MASNADA HA VINTO LA TAPPA 6 DEL GIRO D’ITALIA, CONTI È LA NUOVA MAGLIA ROSA

VINCE L’ITALIA DEI GIOVANI
A San Giovanni Rotondo Masnada (25 anni) fa sua la tappa, Conti (26) indossa la Maglia Rosa e Carboni (23) la Maglia Bianca, con Ciccone (24) sempre in Maglia Azzurra e Ackermann in Maglia Ciclamino. La frazione è stata caratterizzata da una fuga da lontano e ha visto il gruppo dei migliori a oltre sette minuti. 


San Giovanni Rotondo, 16 maggio 2019 – Fausto Masnada si è aggiudicato la sesta tappa del centoduesimo Giro d’Italia, primo successo in questa edizione della Corsa Rosa per un corridore italiano. Secondo dietro allo scalatore della Androni Giocattoli-Sidermec, il suo compagno di fuga Valerio Conti indossa la Maglia Rosa, sfilandola dalle spalle di Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma). Il corridore della UAE Team Emirates ha adesso un vantaggio di 1’41 ” su un altro italiano, Giovanni Carboni (Bardiani-CSF) nuova Maglia Bianca. Nella nuova Generale Roglic, arrivato con il gruppo a 7’19” dal vincitore, si trova al decimo posto, con un ritardo di 5’24”.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro d’Italia per Fausto Masnada. Finora non aveva ottenuto nessun piazzamento nei primi 20. È la sua seconda partecipazione alla Corsa Rosa. È il terzo “Fausto” a vincere una tappa del Giro dopo Coppi e Bertoglio che hanno anche vinto la classifica finale.
  • Questa è la 19esima vittoria di tappa al Giro d’Italia per la squadra di Gianni Savio. La prima fu vinta dal venezuelano Leonardo Sierra ad Aprica nel 1990 e l’ultima da Roberto Ferrari a Montecatini Terme nel 2012.
  • L’ultima doppietta italiana in una frazione del Giro si era verificata a Santa Ninfa l’anno scorso con Enrico Battaglin e Giovanni Visconti, 1o e 2o della 5a tappa.
  • Valerio Conti è il primo italiano ad indossare la Maglia Rosa da quando Vincenzo Nibali vinse il Giro 2016 a Torino.

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

RISULTATO FINALE
1 – Fausto Masnada (Androni Giocattoli – Sidermec) – 238 km in 5h45’01”, media 41,389 km/h
2 – Valerio Conti (UAE Team Emirates) a 5″
3 – José Rojas (Movistar Team) a 38″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da EnelValerio Conti (UAE Team Emirates) 
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da SegafredoPascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca MediolanumGiulio Ciccone (Trek – Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da EurospinGiovanni Carboni (Bardiani CSF)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Valerio Conti (UAE Team Emirates)
2 – Giovanni Carboni (Bardiani CSF) a 1’41”
3 – Nans Peters (AG2R La Mondiale) a 2’09”

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Fausto Masnada ha dichiarato: “C’è voluta un’ora e mezza prima che la fuga andasse, il ritmo in gruppo era pazzesco. Fortunatamente ero al posto giusto quando finalmente è partita la fuga, poi abbiamo collaborato tutti. C’erano diversi passisti forti nel primo gruppo e sapevo che avrei dovuto fare la differenza in salita perché lo sprint non è il mio forte. Valerio Conti ha capito che dovevamo attaccare sull’ultima salita, poi siamo andati insieme fino al traguardo. Oggi ho ottenuto qualcosa che non mi aspettavo e questo mi rende entusiasta”.

La Maglia Rosa Valerio Conti ha dichiarato: “Sapevo che Roglic voleva lasciare la Maglia Rosa a qualcun altro ma lo sapeva tutto il gruppo. In molti hanno provato ad andare in fuga, è stata dura all’inizio. Fausto Masnada oggi era più forte di me. Per un italiano, la Maglia Rosa è la cosa più bella del mondo. Cercherò di tenerla il più a lungo possibile finché le mie gambe e il mio cuore me lo permetteranno”.

