Alpe Adria Tour: il circuito elegante e sobrio che premia la passione per il ciclismo

Si è svolta nella sede della Autotrasporti Chiarcosso la cerimonia di premiazione dei protagonisti dell’edizione 2019 e la presentazione delle sette gare che costituiscono il calendario gare del circuito 2020.

Udine – Eleganzasobrietàpassione e impegno. Quattro sostantivi che riassumono l’essenza del circuito Alpe Adria Tour.

L’eleganza è cortesia, non è appariscente. È rispetto per gli altri, attenzione al modo in cui ciò che viene detto, fatto o mostrato può essere percepito. Non un formale galateo, non un cerimoniale ipocrita, non un banale e passivo adeguarsi al convenzionale, ma un più profondo sentimento di civiltà.

La sobrietà non è sacrificio, rinuncia, pauperismo. È la capacità di scegliere ciò che serve e ciò che invece non solo è inutile, ma spesso è ingombrante e fastidioso.

Valori fondamentali che i fondatori del circuito Sante Chiarcosso e Paolo Giberna insieme all’inossidabile Eraldo Scipioni, coordinatore regionale Acsi Ciclismo, trasmettono ai giovani appassionati che li sostengono e a cui affidano gradualmente il compito di continuare la loro preziosa opera organizzativa.

Sante Chiarcosso proprietario dell’azienda Autotrasporti Chiarcosso, che ha ospitato nella sala Haiti la cerimonia di premiazione del circuito 2019 e presentazione della nuova edizione, sottolinea con decisione questi valori:

“Il circuito Alpe Adria Tour è un challenge sobrio ed elegante. Nonostante non riesca ad esprimere grandi numeri in termini di abbonati. Le cause sono molteplici e non è possibile affrontarle in poco tempo e soprattutto in questo che è un momento di festa per celebrare i protagonisti e organizzatori delle diverse prove. Mi preme comunque sottolineare che tra le sette manifestazioni che costituiscono il calendario gare della diciannovesima edizione del circuito ci sono ben due eventi validi quali prove di qualificazione per l’UCI Gran Fondo Series (Marathon Franja e Leggendaria Charly Gaul). Due eventi che insieme alle altre manifestazioni in programma rappresentano il nostro vestito griffato. Un vestito che non ostentiamo, ma usiamo con eleganza e sobrietà in queste occasioni per far comprendere l’importanza del circuito”

Chiarcosso ha inoltre ricordato l’impegno del gruppo nel sostegno ai progetti promossi dalla Onlus Pane Condiviso e il progetto “KAY: insieme nella gioia” voluto dalla società ciclistica Asd Chiarcosso Help Haiti.

Eraldo Scipioni evidenzia l’anima passionale di quanti organizzano le gare, dei corridori partecipanti e di un ente come Acsi Ciclismo: “che grazie agli oltre 52000 tesserati e all’impegno del responsabile nazionale Emiliano Borgna contribuisce a scrivere alcuni entusiasmanti capitoli della storia delle due ruote amatoriali nella nostra regione e nel resto della penisola”.

Sante Chiarcosso proprietario dell’azienda Autotrasporti Chiarcosso, che ha ospitato nella sala Haiti la cerimonia di premiazione del circuito 2019 e presentazione della nuova edizione, sottolinea con decisione questi valori:

“Il circuito Alpe Adria Tour è un challenge sobrio ed elegante. Nonostante non riesca ad esprimere grandi numeri in termini di abbonati. Le cause sono molteplici e non è possibile affrontarle in poco tempo e soprattutto in questo che è un momento di festa per celebrare i protagonisti e organizzatori delle diverse prove. Mi preme comunque sottolineare che tra le sette manifestazioni che costituiscono il calendario gare della diciannovesima edizione del circuito ci sono ben due eventi validi quali prove di qualificazione per l’UCI Gran Fondo Series (Marathon Franja e Leggendaria Charly Gaul). Due eventi che insieme alle altre manifestazioni in programma rappresentano il nostro vestito griffato. Un vestito che non ostentiamo, ma usiamo con eleganza e sobrietà in queste occasioni per far comprendere l’importanza del circuito”

Chiarcosso ha inoltre ricordato l’impegno del gruppo nel sostegno ai progetti promossi dalla Onlus Pane Condiviso e il progetto “KAY: insieme nella gioia” voluto dalla società ciclistica Asd Chiarcosso Help Haiti.

