OMAGGIO A ENNIO MORRICONE – A Palmanova lo spettacolo tributo al grande compositore con Diego Basso, Andrea Griminelli, Mauro Maur e la FVGOrchestra

Zenit Srl, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, Città di Palmanova, PromoTurismoFVG

presenta

OMAGGIO A ENNIO MORRICONE

A PALMANOVA IL 18 LUGLIO LO SPETTACOLO TRIBUTO ALLE MUSICHE DEL COMPOSITORE ITALIANO PIÚ AMATO AL MONDO

OSPITI SPECIALI SARANNO IL FLAUTISTA ANDREA GRIMINELLI E IL TROMBETTISTA MAURO MAUR. A DIRIGERE LA FVG ORCHESTRA CI SARÁ IL M° DIEGO BASSO

UN VIAGGIO EMOZIONANTE FRA LE MERAVIGLIOSE MUSICHE DI CAPOLAVORI ASSOLUTI DEL CINEMA COME “NUOVO CINEMA PARADISO”, “IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO”, “PER UN PUGNO DI DOLLARI”, “C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA”, “THE MISSION” E MOLTI ALTRI ANCORA

OMAGGIO A ENNIO MORRICONE

Direttore: Diego Basso

Special Guest: Andrea Griminelli, Mauro Maur

Con la partecipazione della FVG Orchestra

Sabato 18 luglio 2020_Ore 21.30

PALMANOVA (Udine), Piazza Grande

I biglietti saranno in vendita online su Ticketone.it e in tutti i punti autorizzati dalle 10.00 di mercoledì 4 marzo. Info e punti vendita su www.azalea.it

Un nuovo grande evento musicale nell’estate di Palmanova, città patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco, che ospiterà il prossimo sabato 18 luglio l’evento dal titolo “Omaggio a Ennio Morricone”, un viaggio emozionante fra le celebri musiche del compositore italiano più famoso al mondo. A salire sul palco di Piazza Grande (inizio alle 21.30) saranno alcuni fra i più importanti esponenti della scena musicale italiana: a dirigere lo spettacolo ci sarà il M° Diego Basso, ospiti speciali saranno il flautista di fama internazionale Andrea Griminelli e il trombettista Mauro Maur, che ha collaborato con il M° Morricone per ben 18 anni della sua meravigliosa carriera. L’evento vedrà poi la partecipazione di un’altra grande istituzione culturale del Friuli Venezia Giulia, la FVG Orchestra, ensemble sinfonico nato recentemente per raccogliere l’eredità musicale di diverse compagini di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Il concerto “Omaggio a Ennio Morricone” è inserito nella rassegna “Estate di Stelle” a Palmanova. I biglietti per questo nuovo importante appuntamento dell’estate musicale del Friuli Venezia Giulia saranno disponibili dalle 10.00 di mercoledì 4 marzo online su Ticketone.it e in tutti i punti vendita del circuito. Info e punti autorizzati su www.azalea.it .

La rappresentazione delle più celebri colonne sonore, selezionate tra le oltre 400 musiche da film che il Maestro Ennio Morricone ha composto. Dalla lunga e incomparabile collaborazione con Sergio Leone fino alla produzione cinematografica più recente, le musiche raffinate e semplici di Ennio Morricone sono un autentico vocabolario di suggestioni a volte liriche e a volte brillanti, ma sempre emozionanti. In “Omaggio a Ennio Morricone” il pubblico potrà emozionarsi ascoltando musiche di successo universale tratte da capolavori della storia del cinema come “Nuovo Cinema Paradiso”, “Malena”, “The Mission”, “La leggenda del pianista sull’oceano”, “C’era una volta in America”, “Il buono, il brutto, il cattivo” “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e molti altri ancora. La caratura dei musicisti che saliranno sul Palco di Palmanova contribuirà ancora di più a rendere magica una serata da vivere sotto le stelle, accompagnati da canzoni e musiche che hanno fatto la storia del miglior cinema di sempre.

Fra gli spettacoli del calendario della rassegna “Estate di Stelle” a Palmanova (Udine), organizzata da Zenit srl, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, Città di Palmanova, PromoTurismoFVG, troviamo lo show comico di Ficarra e Picone (11 luglio), e il concerto della star del pop mondiale, ex membro dei One Direction, Louis Tomlinson (30 luglio). Biglietti già in vendita, info su www.azalea.it. Nei prossimi giorni verrà svelato il calendario completo della rassegna.