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 7 – Vasto-L’Aquila 185 km – dislivello 2.400 m
Tappa abbastanza mossa. Prima parte lungo il mare fino a Ortona per poi affrontare tutta una serie di ondulazioni nell’entroterra (tra le altre le salite di Ripa Teatina e Chieti). Unico GPM le Svolte di Popoli prima dell’altopiano abruzzese che porta a l’Aquila. Dopo il GPM si raggiunge L’Aquila per strade diritte e in leggera pendenza attraversando nel finale le zone colpite dal terremoto dell’aprile 2009.

Ultimi km
Si lascia la ss.17 ai -9 km dall’arrivo e si affronta la salita di via della Polveriera con pendenze attorno al 5-6% e punte del 9%. Discesa in città verso il Castello e passaggio cittadino articolato fino ad affrontare l’ultima discesa (in parte all’interno dell’abitato) che termina con una svolta secca verso destra ai 2 km dall’arrivo. A 1.500 m la strada inizia a salire. L’ultimo km ha una pendenza attorno al 7% con una punta dell’11% poche centinaia di metri prima di immettersi nel rettilineo finale. La retta di arrivo misura 450 m (larghezza 7 m) in ascesa al 7% su asfalto.

COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 7 del Giro d’Italia sono disponibili a questo link.

#Giro

Foto Credit: LaPresse – D’Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

Press Giro d’Italia




Video Festival Imperia gli appunti di venerdì 17 maggio

Oltre alle proiezioni in programma per non solo cinema due eventi in programma per venerdì

Eleonora Gaggero alle 10,30  all’auditorium Camera di Commetcio 

Eleonora Gaggero ha esordito sul set della famosa serie Disney “Alex & Co” e ha poi recitato in diverse fiction tv, come la serie “Scomparsa” su Rai 1, e al cinema in “Come diventare grandi nonostante i genitori” e “Non c’è Campo” di Federico Moccia. I suoi primi libri “Se è con te sempre” e “Dimmi che ci credi anche tu” sono diventati bestseller vendendo più di 40 mila copie.

“Le gambe che stanno per cedere. La gola secca. Il cuore che batte all’impazzata. Le mie mani, le mani che per tanto tempo hanno stretto quelle di lui, tengono strette una pistola. Sento che sto per svenire. Per crollare. Io, Cass Harris, ho appena sparato all’amore della mia vita.”

Cass ha un vuoto dentro: da quando il fratellino Emmett è stato investito da una moto qualcosa nella sua famiglia e in lei si è incrinato per sempre. Ma il giorno che incontra Ash, sguardo magnetico e aria misteriosa, il suo cuore spezzato torna a battere. Ash però è coinvolto in giochi molto pericolosi, e Cass ancora non sa quanto potrebbe perdere…

L’evento è in collaborazione con la libraia Nadia della Mondadori Bookstore di Imperia e le Ombre dei Libri, gruppo di lettura di giovani lettori.

Stefano Sivieri alle 18,30  Terrazza Hotel Rossini 

Nato a Bologna nel 1947, si è trasferito molto presto a Torino con la famiglia e lì ha vissuto per più di quarant’anni, considerandosi però sempre in “trasferta”. A Bologna ha lasciato molti affetti e ci torna spesso ma soprattutto volentieri. Manager d’Azienda, ha girato mezzo monto e i Paesi difficili sono stati sempre la sua specialità, una sorta di innato fiuto per il pericolo e l’avventura. Ha conosciuto il Libano e Israele tra il 1985 e il 1987, frequentando splendidi ristoranti palestinesi e bui rifugi antiaerei. Ha lavorato in Somalia per tre anni, evitando per poche ore uno dei molti conflitti che hanno distrutto Mogadiscio prima del 1992. Poi lo Yemen del Sud. Anche lì una guerra: venticinquemila morti ammazzati in due settimane. E poi c’è stata Mosca, Berlino Est, Belgrado, e Praga. Nel Tadjikistan ha montato poliambulatori sulle montagne del Pamir. A Dushambè ha assistito all’abbattimento delle statue di Lenin. Nel 1991 era in Arabia Saudita, poi in Siria e di nuovo in Israele. Da vent’anni vive al mare, è sempre stato il suo sogno. Se potesse passerebbe le sue giornate a riordinare le sue foto che vivono schiacciate in grandi scatole da molti anni. Invece continua a lavorare. E scrivere.