Eraldo Scipioni evidenzia l’anima passionale di quanti organizzano le gare, dei corridori partecipanti e di un ente come Acsi Ciclismo: “che grazie agli oltre 52000 tesserati e all’impegno del responsabile nazionale Emiliano Borgna contribuisce a scrivere alcuni entusiasmanti capitoli della storia delle due ruote amatoriali nella nostra regione e nel resto della penisola”.

La Sala Haiti della Chiarcosso Autotrasporti che ha ospitato la premiazione del circuito Alpe Adria Tour

Alpe Adria Tour 2020. Tra le novità più importanti della nuova edizione il ritorno della Kartnen ARBO Rad Marathon che per tre anni non si è svolta, mentre la Granfondo d’Europa ultima prova del circuito, sarà sostituita dalla Cronocarsica. Mentre a breve verranno presentate tutte le novità che interessano le manifestazioni.

Queste le sette prove dell’Alpe Adria Tour 2020

17 Maggio – Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e del Natisone – Cividale del Friuli (UD)

07 Giugno – Kartnen ARBO Rad Marathon – Bad Kleinkirchhein (A)

14 Giugno – Marathon Franja BTC City – Ljubljana (SLO)

12 Luglio – La Leggendaria Charly Gaul – Trento (TN)

26 Luglio – Carnia Classic – Fuji – Zoncolan – Tolmezzo (UD)

30 Agosto – Gran Fondo dei Templari – Pordenone (PN)

13 Settembre – 19° Gran Fondo d’Europa – Cronocarsica Camp Reg Crono – Trieste (TS)

Le quattro prove valide per il circuito Alpe Adria Tour Friuli Venezia Giulia 2020

17 Maggio – Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e del Natisone – Cividale del Friuli (UD)

26 Luglio – Carnia Classic – Fuji – Zoncolan – Tolmezzo (UD)

30 Agosto – Gran Fondo dei Templari – Pordenone (PN)

13 Settembre – 19° Gran Fondo d’Europa – Cronocarsica Camp Reg Crono – Trieste (TS)

 

 




Si accende la magia del Natale a Bergamo A Natale, fai un giro per la tua città

Le luminarie e gli addobbi a tema, la novità della grande ruota panoramica,

lo spettacolo di accensione dell’Albero di Natale e le iniziative dei negozianti del centro, Borgo Santa Caterina, Borgo Palazzo e Città Alta.

– Il Distretto Urbano del Commercio di Bergamo presenta oggi le iniziative del Natale a Bergamo 2019, promosse dallo stesso DUC con il patrocinio del Comune di Bergamo e della Camera di Commercio di Bergamo e la partecipazione delle associazioni dei commercianti del centro città, Borgo Santa Caterina, Borgo Palazzo e di Città Alta, Ascom Confcommercio Bergamo e Confesercenti Bergamo.

Il Natale a Bergamo, come da tradizione, si accende grazie alla suggestiva atmosfera delle luci natalizie che illuminano le vie della città grazie al contributo dei 645 negozi aderenti all’iniziativa: 400 nel cuore del centro con 30 vie coinvolte (da via Broseta – Longuelo a via Pignolo), 75 in Borgo Santa Caterina, 100 in Borgo Palazzo, 70 per le vie di Città Alta e molti altri ancora in arrivo. Un allestimento semplice ed elegante con ben 10 km di fili e gomitoli di luci led a risparmio energetico che creano un’atmosfera unica, per una città bella e capace di emozionare durante il periodo più magico dell’anno. Novità del Natale in città, la grande ruota panoramica posizionata in Piazza Matteotti: alta 32 metri è una delle ruote itineranti più alte d’Europa, composta da 24 cabine per un totale di 144 passeggeri e illuminata da oltre 3000 punti luce a led rossi e risparmio energetico.

