PRESENTATA LA 16° EDIZIONE DI RALLYLEGEND

E’ stata presentata questa mattina presso Rallylegend Village, il “quartier” generale” dell’evento sammarinese di caratura mondiale, la 16esima edizione di Rallylegend, manifestazione attesa con grande entusiasmo da appassionati di tutta Europa, pronti a invadere sportivamente, in varie decine di migliaia, la Repubblica del Titano.
A presenziare la Conferenza Stampa, Autorità di Stato sammarinesi, gli Organizzatori e il Direttore di Gara e i rappresentanti di TIM, nuovo, importante e prestigioso sponsor, che debutta quest’anno nella partnership con Rallylegend, con una importante novità tecnologica.
MARCO PODESCHI, SEGRETARIO DI STATO ISTRUZIONE E SPORT. “Nel portare il mio saluto di Segretario di Stato allo Sport, ai partecipanti ed agli organizzatori, voglio ringraziare Paolo Valli ed il suo Staff per avere reso possibile questo evento che nella settimana del Rallylegend, rende San Marino la capitale mondiale delle corse automobilistiche, oscurando ogni altro evento.
L’edizione 2018 coincide con il mezzo secolo di impegno nelle corse della Martini Racing, i cui colori hanno rivestito le “auto dei sogni” che hanno fatto la storia di questo sport e che sono ancora orgogliosamente presenti sulle scocche di molte vetture partecipanti a questa 16° edizione.
Il binomio Rally-Martini ci riporta indietro di trenta anni quando dominava sulle strade di tutto il mondo e la livrea rossa-blu-azzurra rendeva inconfondibili queste fantastiche vetture.
Come già ribadito in altre occasioni, quello per i rally, è un amore transgenerazionale che ci ha accompagnato da bambini fino all’età adulta, senza cali di interesse, e questa manifestazione ci ricorda ogni anno quanto sia grande la passione dei sammarinesi per le corse automobilistiche.
Vogliamo ringraziare naturalmente TIM, nella persona del suo CEO dott. Cesare Pisani, per il supporto tecnologico che mette a disposizione di questa manifestazione: assieme al rombo delle auto, si accendono infatti i motori del 5G, la rete mobile di nuova generazione, di cui San Marino, primo stato al mondo si sta dotando.
Gli appassionati potranno toccare con mano le applicazioni che ha questa nuova tecnologia: il 5G coprirà tutta l’area del Rally Village ed alcune prove speciali, dove sono state installate telecamere con modalità di ripresa a 360° che permetteranno di vivere le emozioni della competizione direttamente dagli stand TIM in una dimensione assolutamente coinvolgente, grazie a speciali visori per la realtà virtuale. In bocca al lupo a tutti i partecipanti.”