Ha pubblicato “Il Riassunto del Babbo” (2006), una raccoltadi racconti, “L’Ultimo Sultano di Nshtun” (2007), “Nadir” (2009) e “Colofonia” (2015).

Dall’inviato Enrico Liotti




OPEN HOUSE MILANO 2019_Al via la quarta edizione_sabato 25 e domenica 26 maggio

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di lancio della quarta edizione di OPEN HOUSE MILANO (www.openhousemilano.org)  presso la sede di CBRE in Piazza Affari, 2 che sarà visitabile anche nel week end della manifestazione.

Durante l’incontro, moderato da Cino Zucchi, è stato presentato il programma dell’edizione 2019 che vede oltre 120 aperture, molte novità ed eventi collaterali.
Dal 2016, infatti, OHM celebra il patrimonio architettonico e l’urban design del capoluogo lombardo aprendo in un solo weekend le porte di palazzi istituzionali, case e studi privati, cantieri, opere di rigenerazione urbana, gallerie e musei, luoghi produttivi ed ex edifici industriali, palazzi storici oltre a tutti quei siti testimoni del suo essere costantemente in trasformazione, con la riqualificazione delle zone periferiche, la verticalità dello skyline contemporaneo e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico.

30.000 visitatori hanno partecipato alla terza edizione (2018) della kermesse, nata a Londra nel 1992 e che coinvolge internazionalmente 45 città riunite nel circuito Open House Worldwide, registrando così un trend in crescita della manifestazione a cui partecipano, nel mondo, 1.850.750 persone in un solo anno.

Il successo dell’iniziativa è da ricercarsi nella formula “aperture straordinarie e visite guidate gratuite” tenute dai progettisti stessi, dagli studenti delle facoltà milanesi o da cultori d’architettura che danno così vita ad una rete di 300 volontari che OHM forma e segue anche durante l’anno, dimostrando così il suo essere un evento della città per la città.

Novità di quest’anno è anche la collaborazioce con Arch Week di cui Open House Milano sarà l’evento satellite con il coinvolgimento dell’intera città, per una fruizione partecipata e condivisa dell’architettura.

Non resta, quindi, che immergersi nelle stratificazioni architettoniche di Milano per solcarne le diverse epoche e stili grazie agli affascinanti itinerari in programma, opportunità per svelare quei luoghi che fanno sì parte del quotidiano, ma di cui non si conosce la storia, spazi privati, atelier d’artista e altri che per loro funzione solitamente non sono fruibili.

Il programma 2019 è online sul sito http://www.openhousemilano.org/programma-2019/ mentre dal 17 maggio saranno aperte le prenotazioni per i siti che richiedono questa modalità di visita.




Paolo Conte in concerto per l’AIRC teatro Rossetti 18 maggio

Sabato 18 maggio Paolo Conte torna a Trieste, nella suggestiva cornice del Teatro Rossetti, per una serata di musica e impegno dove l’artista, accompagnato da un’orchestra, guiderà il suo pubblico in un viaggio a ritroso nei grandi classici di una carriera lunga più di cinquant’anni. ‘FIFTY YEARS of AZZURRO’ è uno spettacolo speciale a favore del Comitato Friuli Venezia Giulia AIRC per raccogliere fondi a sostegno dei migliori progetti di ricerca per la cura dei tumori pediatrici.

In occasione del concerto di Trieste In favore di AIRC l’artista eseguirà alcuni brani tra i più famosi del suo repertorio come “Sotto le stelle del jazz”,  “Alle prese con una verde milonga”, “Via con me”, “Dancing”, “Gli impermeabili”, “Max” “Diavolo Rosso”, e altri.

Il concerto di Paolo Conte per AIRC rinnova l’alleanza tra musica e ricerca oncologica per una serata di grande impegno collettivo con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare ai ricercatori impegnati in progetti di ricerca d’avanguardia per la cura dei tumori pediatrici. Ogni anno in Italia si ammalano di cancro circa 1.400 bambini (0-14 anni) e 800 adolescenti (15-18 anni). Grazie ai progressi della ricerca, circa l’82% dei bambini e l’86% degli adolescenti è in vita cinque anni dopo la diagnosi, ma servono terapie sempre più specifiche ed efficaci per le forme più rare e aggressive*.