La ruota panoramica è realizzata grazie al contributo di Valtellina Spa. L’attrazione sarà aperta al pubblico dal 23 novembre al 12 gennaio, tutti i giorni dalle 10:00 alle 23:45:

–     corsa singola: 7 euro e 5 euro (sotto i 115 cm di altezza) per 2 giri da 8/10 minuti complessivi

–     cabina VIP: 2 persone 60 euro, 4 persone 120 euro. Durata della corsa 30 minuti con aperitivo

–     cabina disabili: accesso gratuito

–     gruppi e famiglie: riduzioni in cassa (minimo 4 persone)

–     gruppi di scolaresche (minimo 20 persone): 5 euro fino alla terza elementare e 6 euro dalla quarta. Durata della corsa di 3 giri da 15 minuti, anziché 2 giri

–     Buoni sconto del valore di 1 euro disponibili presso i commercianti aderenti all’iniziativa Natale a Bergamo.

A contraddistinguere l’iniziativa e valorizzare la partecipazione dei negozianti che hanno aderito al progetto, il brand Natale a Bergamo,  rappresentato dal luccichio di una stella come simbolo del Natale in città e visibile sulle vetrine dei negozianti aderenti, sulle etichette dei pacchi regalo o come simpatica spilla da indossare. La città dall’alto fino ai monti innevati, vista da un inedito punto di vista – quello dalla ruota panoramica – è invece la protagonista della campagna di comunicazione del Natale a Bergamo, qui rappresentata da un’illustrazione iconica animata e colorata dalle luci, dagli addobbi a tema e dallo scambio dei doni acquistati per i nostri cari. Un invito a vivere la città nel suo periodo più magico e suggestivo: Natale, fai un giro per la tua città. Ma il Natale è anche la tradizione degli alberi decorati e illuminati che il DUC allestirà nei prossimi giorni in largo Colle Aperto, Piazza Mascheroni, via Santa Caterina, Piazza Sant’Anna, via Don L. Palazzolo, piazzale Marconi, sotto il porticato della Biblioteca Civica Angelo Mai, nella piazza adiacente l’Accademia Carrara e lungo la rinnovata via Tiraboschi. Tra le novità anche l’allestimento natalizio green di Piazza Vecchia, realizzato grazie al contributo di VisitBergamo e alla collaborazione con I Maestri del Paesaggio: 6 aiuole circolari conterranno abeti (Picea abies) illuminati a festa.

Grande inaugurazione in piazza Matteotti domenica 24 novembre alle ore 17:30 con l’accensione dell’Albero di Natale: uno spettacolare evento caratterizzato dall’allestimento scenografico di quattro grandi pacchi natalizi che faranno da sfondo ad una suggestiva ed emozionante performance di ballerini sospesi, musicisti e luci scintillanti che culminerà con l’accensione dell’albero di Natale e della grande ruota panoramica. Lo spettacolo è realizzato da MYM Group in collaborazione con il DUC, il Comune di Bergamo e realizzato grazie al contributo di ATB Azienda Trasporti Bergamo.

Numerosi infine anche gli eventi realizzati dai commercianti dei borghi per aspettare e vivere il magico periodo del Natale con tante proposte adatte a tutti.

In piazza Vittorio Veneto e piazza PontidaBergamoInCentro l’associazione dei commercianti del centro cittàallestirà due grandi Boule de Neige che ospiteranno la casa di una famiglia di orsacchiotti a grandezza naturale. L’iniziativa è totalmente a scopo benefico: dal 24 novembre al 6 gennaio nei negozi del centro città che espongono la vetrofania dell’orsacchiotto si potrà ricevere una letterina dei desideri da indirizzare all’Orso Natale e imbucare presso le cassette posizionate a fianco delle Boule de Neige.

