NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Scugnizza’ 19 febbraio

Scugnizza in prima regionale con la Compagnia Abbati

Martedì 19 febbraio 2019 – La più famosa operetta italiana

Musica contagiosa e melodie sorprendenti nella più famosa operetta italiana. La storia d’amore della giovane Salomè in una Napoli in festa sarà in prima regionale al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo, martedì 19 febbraio alle 21.

Scugnizza, su testo di Carlo Lombardo e musiche di Mario Costa, è sicuramente la più italiana delle nostre operette e questo per la sua schietta vena melodica, per il divertente testo di ambiente popolare e per quella magia che riesce ancora a ricreare. La musica è contagiosa, le melodie sorprendenti. Alcune sono la voce di tutto un popolo, di tutto un paese (Salomè, Una rondine non fa primavera, Napoletana come canti tu), altre la legano all’opera verista richiamando il miglior Puccini (In riva al mare tutta bianca una casetta). Ma se la struttura portante di Scugnizza è la suggestione e l’incanto della sua musica, il suo successo non può essere scisso dalla briosa linfa apportata da un testo già di per sé felice ma che in questa nuova edizione diretta da Corrado Abbati, si presta a diventare ancor più immediato e senza tempo dove il tema fondamentale della nostalgia si unisce ad un divertimento vero, dove veri sono i personaggi (e non più “personaggi da operetta”), veri sono i loro sentimenti, le loro speranze, i loro colpi di testa. Ne nasce uno spettacolo dalla sincerità affascinante e coinvolgente, una storia in musica (qualcuno oggi direbbe un musical) moderna, gaia e pensosa al tempo stesso, dove è facile appassionarsi alle vicende degli scugnizzi quasi ci si trovasse di fronte ad un appassionante romanzo che non si vorrebbe finisse mai.

Prevendite martedì dalle 17 alle 19 e sabato dalle 10.30 alle 12.30.

 

 




24 FEB 2019 Il Circolo letterario Bel-Ami il volume ANTONIO DE CURTIS – Il Principe Poeta

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019

Il Circolo letterario Bel-Ami invita

alla presentazione ufficiale romana del volume

ANTONIO DE CURTIS – Il Principe Poeta

Per la prima volta raccolte in un unico progetto editoriale multimediale tutte le poesie e i testi delle canzoni di Antonio De Curtis, il leggendario Totò: il libro è curato dalla nipote del ‘principe poeta’, Elena Anticoli de Curtis, e da Virginia Falconetti

Il Circolo Letterario Bel-Ami organizza –DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019 alle ore19.00 – la prima presentazione pubblica a Roma del volume “Il principe poeta. Tutte le poesie e le liriche di Totò” (Colonnese Editore) di Antonio De Curtis, a cura diElena Anticoli De Curtis e di Virginia Falconetti.

L’evento, ospitato dalla Libreria Teatro Tlondi via Nansen, vedrà protagonista il prezioso volume: per la prima volta, condensata in un unico volume, tutta la produzione letteraria di Antonio De Curtis – con cinque inediti – che raccontano l’uomo dietro la ‘maschera’ Totò.

Alla presentazione del 24 febbraio 2019 saranno presenti le due curatrici del volume, che racconteranno la genesi di questo progetto editoriale. Modererà l’incontro il giornalista e scrittoreMichelangelo Iossa.

Una serata per conoscere un nuovo e affascinante aspetto del ‘principe’, accompagnati dalle letture delle poesie da parte del regista e attore Giuseppe Schirrillo e dalle canzoni scritte da Totò, eseguite dal ‘cant-attore’ Marco Francini in una elegante versione per voce e chitarra acustica.

Bellezza, disincanto, nostalgia e, naturalmente, la sua amata Napoli: questo volume rilancia e riscopre le poesie di Totò, riprese dalle “carte originali” da sua nipote, Elena Anticoli de Curtis, insieme a Virginia Falconetti.