I biglietti della serata per AIRC di ‘FIFTY YEARS of AZZURRO’ – sabato 18 maggio, Teatro Rossetti di Trieste – sono disponibili a partire da 50 euro, su ticketone.it, attraverso la rete di agenzie Vivaticket,  presso la biglietteria del Politeama Rossetti e sul sito ilrossetti.it.

Banco BPM, partner istituzionale di AIRC, sostiene questo appuntamento per favorire la divulgazione scientifica e il coinvolgimento del pubblico al sostegno della ricerca sul cancro. Questa partnership si inserisce in una più ampia visione di responsabilità Sociale di Impresa, per coinvolgere i dipendenti, le loro famiglie, i clienti e le comunità locali.

Il Comitato AIRC Friuli Venezia Giulia, presieduto da Guido Perelli Rocco, è attivo dal 1981 e organizza e promuove ogni anno un ricco programma con numerosi appuntamenti di raccolta fondi che si affiancano alle campagne nazionali di AIRC. Grazie all’impegno del Comitato, dei volontari e dei sostenitori, per il Friuli Venezia Giulia nel 2019 sono stati deliberati oltre 2.255.000 euro per il sostegno di 21 progetti di ricerca e 2 borse di studio.

 

*Fonti dei dati: AIRTUM – I Tumori in Italia – Rapporto 2012 I tumori dei bambini e degli adolescenti | Ministero della Salute – Tumori pediatrici (per la percentuale di casi di tumore nella fascia 0-14 anni)

 

Biglietti – Disponibili a partire da 50 euro su ticketone.it, rete agenzie Vivaticket, biglietteria Politeama Rossetti e ilrossetti.it

Informazioni – AIRC Comitato Friuli Venezia Giulia – Tel. 040/365663 | email com.friuli.vg@airc.it

Ufficio Stampa PAOLO CONTE: Lucrezia Spiezio – Cel. +39 380 2678 858 – lucreziaspiezio@gmail.com

Management e booking PAOLO CONTE: Concerto Musicinfo@concerto.net

Coordinamento: Ventidieci – info@ventidieci.it  




10° Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador

 

Annunciata la Giuria 2019

 

La decima edizione del Premio Mattador registra ancora una volta grande interesse e le grandi speranze da parte di oltre duecento ragazzi di poter entrare nel mondo del cinema. Sono 232gli elaborati pervenuti da tutte le regioni d’Italia e dall’estero: 40 le sceneggiature per lungometraggio, 89 i soggetti, 96 le sceneggiature per cortometraggio, 7 le sceneggiature disegnate della sezione Dolly “Illustrare il cinema”.

I lavori selezionati da 52 lettori (sceneggiatori, registi, docenti, produttori) e dalla direzione artistica del Premio saranno ora esaminati dallaGiuria del Premio Mattador 2019 costituita daGianluca Arcopinto, produttore, in qualità dipresidente, che sarà affiancato dalla registaValentina Pedicini, dal romanziere e sceneggiatore Giampiero Rigosi, dallo scenografo Tonino Zera, dalla sceneggiatrice e produttrice Francesca Scanu. L’Associazione è particolarmente soddisfatta della presenza in giuria di Francesca Scanu, una delle vincitrici del Premio Mattador che ha poi intrapreso la carriera in ambito cinematografico, a testimonianza di come il Premio riesca nel corso degli anni a valorizzare e promuovere i giovani talenti.

Il Premio Internazionale per la SceneggiaturaMattador è dedicato a Matteo Caenazzo, giovane triestino, studente di decorazione pittorica al Liceo artistico Nordio della sua città e di cinema al corso di Tecniche artistiche e dello spettacolo alla Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, scomparso prematuramente il 28 giugno 2009. Nel suo nome e nelle sue passioni il Concorso di scrittura per il cinema si rivolge a giovani sceneggiatori, registi, illustratori e concept designer dai 16 ai 30 anni.

 

La Giuria si incontrerà il 21 giugno a Trieste in una riunione a porte chiuse per scegliere i migliori tra i progetti selezionati. Seguirà, il 22 giugno nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich del Comune di Trieste, laPresentazione della Giuria che renderà noti i nomi dei finalisti al miglior soggettoI vincitori di tutte le sezioni saranno premiati il 17 luglio a Venezia nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice.