Per ogni letterina consegnata, l’Associazione BergamoInCentro donerà dei soldi alla Onlus Amici della Pediatria e alla conclusione dell’iniziativa verrà scelto il desiderio più bello da realizzare.

Dopo il successo della passata edizione, domenica 1 dicembre torna il Santa Caterina Christmas Market: un’intera giornata dedicata alla magia del Natale con Borgo Santa Caterina completamente pedonalizzato, più di 50 espositori e 80 negozi del borgo dove acquistare i regali di Natale, numerose aree food e laboratori, intrattenimento, animazioni per grandi e piccini.

Giovedì 12 dicembre, Santa Lucia arriverà in Borgo Palazzo per distribuire in piazza S. Anna caramelle e dolci a tutti i più piccoli; sabato 21 dicembre nella piazzetta rossa del borgo, musica, dolci e intrattenimento con Babbo Natale.

Infine, venerdì 13 dicembre una notte di shopping in Città Alta con i negozi aperti fino alle ore 23:00.

Il Natale è nell’aria dunque, non resta che passeggiare nella sua magia e lasciarsi ispirare dalla ricca e variegata offerta dei negozi del centro città.

Nicola Viscardi, Presidente del DUC Distretto Urbano del Commercio: “Anche quest’anno sono numerosi gli esercenti della città che hanno aderito al progetto del Natale, da Borgo Palazzo a Borgo Santa Caterina, da Città Alta al centro. Non era scontato, soprattutto in un periodo complesso che il commercio sta vivendo su scala nazionale e non solo; in queste ultime settimane abbiamo appreso che Regione Lombardia, anche raccogliendo le nostre indicazioni, finalmente lancerà nuovi bandi sui negozi storici e sui distretti, siamo già al lavoro per metterli a frutto e dare agli imprenditori nuovi strumenti per essere sempre più competitivi.”

Info duc.bergamo.com / FB e Instagram Bergamo Shopping




Lunedi 25 novembre 18.30 Teatro Miela   ARTE E FOLLIA

Lunedì 25 novembre alle ore 18.30 al Teatro Miela  il secondo appuntamento di Capsule Collection la rassegna cinematografica dedicata all’arte e all’architettura e alla fotografia: una selezione in “edizione limitata” che predilige una scelta di artisti diversi tra loro ma accomunati da una creatività provocatoria, innovativa, comunicativa e sociale e che per l’attualità rappresentata supera e attraversa qualsiasi tempo.

Il tema della serata è  ARTE E FOLLIA.  Alle 18.30 un aperitivo in musica e alle 19.00 la storica dell’arte Maria Masau Dan introdurrà il tema La follia è una benedizione per l’arte!/?.  A seguire n breve intervento di Adriano Giraldi tratto dallo spettacolo “Un ozioso interesse, un fantasioso incanto. Visita non guidata al magico mondo di Vito Timmel” di Stefano Dongetti. Le conclusioni sono affidate allo psichiatra Peppe Dell’Acqua.

Alle ore 20.00 la proiezione di VAN GOGH SULLA SOGLIA DELL’ETERNITÀ




MARIA AMELIA MONTI IN “LA LAVATRICE DEL CUORE”Domani, 22 nov.Anà-Thema Teatro Osoppo

  La burocrazia, i cavilli legali, le incomprensioni tra genitori che si insinuano, complici lo stress e la fatica emotiva, tra i sentimenti più puri e limpidi di chi si appresta a intraprendere il lungo percorso verso l’adozione di un figlio. È così che, spesso, sballottati da una parte all’altra, ci si sente come dentro una lavatrice, al cui interno, però, non ci sono panni da lavare, ma le emozioni, ansie, paure, gioie e dolori di chi sarà genitore. Una sorta di “Lavatrice del cuore”.