AUGUSTO MICHELOTTI, SEGRETARIO DI STATO TERRITORIO AMBIENTE E TURISMO. “Rallylegend è un’idea geniale. Un ritorno al passato in un’era in cui tutto è informatizzato, tutto previsto, tutto calcolato. Il passato era più umano ed è proprio questo dello spirito di questa bella manifestazione che affascina. In questi quattro giorni saremo invasi da appassionati da tutta Europa con numeri che negli anni sono sempre stati in crescita e Rallylegend merita il successo che ha. Allora lasciamoci invadere! Sono eventi come questo, in territorio tutto sammarinese che portano con sé un indotto molto importante e danno un forte impulso al nostro turismo.
PAOLO VALLI, ORGANIZZATORE RALLYLEGEND. “Anche questa edizione di Rallylegend ha richiesto un impegno organizzativo molto elevato. Ogni anno lo staff di collaboratori annovera la presenza di professionisti di alto spessore nelle varie funzioni che possono garantire l’ottima riuscita della manifestazione. La collaborazione con le istituzioni politiche e amministrative della Repubblica di San Marino è quanto di meglio un organizzatore possa auspicare. Un ringraziamento particolare va alla Segreteria di Stato Istruzione e Sport che ha fornito il pieno supporto alla nostra 16° edizione così come un plauso va alle forze di polizia (Gendarmeria e Polizia Civile) con le quali intratteniamo stretti rapporti di collaborazione e che ci aiutano a garantire la buona riuscita di Rallylegend. La presenza di sponsor di altissimo livello, che voglio ringraziare, ha dato uno slancio di orgoglio a noi organizzatori nel vedere un così grande interesse da parte delle aziende che ci supportano e permettono la crescita dell’evento. Vi è ormai nella popolazione sammarinese la consapevolezza della grande importanza che Rallylegend riveste per l’immagine e l’indotto che crea al paese, ciò comporta che anche a seguito di una efficace preventiva comunicazione del programma dell’evento lo stesso sia vissuto da tutti i cittadini residenti con grande positività e pochi disagi. Rileviamo come la richiesta di accrediti e le informazioni per poter assistere sia assai crescente segno di una forte passione per i motori che varca addirittura i confini europei. Ci auguriamo di poter emozionare gli appassionati di rally anche in questa edizione e che tutta la manifestazione si svolga in piena sicurezza per tutti.”
VITO PIARULLI, ORGANIZZATORE RALLYLEGEND. “Anche quest’anno la manifestazione fa registrare, nonostante le numerose e importanti concomitanze, un numero di iscritti di tutto rispetto: 150 equipaggi con nomi di grande livello, come ormai Rallylegend da tempo ci ha abituati ad avere. A tutto questo si aggiungono la Martini Parade e la celebrazione dei 50 anni di storia di Martini Racing, con lo sguardo rivolto al mondo rally, ma con una presenza di altissimo livello, per la presenza Martini in Formula 1 e nelle gare Endurance iridata, con due miti quali Riccardo Patrese e Michele Pirro. A questo proposito voglio ringraziare Martini che ha scelto di celebrare ufficialmente il 50 anniversario attraverso il nostro evento.
La grande sfida di questa edizione, e di quelle degli anni a venire, sarà portare a questa grande vetrina nuove leve che possano sostituire i grandi campioni nelle prove a tempo, per lasciare a piloti del calibro di Kankkunen, Biasion, Alen e tanti altri, il piacere di rincontrarsi e incontrare il pubblico. guidando nelle Martini Parade senza pressione alcuna. A dare battaglia in prova speciale o a fare spettacolo tra le Legend Stars ci saranno i piloti del mondiale rally come Kris Meeke e Craig Breen e campioni del recente passato quali Mikko Hirvonen”
MAURO ZAMBELLI, DIRETTORE DI GARA. “E’ un impianto di sicurezza estremamente solido quello che, assieme alla Gendarmeria e alla Polizia Civile sammarinesi, viene messo in campo per questa 16° edizione di Rallylegend. Sul percorso, nei tre giorni, si avvicenderanno oltre 800 commissari di percorso che, con uno

staff di prim’ordine della Direzione gara e la squadra delle vetture di sicurezza, vigileranno sul percorso che i concorrenti si troveranno a percorrere. Sono stati fissati protocolli di intervento coordinato al fine di ottimizzare i tempi di reazione per gli interventi in caso di criticità.
Per quanto riguarda il percorso, invece, la prova speciale “Le Tane” è stata sostituita con la “Piandavello”, soprattutto con l’obiettivo di dare maggiore respiro alle zone del territorio che negli ultimi anni erano interessate da una grande concentrazione di prove.”
SERGIO SCHINAIA, RESPONSABILE INFRASTRUCTURES & OPERATIONS NORD EST DI TIM. “Tim accende insieme a Nokia i motori del 5G in occasione della sedicesima edizione di Rallylegend, che prende il via oggi a San Marino. L’evento rappresenta infatti una importante occasione per mostrare, anche al grande pubblico degli appassionati delle auto, alcune delle principali applicazioni che sfruttano le potenzialità della rete mobile di nuova generazione, nell’ambito del progetto “San Marino 5G” che punta a fare della Repubblica del Titano il primo Stato 5G d’Europa.
Il 5G sarà un fattore abilitante per una serie di servizi in grado di rivoluzionare la vita dei cittadini, consumatori e imprese, realizzando ambienti in cui tutto sarà più smart e connesso. Grazie a questa nuova tecnologia, TIM si pone l’ambizioso obiettivo di guidare lo sviluppo tecnologico del Paese
Nello stand Nokia, invece, saranno mostrate alcune applicazioni di “guida remotizzata”: modellini di auto che si muoveranno in maniera autonoma e indipendente all’interno di un circuito e che, grazie alle performance del 5G, rileveranno in tempo reale situazioni impreviste di pericolo, quali ostacoli e rallentamenti nel percorso, adottando gli opportuni accorgimenti”.
FUNIVIA. In vista del suggestivo riordino previsto per la serata di venerdì 12 nel centro storico di San Marino la funivia prolunga l’orario di apertura fino alle ore 1,30 di sabato 13 ottobre al fine di agevolare gli spostamenti dei tanti appassionati evitando così il crearsi di lunghi incolonnamenti.