Accademia di Venezia

Mattador prosegue nel suo intento originario di far emergere e formare giovani talenti, offrendo accanto ai premi in denaro qualificati percorsi formativi riuniti nei Mattador Workshop. Il Concorso mette in palio un premio di 5.000 euroalla migliore sceneggiatura, un premio di 1.500 euro al migliore lavoro di sviluppo del soggetto e i premi sotto forma di Borse di formazione. I finalisti per il miglior soggetto sono accompagnati da sceneggiatori in un percorso di sviluppo dell’idea e della struttura narrativa dei loro lavori; il vincitore della sezione Dolly è affiancato da un concept designer nello sviluppo narrativo della sua storia raccontata per immagini e, in base al risultato del tirocinio, può venir assegnato un premio di 1.000 euro. Il vincitore di Corto86 è seguito da tutor e troupe tecnica in tutte le fasi del processo produttivo del suo cortometraggio, di cui può firmare la regia. Accanto a questi viene assegnato anche il Premio Ananian di 500 euro assegnato successivamente ad un giovane autore del Friuli Venezia Giulia partecipante a Mattador. Infine, le migliori sceneggiature e storie disegnate vengono pubblicate nei volumi della collanaScrivere le immagini. Quaderni di sceneggiatura(Edizioni Eut/Mattador).

 

L’iniziativa è resa possibile grazie al contributo di Regione Friuli Venezia Giulia, Regione del Veneto, Comune di Trieste, Fondazione Kathleen Foreman Casali di Trieste, a donazioni private e quote associative.

Maggiori informazioni sul sitowww.premiomattador.it.

Andrea Forliano




GRADO, L’ISOLA DEL SOLE AL VIA UNA STAGIONE FRIZZANTE E RICCA DI PROPOSTE

Dall’Archeobus al Fish Nic, dal Boat&Bike “Laguna experience” ai corsi di cucina

 

Grado è nota come l’“Isola del sole” per le sue spiagge dorate esposte a sud e baciate dal sole per l’intera giornata. Nell’Alto Adriatico, tra Trieste e Venezia, una storia millenaria alle spalle, è una superattrezzata destinazione turistica, perla delle località balneari del Friuli VG. Il caratteristico borgo marinaro è unito alla terraferma da un sottile lembo di terra sul quale scorre, tra l’altro, l’ultimo tratto della ciclovia Alpe Adria, la suggestiva pista ciclabile che collega Grado a Salisburgo. L’ “Isola d’oro”, dall’impronta veneziana, è impreziosita da un dedalo di un centinaio di isolotti che le fanno da corona e formano la sua suggestiva laguna. Il suo centro storico è di una bellezza senza tempo: un labirinto di calli, piazzette e campielli; un porto che rappresenta il salotto cittadino e punto di approdo per le attività dei pescatori; un lungomare quasi sospeso tra terra e cielo che regala irripetibili tramonti e dove è piacevole passeggiare in ogni stagione. Per i turisti, strutture alberghiere adatte a soddisfare tutte le esigenze; servizi di ristorazione per palati sopraffini; stabilimenti balneari di livello internazionale sui quali, da oltre 30 anni, sventola la “Bandiera blu”, un record nazionale (oltre alle 10 Bandiere verdi consecutive, promosse dai pediatri italiani); una natura incontaminata; attività culturali e di intrattenimento per tutta la famiglia, con un’ampia offerta sportiva, rievocazioni storiche, occasioni di svago, divertimento, shopping, riposo e benessere a 360 gradi.

 

    Tramonto in mongolfiera

Archeobus, Fish Nic, Boat & Bike “Laguna experience” e Bus Natura: si parte

Nota per la sua eccellente e particolare cucina e i suoi ottimi ristoranti, Grado è animata nel corso di tutto l’anno da una serie di interessanti manifestazioni, spettacoli e inconsueti servizi per i propri ospiti.