 

    È anche il titolo dello spettacolo che andrà in scena domani, venerdì 22 novembre, alle 20.45 al Teatro della Corte di Osoppo per la stagione di Eureka10 proposta da Anà-Thema Teatro. Uno spettacolo, autentico ed emozionante che parla di adozioni raccontate attraverso le testimonianze di chi l’ha vissuta direttamente o indirettamente. Dalle lettere raccolte per la categoria “Lettera di un’adozione 2013”, nasce infatti “ La Lavatrice del cuore”, spettacolo teatrale scritto da Edoardo Erba e interpretato da una strepitosa Maria Amelia Monti.

 

    Il racconto dell’esperienza di Edoardo e Maria Amelia, sposati anche nella vita reale e con tre figli di cui uno adottivo, si affianca a quello di altre coppie, di papà e mamme che raccontano il proprio viaggio, in un’alternanza tra prosa e lettura di grande intensità i cui non mancano momenti ironici.

 

    Prodotto da Festival delle Lettere, in collaborazione con Italia Adozioni e Nidodiragno Produzioni e con l’accompagnamento musicale di Federico Hodling, lo spettacolo alterna con ironia momenti di lettura, tratti dalla corrispondenza raccolta durante il Festival delle Lettere, ad altri autobiografici, una sorta di diario della stessa protagonista sul percorso che ha dovuto affrontare prima di arrivare all’adozione.

 

    Per consentire al sempre folto pubblico che accorre ad Osoppo di assicurarsi il proprio posto, Anà-Thema consiglia la prenotazione, telefonando allo 04321740499 o al 3453146797, o inviando una email all’indirizzo info@anathemateatro.com.




19° GLOCAL FILM FESTIVAL  12-16 marzo 2020 – Cinema Massimo MNC, Torino   FINO AL 15 DICEMBRE 2019 OPEN CALL AI CONCORSI

Dopo l’anno della maggiore età, il Glocal Film Festival si affaccia alla 19a edizione, che si terrà dal 12 al 16 marzo 2020 al Cinema Massimo MNC di Torino, con un nuovo logo che racchiude in sé la specificità del festival ‘nato sotto la Mole’ nel 2000.

GINO CARON_Vincitore Spazio Piemonte 2019_ph Diego Dominici

Il Glocal Film Festival è stato il primo progetto ideato dall’Associazione Piemonte Movie, che da sempre valorizza il cinema piemontese e nel tempo ha ramificato le proprie attività dando visibilità tutto l’anno alle numerose opere frutto del dinamico panorama regionale.

Grazie alle sezioni competitive Panoramica Doc e Spazio Piemonte, il Glocal Film Festival rimane la principale vetrina e cartina tornasole della produttività locale in ambito cinematografico: i concorsi sono aperti a film, rispettivamente documentari e cortometraggi, realizzati nell’ultimo anno da registi o case di produzione piemontesi, oppure girati in location della regione. L’iscrizione è gratuita e possibile fino al 15 dicembre.

I titoli selezionati per ciascuna categoria saranno sottoposti al giudizio delle giurie composte da professionisti del settore e potranno aggiudicarsi il Premio Torèt – Alberto Signetto per il Miglior Documentario (2.500 €) e il Premio Torèt Miglior Cortometraggio (1.500 €). Per la sezione Panoramica Doc si confermano inoltre il Premio Distribuzione e Professione Documentario; mentre i corti in gara a Spazio Piemonte concorreranno anche per i premi collaterali assegnati grazie alla collaborazione dei partner O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo, Cinemaitaliano.info, Scuola Holden, Machiavelli Music.

Il Glocal dedica ogni anno una settimana alla produzione recente di cinema local in formato breve: in programma dal 5 al 10 febbraio 2020 alla Sala Il Movie (Via Cagliari 40/e), la rassegna TOO SHORT TO WAIT con tutti i cortometraggi iscritti a Spazio Piemonte e tutti i video-teaser della 3a edizione di Torino Factory.