PER INFORMAZIONI:

Zenit srl tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

UFFICIO PROMOZIONE E COMUNICAZIONE: 

Giovanni Candussio tel. +39 348 9007439 – giovanni@azalea.it

DIEGO BASSO – Biografia

Diego Basso, direttore d’orchestra, protagonista di importanti progetti in tv nelle principali reti televisive e nei maggiori teatri nazionali ed internazionali. Tra i suoi più recenti impegni, Direttore d’orchestra e musicale del nuovo programma Rai 1, Sanremo Young, in onda in cinque prime serate su RAI 1. Sempre per la televisione ha preso parte a due grandi produzioni, Viva Mogol! – Rai 1 e le due edizioni di Music – Canale 5, per le quali ha diretto l’orchestra ed ha trascritto e curato l’arrangiamento di brani interpretati dai più grandi artisti nazionali e internazionali che vi hanno partecipato. Ha diretto l’orchestra per il tour europeo “Notte Magica”, e alcune tappe del tour italiano e nordamericano de Il Volo.

ANDREA GRIMINELLI – Biografia

Flautista solista, acclamato dalla critica e dal pubblico per le sue sensibilissime interpretazioni e per la sua tecnica sorprendente, è stato inserito dal New York Times fra gli “otto artisti emergenti degli anni ’90”.

Appena diplomato, entra a far parte dell’Orchestra della RAI di Torino e del Teatro La Fenice di Venezia mentre il suo debutto a livello internazionale avviene nel 1984 quando è presentato al pubblico d’oltreoceano da Luciano Pavarotti nel memorabile concerto al Madison Square Gardens di New York e assieme al quale intraprende una intensa collaborazione con più di 200 concerti nell’arco di 14 anni. Nel 1989 vince un Grammy Award. La sua carriera si arricchisce di importanti concerti e tournées in Europa, Giappone, Sud America, Stati Uniti e nel mondo intero; si esibisce nei più prestigiosi teatri e sale da concerto dal Teatro alla Scala di Milano alla Carnegie Hall di New York.

MAURO MAUR – Biografia

Mauro Maur contribuisce con la sua arte di virtuoso della tromba a diffondere nel mondo la sapienza e la tradizione musicale italiana al più alto livello accanto a musicisti come Placido Domingo, Uto Ughi, Riccardo Muti, Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Pierre Boulez, ma anche Tony Scott, Oscar Valdambrini, Nini Rosso, Paquito D’Rivera, Gloria Gaynor. Suona nelle più importanti sale da concerto del mondo, tra cui Carnegie Hall di New York, Lincoln Center di New York, Hollywood Bowl di Los Angeles, Boston Symphony Hall, The Great Hall of The People di Pechino (Cina), National Center for The Performing Arts (Cina), Seul Art Center (Corea), SOTA Arts Center (Singapore), Suntory Hall di Tokyo, Opera di Dresda (Germania). Ha collaborato per più di 18 anni con Ennio Morricone, il quale ha dedicato a Mauro Maur molti assoli dei suoi film e anche il suo concerto per tromba e orchestra “Ut”.

Zenit srl




“HAI COMPLICATO TUTTO” È IL NUOVO EP DEI LENIN!

L’attesa è finita: finalmente, dopo due anni, i LENIN! tornano sulla scena con il loro secondo EP intitolato “Hai Complicato Tutto”, uscito lo scorso 1°ottobre.

Dopo l’EP omonimo LENIN! – uscito nel 2017 e che ha trovato il suo posto agli antipodi dei trend musicali contemporanei – la band genovese è nuovamente pronta a condurci nel loro mondo fatto di autodistruzione e chitarre distorte.

Sempre fedeli alla loro natura un po’ emo-un po’ punk, non hanno mai smesso di scavare nel passato dei grandi classici anni ‘90 per restituirci spaccati di realtà più contemporanei che mai.

Si intitola “Hai Complicato Tutto” ed è il nuovo EP dei LENIN!, in uscita per Pioggia Rossa Dischi, Scatti Vorticosi Records e Taxi Driver Records.
La pre-produzione delle canzoni è avvenuta al Blackwave Studio di Genova con Fulvio Masini e Fabio Palombi; la produzione artistica dell’intero EP è stata realizzata da Mattia Cominotto al Greenfog Studio di Genova, così come registrazione, mixaggio e mastering.