Già dal mese di aprile (tutti i mercoledì) è possibile, a esempio, salire sull’Archeobus e visitare i resti archeologici della vicina Aquileia accompagnati da una guida turistica e degustare alcuni prodotti tipici locali. Da maggio invece, una volta al mese, gli amanti del buon cibo possono partecipare al Fisch Nic godendosi, nella stessa giornata, la bellezza della natura e la bontà dei piatti preparati en plein air da cuochi stellati, in una location assolutamente informale, ovvero una valle da pesca su un isolotto della laguna di Grado (il primo appuntamento è fissato per il 19 maggio).  

E ancora: tutti i venerdì, a partire dal 17 maggio, i turisti possono salire con la bici sul battello del “Boat&Bike -Laguna experience” che porta a Marano Lagunare e attraversare in sella alla due ruote i borghi storici della Riviera friulana, per poi rientrare a Grado; tutti i lunedì (dal 13 maggio), conoscere le splendide caratteristiche naturali delle Riserve della Val Cavanata e dell’Isola della Cona, seduti comodamente sul Bus Natura, oppure, al crepuscolo, “volare” su una mongolfiera in volo vincolato per abbracciare tutta l’Isola dall’alto (30 maggio, 27 giugno e 13 agosto). Fra le altre attività, ogni martedì dal 7 maggio al 27 settembre, vengono organizzati show cooking, con degustazione finale, per scoprire i segreti del più tipico piatto gradese, il Boreto a la graisana.

Fish Nic

 

 

I luoghi di Medea

Nel 2019 ricorrono i 50 anni delle riprese di “Medea”, film girato da Pier Paolo Pasolini con Maria Callas. Nell’occasione, il Consorzio Grado Turismo, in collaborazione con l’associazione “Graisani de Palù”, organizza due volte al mese, il giovedì (a partire dal 9 maggio), una visita guidata al Casone lagunare di Mota Safòn, set di numerose riprese effettuate dal grande regista friulano che scrisse: «Grado è a due passi, appena oltre Aquileia, oltre il nuovo sottile ponte, piatto tra le isole, la piatta acqua lagunare. Il grigio-azzurro del suo cielo e il verde dei suoi alberi friulani, il vermiglio e il cobalto attutiti dal suo porticciolo e l’oro dei capelli della sua gioventù, ne fanno un luogo dell’anima».

 

Informazioni:

Consorzio Grado Turismo

www.grado.itinfo@gradoturismo.org

www.grado.infoturismo@comunegrado.it




TEATRO COMUNALE DI CORMONS ‘Bellanda Suite IV’ una due giorni di hip-hop, breakdance e danza contemporanea 25 e 26 mag

Dopo il successo delle scorse edizioni, torna la due giorni dedicata all’hip-hop, alla breakdance e alla danza contemporanea al Teatro Comunale di Cormons, sabato 25 e domenica 26 maggio 2019: ‘Bellanda Suite IV’, organizzato dalla Compagnia di danza Bellanda in collaborazione con Ente Regionale Teatrale del FVG e a.ArtistiAssociati, e con l’Associazione Culturale CeRiDa di Cormons, si prefigge di avvicinare i giovani talenti a tutte le sfaccettature della danza, abbattendo i pregiudizi che limitano la sperimentazione di concetti e promuovendo il confronto per mettere in risalto le similarità ed i denominatori comuni di ogni disciplina.

 

Il pomeriggio di sabato 25 maggio sarà dedicato ai giovani danzatori o amanti della danza, ai quali sarà offerta la possibilità di respirare l’atmosfera del teatro, trovare nuovi spunti da approfondire ed entrare in contatto con i professionisti del settore. Dalle 15.30 alle 17 il teatro ospiterà il Workshop condotto da Pablo Girolami e Giacomo Todeschi; dalle 17 alle 19 invece sarà la volta del Workshop/Audizione con Loris Petrillo.

A partire dalle 21 la serata si comporrà di cinque performance che spaziano tra i generi: la Compagnia Abbondanza Bertoni proporrà la performance finale del laboratorio svoltosi al Ce.Ri.Da di Cormons; la Compagnia Petrillo Danza presenta la Prima Nazionale di ‘Impromptu no.2’; la Compagnia Bellanda si esibisce in ‘Sono solo tuo padre’ mentre chiudono la serata le due creazioni selezionate tra più di 100 attraverso un bando: ‘Fucking Beautiful’ di Natalie Bury e ‘Manbuhsa’ con Pablo Girolami e Giacomo Todeschi (in programma anche alla prossima Vetrina della Giovane danza d’Autore di Ravenna). Biglietteria aperta dalle 20.

