner della manifestazione sono, oltre ai festival succitati: Bflat, Il Vecchio Mulino di Sassari, Premio Bianca d’Aponte, Premio Loano per la Musica Tradizionale Italiana, Mare e Miniere, Mo’l’estate Spirit Festival, Fondazione Barùmini, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla musica dell’Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di lettere, lingue e beni culturali), Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari, Consorzio Cagliari Centro Storico, Boxofficesardegna, Peugeot Mario Seruis Automobili.

Media partner sono Rai Radio Tutta Italiana, Radio Sardegna, Tiscali.it, Radio Popolare, Unica Radio, Sardegna Uno, Televisione Ejatv, Sardegnaeventi24.it, Il giornale della musica. Blogfoolk, Folk Bulletin, Mundofonías (Spagna), Petr Dorůžka (Rep. Ceca), Concertzender Nederland (Olanda).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione grazie a: Regione autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio; Fondazione di Sardegna; Comune di Cagliari (patrocinio e contributo); NUOVOIMAIE; SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori; Federazione degli Autori.

Per maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

info@premioandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com




Il 35° Rally Bellunese si corre il 25 e 26 aprile 2020

Tre Cime Promotor asd, il sodalizio che cura l’organizzazione di Rally Bellunese e cronoscalata Alpe del Nevegal, ha ottenuto l’autorizzazione di ACI Sport a posticipare la data di svolgimento della 35^ edizione della corsa che inaugurerà la Coppa Rally 4^ zona (comprendente le province di Belluno, Venezia e il Friuli Venezia Giulia). L’appuntamento con il Rally Bellunese 2020, inizialmente previsto il 4 e 5 aprile, è stato posticipato al 25 e 26 aprile prossimi. In queste ore il gruppo presieduto da Achille “Brik” Selvestrel è indaffaratissimo per completare il “giro” informale di contatti con i vari soggetti interessati e coinvolti nell’evento: autorità (Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Prefettura, Provincia, Sindaci, ecc.), responsabili dei servizi (radioamatori, cronometristi, mezzi di soccorso, ambulanze, medici rianimatori, commissari di percorso) e collaboratori vari.

Mentre in giornata saranno trasmesse a tutti le comunicazioni ufficiali, Tre Cime Promotor asd ha già avuto i primi “via libera” da servizi vari e collaboratori quali don Luca, parroco di Lentiai, per la sala da adibire a direzione gara e Mauro Cavallet della trattoria L’Oasi, fulcro della prova spettacolo inaugurale e parte della speciale “Melere”.

Non è stata una passeggiata di salute quella che ha dovuto affrontare Tre Cime Promotor asd, già duramente messa alla prova da eventi extra sportivi ed extra organizzativi che avevano messo severamente alla prova il gruppo in occasione del 33° Rally Bellunese 2018 (annullato il giorno delle verifiche per l’allarme VAIA) e delle due edizioni tricolori dell’Alpe del Nevegal, avversate dalla pioggia battente. Il 4 marzo scorso, con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, recantele “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19”, lo svolgimento del 35° Rally Bellunese, dal punto di vista organizzativo pronto per il via, era stato messo in forte dubbio: il blocco delle attività fino al 3 aprile 2020 rendeva di fatto impossibile agli organizzatori e ai concorrenti essere in gara il 4 e 5 aprile.

Grazie alla massima tempestività con la quale il sodalizio organizzatore si è subito attivato con gli organi sportivi competenti per il cambio di data della manifestazione, ieri è arrivata l’auspicata conferma da parte della Segreteria della Commissione Rally di Aci Sport dell’autorizzazione a svolgere il 35°Rally Bellunese in data 25 – 26 aprile 2020, che testualmente recita:“Salvo ulteriori disposizioni Governative si autorizza lo spostamento di data da Voi richiesto per il 26/4”. La macchina organizzativa, che comunque non si era mai fermata,si è ributtata con rinnovata energia ed entusiasmo sul tanto lavoro necessario per arrivare felicemente al traguardo del 35° Rally Bellunese. Con fiducia che il cosiddetto Coronavirus possa essere sconfitto.

Il 35° Rally Bellunese èvalido come gara inaugurale della Coppa Rally 4^ zona con coefficiente 1.5, ossia potrà annoverare fra i partecipantile performanti vetture WRC e WRC Plus; sarà dedicato al ricordo di Maurizio Da Lan, l’indimenticato ed indimenticabile amico e collaboratore della Tre Cime Promotor prematuramente scomparso pochi anni fa; per i Trofei R Italian Trophy, Renault Twingo R1, Renault Corri con Clio N3, per il Trofeo Rally Automobile Club Vicenza 2020; per il Tre Cime Challenge R2. A proposito di quest’ultimo c’èda dire che si tratta di una competizione introdotta per l’occasione da Tre Cime Promotor asd e destinata a premiare i migliori tre equipaggi della classifica finale nella classe R2.

La corsa che partirà alle 19.00 di sabato 25 aprile si articolerà su un tracciato di ben 83 chilometri di prove speciali: la prova spettacolo “Oasi Circuit” (con partenza del primo equipaggio alle 19.29) e le altre 8 ps sui classici tracciati di Melere, Cesio e Lentiai.

Confermata anche la possibilità di effettuare lo shakedown, ossia il test pre-gara che permetterà agli equipaggi e alle loro assistenze di effettuare verifiche sull’affidabilità e il set up del mezzo.

Il 35° Rally Bellunese gode del patrocinio degli Automobile Club di Belluno e di Vicenza, del Dolomiti Racing Motorsport, dell’Associazione nazionale carabinieri “Bortolin” di Santa Giustina, della Regione Veneto, della Provincia di Belluno, dei Comuni di Borgo Valbelluna, Santa Giustina, Cesiomaggiore e Limana.

Ufficio stampa

Tre Cime Promotor asd