“Hai Complicato Tutto” è un EP che raccoglie quattro brani puri e intensi, un lavoro che attraversa e affronta quelle preoccupazioni comuni che potenzialmente tormentano la vita di chiunque. Dietro a quei suoni distorti che strizzano l’occhio al Punk anni ‘90 e si collocano a cavallo tra il Rock più classico e quello più alternativo, si nascondono amori disillusi, rapporti complicati e dipendenze che viziano l’esistenza, in una chiave particolarmente attuale e mai banale.

Si intitolano “Arce”, “Hai Complicato Tutto”, “Soda Caustica” e “La Testa Vuota” i brani che compongono l’EP e che – tra malinconia e rabbia repressa – riportano in auge quella peculiarità di sfogo appartenuta al Grunge più sfacciato degli anni ‘90.

Senza peli sulla lingua, struggenti e tormentati: con i LENIN! si riparte da una musica cruda e vivida che non lascia spazio a mezzi termini.

Vi parleremo di ciò che fotte il fegato e il cuore, che è complicato e ha complicato tutto.

MARKO LENIN SU “HAI COMPLICATO TUTTO”

«Quando ero bambino adoravo i miei giocattoli e dicevo a tutti che io avrei giocato per sempre. Quando la maestra mi fece scrivere un pensierino su “quali sono le tue paure” io scrissi: “Io ho paura della concentrazione” facendo preoccupare i miei genitori.

È difficile restare concentrati: sui temi sociali, su ciò che accade al prossimo e a noi stessi, sull’amore, sulla necessità di mostrare i propri sentimenti al partner.

È difficile mantenere la testa allenata sul concetto di gioco; saper giocare con la propria vita, nel senso di mettersi in gioco per lo stesso amore che hai per lei, senza metterla a repentaglio.

A volte si soffre e si commettono sciocchezze nel nome di quel cuore spezzato e di quel fegato piegato dai vizi (“Arce”) per la non accettazione delle complicazioni dei rapporti (“Hai Complicato Tutto”) che da “cotta” e sesso evolvono, nel bene o nel male, facendo crescere obbligatoriamente entrambi i partner.

Le serate vuote come il proprio bicchiere alle dannate 2 del mattino (“Soda Caustica”) fanno uscire il lato oscuro di noi, quello che non ci piace ma che in realtà ci seduce sempre. E poi ci si risveglia al mattino privi di idee con le dita su una scroll bar che ci svuota la testa e ci riduce a comparse di un film di Romero.

Tutto questo descrive un EP non complicato, anzi: molto semplice e diretto.

Perché si cresce, perché la vita al limite ci attrae più di quanto vogliamo ammettere, perché la vita di coppia ci fa paura più di quanto vogliamo ammettere, perché la testa la usiamo più per testare quanto piacciamo agli altri piuttosto che per il nostro bene e per la nostra crescita personale.

Perché era più bello quando si era bambini e si cercava solo di essere felici e di scoprire il mondo.» (Francesco Conelli)

 

GENERE Alternative Rock/Punk/Indie-Rock
CITTÀ DI ORIGINE Genova
FORMAZIONE Francesco Conelli (voce e chitarra), Simone Mainardi (basso e cori), Lorenzo Santagada (batteria) e Pietro Bonuzzi (chitarra e tastiere)
L’idea di LENIN! prese il via nel 2014, quando Marko Lenin (Francesco Conelli), durante la stesura di un libro – che ancora oggi lo vede impegnato – decise di registrare 11 tracce con lo scopo di farne la colonna sonora, dando vita – di fatto – al suo progetto da solista. Con gli anni, però, il progetto si allargò, accogliendo, nel 2015 Simone al basso e Lorenzo alla batteria, e nel 2017 Pietro, che si aggiudicò chitarra, micro-korg e cori. L’ingresso dei tre ragazzi segnò ufficialmente il punto d’inizio dei LENIN!.

LENIN! è una band collettiva che unisce il Rock alternativo al Punk degli anni ‘90, in una dimensione sonora in cui i ragazzi si rispecchiano appieno, strappando brutalmente dalle note quel senso di autodistruzione che da sempre vive malinconicamente nei loro cuori e nelle loro anime.
Dai primi esordi, decisamente più acustici, il suono si è evoluto nel tempo, plasmandosi in una dimensione più elettrica.
LENIN! è contro. LENIN! si schiera a favore della rivoluzione del proletariato musicale contro la piccola e media borghesia dell’Indie. Perché non conta se la musica la si suona con una colonna di amplificatori o con una chitarra acustica mezza rotta: l’importante è avere qualcosa da dire, qualcosa per cui lottare.

Ascolta i Lenin su
Spotify, Deezer, Apple Music e YouTube.