Il pomeriggio di domenica 26 maggio vedrà protagonista il CONTEST di improvvisazione EXPERIMENTAL 1 VS 1, un momento di scambio,  confronto e grande stimolo per giovani ma anche per professionisti. Biglietteria aperta dalle 15 ed inizio qualificazione alle 15.30. Il Contest sarà osservato da un’attenta giuria composta da Antonella Bertoni, Michele Abbondanza, Loris Petrillo e un “Lucky Loser”, ovvero un danzatore estratto a sorte tra gli esclusi alle qualificazioni. La musica, protagonista assieme alla danza, sarà a cura di Dj Cic. 1 e di Dee Jay Park. Gran finale con l’esibizione della Crew ospite Disconnection.

Per informazioni ed iscrizioni agli workshop e al contest sarà necessario rivolgersi a Giovanni Leonarduzzi (340 4018674).




FIORELLA MANNOIA “Personale Tour” 17 maggio 2019, inizio ore 21.00 TRIESTE, Politeama Rossetti 

È partito lo scorso, 7 maggio, dal Teatro Verdi di Firenze il “Personale Tour” di Fiorella Mannoia, il tour che la vedrà protagonista sui palchi dei maggiori teatri italiani e di alcune delle più suggestive e magiche location estive della penisola, per presentare dal vivo i brani tratti dal suo nuovo progetto discografico “Personale” e tutti i suoi grandi successi. Fiorella Mannoiasarà protagonista domani, venerdì 17 maggio al Politeama Rossetti di Trieste, inizio alle 21.00, per il concerto organizzato da Friends and Partners e Zenit srl, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismo FVG, Politeama Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Biglietti ancora in vendita alle biglietterie del teatro, info su www.azalea.it .

A tre anni dal disco di Platino “Combattente”, un nuovo atteso progetto discografico, ma non solo, che riserverà tante sorprese. Il 2019 sarà ovviamente un anno all’insegna del live per Fiorella che, dopo i 101 concerti della stagione 2016-2017, torna a salire sul palco per incontrare il suo pubblico e presentare dal vivo il suo nuovo progetto. Da venerdì 10 maggio è in rotazione radiofonica “Senso”, nuovo singolo scritto da Zibba e Giulia Anania ed estratto dall’album ”Personale”. Disponibile in versione CD, in vinile e in digitale “Personale”, il nuovo album di Fiorella Mannoia, è composto da 13 brani, 13 storie che raccontano consapevolezze e prese di coscienza, riflessioni su se stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature, e molto altro ancora. Preziosa e variegata la scelta degli autori: Federica Abbate, Giulia Anania, Amara, Luca Barbarossa (autore di un brano in romanesco), Bungaro, Antonio Carluccio (autore e interprete di un duetto con Fiorella in dialetto napoletano), Cheope, Cesare Chiodo, Marialuisa De Prisco, Ivano Fossati, Daniele Magro, Rakele, Zibba e la stessa Fiorella Mannoia. L’album è anche – come dichiara l’artista – una «piccola e umile “personale”», da cui il titolo. A rafforzare il racconto delle canzoni, infatti, trovano spazio fotografie realizzate da Fiorella in varie parti del mondo. Una passione, quella della fotografia, che l’artista ha recentemente approfondito e condiviso sui social network. «Essere appassionati di qualcosa è la più grande fortuna che si possa avere. Non c’è età per scoprire nuove passioni – racconta Fiorella – io ho scoperto da poco quella della fotografia. Oggi esce il nuovo album che è anche la mia piccola e umile personale. Ho voluto abbinare a ogni brano uno scatto realizzato nel corso di viaggi, di incontri, di momenti imprevedibili. Perché le fotografie raccontano prima di tutto delle storie, esattamente come le canzoni».




ANTEPRIMA DEI VENERDì SOCIAL CLUB ALLA ROTONDA CANTERA IN BAIA DI SISTIANA


Una serata e una notte pensate per un pubblico adulto ben definito dalla proprietà.