“Il Principe Poeta” è anche un libro multimediale che consente – grazie al lavoro condotto da Activart – di ascoltare, mentre si scorrono le pagine, la voce originale di Totò.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, è consigliata la prenotazione.
Prenotazioni: eventi@bellami.it




Teatro e scienza, giocare imparando

Fino al 15 febbraio il San Giorgio di Udine diventa teatro de “Le mani nella scienza” laboratori concettuali di esplorazione operativa in mostra Gei, giochi esperimenti idee. Educare alle competenze scientifiche: teatro e scienza uniti per dare la possibilità ai piccoli studenti di avvicinarsi al mondo dei fenomeni scientifici.
Il senso della mostra è quello di diffondere competenze scientifiche sul territorio utilizzando attività esplorative a carattere ludico.
La mostra Giochi esperimenti idee è stata fondata da Marisa Michelini docente di fisica dell’università di Udine: si tratta di una mostra “da fare e non solo da guardare”. Gli esperimenti sono semplici, realizzati con materiali poveri e facilmente riproducibili e organizzati in sezioni tematiche. In questo modo la semplicità delle attrezzature consente ad ogni tipo di utente di interagire negli esperimenti in modo da facilitare le risposte. La professoressa Michelini ha posto l’accento sulla importanza di combattere l’analfabetismo scientifico: bisogna trovare delle modalità didattiche a tutti i livelli in modo da educare alle competenze scientifiche. Non devono esserci azioni isolate ma una costante integrazione tra realtà e cultura. In particolar modo è importante formare insegnanti per affrontare le tematiche scientifiche con i bambini.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione tra l’Università di Udine, il CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia e la fondazione Pittini per aiutare la realizzazione della mostra e i laboratori concettuali di esplorazione operativa Cloe in diverse sedi nelle classi delle scuole richiedenti.
Marina Pittini presidente della fondazione ha evidenziato come l’innovazione sia fondamentale per far crescere le nuove generazioni con strumenti utili per il futuro in particolare nelle zone difficili da raggiungere. Sarebbe importante, ha specificato la professoressa Michelini che i sindaci trovassero dei locali idonei e intervalli di tempo per sostenere il progetto nelle scuole: la mostra viene prestata gratuitamente ai comuni che ne fanno richiesta.
La mostra sarà visibile anche a Tolmezzo al palazzo Frisacco dal 25 al 28 febbraio.  Alberto Stefanel direttore del Cird dell’Università di Udine ha evidenziato come la mostra sia un’occasione imperdibile per avvicinare i ragazzi, attraverso il gioco, al mondo scientifico.
Alberto Bevilacqua presidente del CSS ha ricordato come il teatro si occupa di ciò che accade intorno a noi. Il teatro diventa quindi casa ideale in cui la scienza si può esprimere appieno.  La collaborazione con l’Università di Udine e con la professoressa Michelini è iniziata lo scorso anno in occasione dello spettacolo Copenaghen (coproduzione del CSS) e del dibattito tra scienza, etica e potere politico. Per il futuro il CSS sta già pensando a un nuovo progetto che coniughi realtà immersiva e drammaturgia.



Galleria Toledo Cinema NapoliLunedì 18 febbraio – ore 20.30 film   MOUNTAIN

 MOUNTAIN

narratore Willem Dafoe
regia Jennifer Peedom
 
testi Robert Macfarlane, Jennifer Peedom
fotografia Renan Ozturk
musica Richard Tognetti
produzione Stranger Than Fiction Films, the Australian Chamber Orchestra
distribuzione Mescalito Film
uscita italiana 11 dicembre 2018 
documentario, durata 74’, colore, anno 2017, Australia 

 
 
Nell’ambito della rassegna Galleria Toledo Cinema/Incontri d’autore 2019, lunedì 18 febbraio, alle ore 20.30, verrà proiettato Mountain, della documentarista australiana Jennifer Peedom, un film per gli amanti degli sport estremi e delle prospettive vertiginose lanciate sui paesaggi più inaccessibili. Un documentario dove la natura, nella sua potenza, è la ragione stessa della sfida che muove l’uomo a superare sempre se stesso.Inquadrature mozzafiato su spettacolari massicci immergono in un’avventura visiva da brivido, dedicata all’alta montagna e ai suoi incredibili scalatori, in cui la maestosa imponenza della roccia è sempre al centro del racconto; Mountain è un racconto di sport e di sfide impossibili, di umanità spericolata, di vette conquistate con tutti i mezzi possibili, che dimostra come il pianeta Terra, nella sua sublime bellezza, sia uno sconfinato patrimonio d’arte da preservare e difendere. Con testi del premiato “landscape writer” e alpinista inglese Robert Macfarlane e il commento narrativo di Willem Dafoe, le musiche composte e dirette da Richard Tognetti con la Australian Chamber Orchestra (eseguite dal vivo durante la première di Sydney), questo titolo cinematografico di recentissima pubblicazione, uscito in Italia nel dicembre del 2018, viene presentato a Napoli al teatro Galleria Toledo all’interno di un programma di alta qualità con film selezionati dal catalogo della casa di distribuzione Mescalito Film.