Dario. Furlan




SEEYOUSOUND PISA – 23 – 27 ottobre 2018

La tappa di Pisa di SYS ON THE ROAD si terrà dal 23 al 27 ottobre ed è il risultato della stretta collaborazione tra Seeyousound e due realtà locali di grande tradizione, Cinema Arsenale e Cinema Lumiere, coproduttrici di questa rassegna. Realtà differenti ma accomunate dal desiderio di sperimentare e che hanno unito le proprie forze e competenze per creare questa prima edizione. Uno sforzo congiunto che ha dato i propri frutti tanto dal punto di vista della direzione artistica che sul fronte organizzativo e logistico.

Il palinsesto proporrà una panoramica sulle prime quattro edizioni di Seeyousound Torino, arricchita da una selezione di anteprime: in tutto dieci film internazionali, le cui proiezioni si terranno al Cineclub Arsenale, punto di riferimento per gli appassionati di cinema di Pisa e non solo, attivo dal 1982. Ogni film sarà accompagnato da Q&A con gli autori, performance musicali, dj set e incontri con personalità e artisti del territorio, per coinvolgere quanto più possibile il tessuto locale, senza rinunciare al respiro globale. La programmazione dei film è articolata in tre fasce: la prima, quella del tardo pomeriggio, in cui le proiezioni saranno accompagnate da una introduzione critica; la fascia della prima serata, in cui saranno ospitati Q&A e performance live; e infine la seconda serata, in cui le proiezioni saranno invece precedute da un momento conviviale nel foyer, con un dj-set a tema.

Una programmazione che copre generi musicali molto diversi tra loro, dalle atmosfere neoclassiche di Ryuichi Sakamoto fino all’elettronica dei Daft Punk, in modo da venire incontro ad un pubblico diversificato. Da segnalare in palinsesto l’anteprima del film Saremo Giovani e Bellissimi di Letizia Lamartire, reduce dal Festival di Venezia e che verrà presentato alla presenza del cast e con una performance live di Emma Morton, autrice della canzone della colonna sonora, e l’anteprima di Sympathy for the Devil, il documentario sui Rolling Stones girato da Jean-Luc Godard nel ‘68 e che qui sarà presentato in versione restaurata in occasione del cinquantennale. Ospite della serata inaugurale sarà Boris Benko dei Laibach,prima band straniera ad esibirsi in Corea del Nord, nel 2015.

Sempre al Cineclub Arsenale, in Sala 2, saranno ospitati i panel di questa prima edizione: il venerdì un incontro con Silvia Clo Di Gregorio, regista e attrice di alcuni dei videoclip più popolari della nuova scena musicale italiana, il sabato invece un seminario su Metropolis (film che verrà poi sonorizzato) ideato in stretta collaborazione con Acit Pisa e docenti dell’Università di Pisa. Il foyer del cinema ospiterà invece una mostra di tavole e illustrazioni a tematica musicale del celebre fumettista Tuono Pettinato, già collaboratore di riviste come XL e Linus e autore di numerose graphic novel di successo tra cui Nevermind e We Are the Champions.

Performance e live show si terranno all’ex-cinema Lumière, il cinema più antico d’Italia e che oggi ospita eventi dal vivo di rilevanza internazionale. Il venerdì sera a esibirsi sarà Yakamoto Kotzuga, giovane producer, compositore e sound designer veneziano: il suo ultimo album, Slowly Fading, è nato da una performance A/V in collaborazione con l’artista visivo Furio Ganz e commissionata dalla Biennale di Venezia.

Il sabato invece a chiudere il programma sarà il compositore messicano Murcof, nome di punta della scena elettronica mondiale, che presenterà la sua sonorizzazione della versione restaurata del film Metropolis.




In Autunno: Frutti, Acque e Castelli” (XX edizione) Castelli di Strassoldo (Cervignano del Friuli, Udine) 20 e 21 ottobre 2018

Incastonato nel cuore della pianura friulana, tra corsi d’acqua di risorgiva, il suggestivo borgo medievale di Strassoldo è uno scrigno di storia che racchiude due castelli ben distinti: il castello di Sopra ed il castello di Sotto, tra i più antichi e significativi del Nord est d’Italia.  È qui che, dal 1998, le proprietarie aprono i battenti dei due manieri due volte l’anno ad un pubblico (ormai affezionato) alla ricerca di atmosfere ed oggetti raffinati ed insoliti, permettendo di scoprire, attraverso la presentazione delle nuove opere di artigiani, artisti ed antiquari selezionati e rari, anche la bellezza e i décor degli interni e il fascino dei parchi antichi dagli alberi secolari in cui sono immersi.