 

 

L’anteprima dei “Venerdì Social Club 2019” si terrà domani, venerdì 17 maggio, al Cantera in Baia di Sistiana, per anticipare il calendario che prenderà ufficialmente il via il 7 giugno con l’inaugurazione del terrace bar “Rotonda Cantera”. Una serata e una notte pensate per un pubblico adulto, che ama la bella vita, la bellezza, la qualità e la “musica all’altezza del mare”.

In programma prima l’aperitivo su la “Rotonda Cantera”, accompagnati dalla musica live al pianoforte di Stefano Franco, con un’accorta selezione di vini in degustazione e un ricco buffet a cura degli chef dei ristoranti di Baia Sistiana, in particolare del Toshare che inaugura la stagione per l’occasione con location e menù rinnovati.

E poi tutti al Cantera Social Club con un viaggio musicale che toccherà i grandi ballabili della disco music anni ’70, la dance commerciale anni ’80 e ’90 e l’italiana di sempre.

 




Continua l’appuntamento con videofestival Imperia

Videofestival, Auditorium gremito per la mattinata dedicata al mare. In cattedra la Capitaneria di Porto con il Comandante Parascandalo ed il suo vice, Peluso, per insegnare a vivere il mare e a difenderlo. E poi le bellezze del mare imperiese con un video illustrato da Monica Previati e Susanna Manuele, per concludere con il videogioco ideato dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Boine” coordinati dalla professoressa Sonia Afflisio, in collaborazione con gli alunni della scuola primaria “Magliano”. Infine, Alessandro Bellotti ha lanciato un appello a partecipare alla giornata di pulizia volontaria delle spiagge imperiesi in programma sabato 18 (raduno alle ore 9,30, davanti alla Spiaggia d’Oro).

Ed ecco gli appuntamenti di giovedì 16. Auditorium Camera di Commercio, ingresso gratuito. Ore 10,30 l’Associazione Esperti d’Africa presenta “Scomparire – L’estinzione è per sempre”.

Queste le proiezioni: pomeriggio

Ore 15.3014+1 (RAI – Vida Valencic) Documentario Professionisti 50’:00”

Ore 16.20 I Rony (Radheya Jegatheva) Animazione Internazionale Australia 7’:57”

Ore 16.29 Capraia, isola di ali, onde e falesie (Ennio Boga) Explorer Naturalistico 31’:00”

Ore 17.00 40 anni suonati (Vito Marinelli) Videoclip 3’:37”

Ore 17.05 La piscina de Caique (Raphael Gustavo De Silva) Film Internazionale Brasile 15’:00”

Ore 17.21 Bliss (Irene Felici) Documentario Professionisti 18’:24”

Ore 17.41 Il fuoco intorno (Simone Ducci) Explorer Naturalistico 16’:00”

Ore 18.58 Dot (Pia Gaspar) Animazione Internazionale Spagna 5’:41”

Ore 18.05 La matita rossa (Dennis Dellai) Film Professionisti 18’:00”

Ore 18.24 Giovani italiani rap (Alessandro Panza) Videoclip 1’:28”

sera

Ore 21.00 Prenditi cura di me (Mario Vitale) Film Professionisti 20’:00”

Ore 21.21 Guardami (Geraldine Ottier) Cortometraggio Amatori 6’:34”

Ore 21.28 Birth Place (Sil Van Der Woerd – Jorik Dozy) Film Internazionale Indonesia 5’:48”

Ore 21.35 Far East (Michele Saragoni) Film Professionisti 15’:00”

Ore 21.50 Aspettando l’ENPS (Francesco D’Ignazio) Film Professionisti 10’:00”

Ore 22.01 La giraffa senza gamba (Fausto Romano) Film Professionisti 15’:00”

Ore 22.17 Trapped (Mohamed Maged Abdalmeged) Film Internazionale Stati Uniti 2’:43”

Ore 22.21 L’ultimo Ninja (Mattia Riccio) Cortometraggio Amatori 12’:00”

Ore 22.34 Stella 1 (Roberto D’Ippolito – Gaia Bonsignore) Film Professionisti 15’:00”

Ore 22.50 L’affitto (Antonio Miorin) Film