Fino al 31 dicembre, i filmmaker under 30 potranno infatti partecipare alla 3a edizione del contest-video-lab TORINO FACTORY presentando il teaser di un cortometraggio girato per almeno l’80% a Torino della durata massima di 3’. Otto proposte saranno proiettate al Glocal Film Festival e selezionate per essere sviluppate e prodotte, grazie ai laboratori di Torino Factory a cui parteciperanno autori e troupe. Il Glocal Film Festival è organizzato in sinergia con le più importanti istituzioni cinematografiche locali come Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival; con il contributo di Regione Piemonte e di Fondazione Crt, e il supporto di Città Metropolitana di Torino e Città di Torino.

info, bando e iscrizioni concorso@piemontemovie.com / 328.8458281

www.piemontemovie.com / www.facebook.com/PiemonteMoviegLocal




Edoardo De Angelis torna in concerto a Talmassons  Venerdì 29 novembre ore 20.45

Edoardo De Angelis torna in concerto a Talmassons 

Venerdì 29 novembre ore 20.45 – Gran Teatro dei Piccoli

Via Cortina, 4 – Flambro di Talmassons (UD)

Il cantautore romano, da lungo tempo affettivamente legato alla Regione Friuli  Venezia Giulia per le significative esperienze vissute con Canzoni di Confine, Folkest e Mittelfest, arriva al Gran Teatro dei Piccoli, a Flambro di Talmassons, per un concerto organizzato dall’Associazione Culturale CulturArti di Udine, e inserito nel programma  del 2° Festival Alpe-Adria dell’Archeologia Pubblica “senzaConfini”, con il sostegno dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e in collaborazione con il Comune di Talmassons. 

Il Festival è stato ufficialmente inserito dal MiBAC tra gli eventi dell’Anno Europeo per il Patrimonio Culturale 2018.

Dopo i successi al Museo Archeologico di Aquileia, al Castello di Miramare a Trieste e al Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma, il pubblico e le autorità di Talmassons faranno da cornice al concerto “Storie da raccontare”, e questa volta le “storie” saranno davvero tante e diverse, perché l’evento è reso unico dalla recentissima pubblicazione del libro La Gara di Sogni (Arcana – Castelvecchi, 2019), nel quale il cantautore romano racconta il percorso dei suoi primi cinquant’anni di carriera.

Opportunamente pensato per il Festival, il concerto “Storie da raccontare” è una collana di canzoni che scavano nei cuori, nei sentimenti, nei rapporti, nelle vicende umane, e perfino, indiscretamente, nelle pagine della Storia con la S maiuscola, per recuperare al pensiero di oggi immagini, dettagli, possibili momenti di vita.

Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente da quello tipico dell’archeologo: quest’ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto; il cantautore scava nelle pagine del tempo, negli umori e nei respiri che distinguono un’anima dall’altra, e, se viene ascoltato, è il richiamo di una voce interiore che aiuta a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. 

La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.

Alleggiu, una delle canzoni contenute nel nuovo album di Edoardo De Angelis recita:

“È qui che si scommette sul futuro / è qui che si ragiona sul passato
è qui che si raccontano le storie / che con il tempo abbiamo conservato”


Se c’è un avverbio che può tradurre in maniera perfetta i tempi dell’archeologia, è proprio questo: lentamente (in siciliano alleggiu, in friulano planc, in tedesco langsam, in sloveno počasi).

Il concerto inizierà alle ore 20.45 e sarà accompagnato dalle parole dell’archeologa Roswitha Del Fabbro e introdotto dal Sindaco di Talmassons Fabrizio Pitton.

 

Sito web del Festival: www.acculturarti.org 




ULTIME PREVENDITE PER SPETTACOLI DI PROSA, MUSICA E DANZA. E BRACHETTI TRIPLICA

A grande richiesta, lo spettacolo del mago del trasformismo in programma sabato 14 marzo 2020 raddoppia e sarà in scena alle 16.00 e alle 20.45. Altra data come già anticipato venerdì 13 marzo alle 20.45

 

Giovanni da Udine, dal 21 novembre in vendita i biglietti per lirica, danza, il concerto di San Silvestro e Teatro Bambino.  E Brachetti triplica

 

Gli acquisti potranno essere effettuati agli sportelli di via Trento 4, nei punti vendita vivaticket e online. Il venerdì mattina attivo anche il temporary ticket store alla Libreria Feltrinelli in centro a Udine. Particolari sconti riservati ai possessori della G-Teatrocard.

Udine, 21 novembre 2019– Partono oggi, giovedì 21 novembre 2019 le ultime prevendite di stagione del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che questa volta comprenderanno la lirica, la danza, la musica, gli spettacoli per tutta la famiglia e per i bambini.

Prima importante segnalazione merita Solo di Arturo Brachetti: a grande richiesta, infatti,  lo spettacolo raddoppia l’appuntamento di sabato 14 marzo 2020 e andrà in scena alle 16.00 e alle 20.45. Altra data utile per  entrare nel coloratissimo mondo del mago del quick-change sarà, come già anticipato, venerdì 13 marzo 2020 alle 20.45.

E poi la danza: in programma Giselle, il più romantico balletto della storia atteso per il 18 gennaio 2020, e Dance Me con la compagnia Les Ballets Jazz de Montréal, in scena sul nostro palcoscenico il 18 aprile 2020. Impermeabile al trascorrere del tempo, il capolavoro della danza classica sarà affidato all’interpretazione dello storico Balletto di Maribor. Spettacolo dalla vitalità travolgente, con le sue affascinanti invenzioni scenografiche, visive, musicali e drammaturgiche, Dance Me coniuga invece l’estetica del balletto classico ad un approccio molto contemporaneo traendo ispirazione dall’immenso repertorio di Leonard Cohen.

Passando alla musica, sempre dal 21 novembre saranno in vendita anche i biglietti per l’imperdibile Concerto di Fine Anno: alle ore 18.00 del 31 dicembre come tradizione, i travolgenti ritmi di danza, le polke, i valzer e le celebri arie d’operetta risuoneranno nell’impareggiabile interpretazione della Strauss Festival Orchester, storico complesso viennese diretto da Peter Guth.

 

Due, lo ricordiamo, gli appuntamenti della Lirica. Il capolavoro verdiano Rigoletto nel nuovo allestimento della Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Azienda Teatro del Giglio, con la regia di Fabio Sparvoli e un cast di qualificati cantanti solisti, inaugurerà il cartellone il 24 gennaio 2020. A dirigere l’Orchestra Filarmonica Italiana e il Coro Lirico di Modena sarà David Crescenzi.

Il 19 maggio 2020 sarà invece la volta de Le Nozze di Figaro nell’allestimento della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, con la regia di Ivan Stefanutti e Marco Feruglio a dirigere l’Orchestra di Padova e del Veneto, il Coro della Società Musicale San Marco di Pordenone e i cantanti solisti, tutti di rilievo internazionale e specializzati nel repertorio mozartiano. Fra questi citiamo Valentina FarcasAlessandro Luongo, Guido Loconsolo, Maurizio MuraroSerena MalfiAlessia Nadin.

 

In vendita infine anche i biglietti per i tre spettacoli della rassegna Teatro BambinoColors della compagnia TPO, dove bambini e adulti potranno utilizzare fantasiosamente il potere della tecnologia (26 gennaio 2020); Il principe Mezzanotte, pluripremiato spettacolo realizzato dal regista Alessandro Serra con la compagnia Teatropersona (1 e 2 febbraio 2020) e lo spagnolo Pulgarcito (Pollicino), una storia che viene dal passato ma parla alla contemporaneità, tra tante risate e poesia (16 febbraio 2020).

Gli sportelli della biglietteria di via Trento 4 saranno aperti per il solo primo giorno di prevendita, giovedì 21 novembre, con orario 9.30 – 12.30 e 16.00 – 19.00. Nei giorni successivi sarà attivo solamente l’orario pomeridiano, dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche nei punti vivaticket e alla Libreria Feltrinelli di Udine (Via Canciani), il venerdì mattina dalle 9.30 alle 13.00. Online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

Francesca Ferro