L’appuntamento autunnale con Castelli aperti a Strassoldo, dal titolo In Autunno: Frutti, Acque e Castelliva in scena il 20 e il 21 ottobre, dalle 9.00 alle 19.00, e suggerisce un incantevole viaggio fra saloni arredati con quadri d’antenati, alberi genealogici e mobili antichi, nei quali fanno bella mostra di sé maestri antiquari, maestri artigiani con preziosi manufatti in oro, argento, vetro, pietre e stoffe preziosi, lana, carta, cashmere, fildiferro, pelle, legno e terracotta. Non mancano prelibatezze artigianali come cremini, torte alla glassa, aceti balsamici, cioccolate, liquerizie, salse, conserve e vin brulé con mela e cannella.

All’esterno, nel verde brolo delimitato dalla scorrere di lente acque di risorgiva, prestigiosi vivaisti espongono bellissime collezioni di piante insolite, rare, antiche ed abili artigiani oggetti ed arredi per la casa ed il giardino in uno stile country di alta gamma. Nella corte del Castello di Sopra, un raffinato catering presenta piatti di stagione, per una pausa di gusto e relax. Visite guidate conducono alla scoperta del borgo castrense e di Santa Maria in Vineis, con la sua bella chiesetta affrescata del Trecento.

Saranno due giornate colorate e animate, arricchite dal fascino della musica antica ispirata all’autunno, che farà da sottofondo nella cappella di San Marco e in altri punti dei castelli. Un’occasione imperdibile per assaporare dolci e raffinate atmosfere autunnali, in un’aura magica d’altri tempi.

 

Orario: dalle 9 alle 19 orario continuato.

L’entrata alla manifestazione è a pagamento (si tratta, infatti, di un’iniziativa di fundraising):

Biglietto unico per adulti: € 12 (da acquistare alle casse) per entrare negli interni del Foladôr, del castello di Sotto, della Pileria del riso, della Cancelleria, del castello di Sopra, nel suo brolo e nel suo parco (il parco del castello di Sotto non è compreso).

Biglietto unico per gruppi di almeno 20 persone: € 10.

Biglietto unico per bimbi dai 6 ai 12 anni: € 6.

Entrata gratuita: bimbi fino ai 6 anni compiuti. Gli invalidi muniti di apposita tessera INPS, con 1 accompagnatore

C.L.




Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia: si apre la stagione!!

Si inaugura la stagione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia con due spettacoli di produzione consecutivi!
 
MARTEDì 16 OTTOBRE alle ore 20.30 alla Sala Assicurazioni Generali debutta I MISERABILI di Victor Hugo con Franco Branciaroli, regia di Franco Però (repliche fino a domenica 21 ottobre)
 
GIOVEDì 18 OTTOBRE alle ore 21 alla Sala Bartoli debutta (TRA PARENTESI) LA VERA STORIA DI UN’IMPENSABILE LIBERAZIONE di e con Massimo Cirri e Peppe Dell’Acqua, regia di Erika Rossi (repliche fino all’11 novembre)



SECRET CONCERT venerdì 12 ottobre a Trieste l’edizione speciale per BARCOLANA 50

VignaPR e la Società Velica di Barcola e Grignano nell’ambito di “Barcolana50”

presentano

SECRET CONCERT, EDIZIONE SPECIALE A TRIESTE PER BARCOLANA 50

VENERDÌ 12 OTTOBRE IL CONCERTO SEGRETO, NON SI SA CHI SUONI E NON SI SA DOVE SUONI

 La forza della musica e la voglia di esplorare nuovi mondi artistici, culturali e sociali. Una location misteriosa, un artista segreto, posti limitati. Non si sa chi suoni e non si sa dove suoni.

Secret Concert di Mauro Ermanno Giovanardi alla Kleine Berlin – Barcolana2016 © Fabrizio Caperchi / PiquadroStudio

Secret Concert Barcolana 2017 (credit Simone Di Luca Photography)

Dopo il successo delle ultime due edizioni che hanno visto l’esibizione di Mauro Ermanno Giovanardi in un’ex rifugio anti aereo della seconda guerra mondiale (Kleine Berlin in via Fabio Severo) e di Lodo Guenzi de Lo Stato Social nella sala motori dell’Ursus, viene riproposto a Trieste il curioso evento conosciuto in tutta Europa con il nome di Secret Concert che si terrà domani sera, venerdì 12 ottobre, come appuntamento speciale del programma di Barcolana 50, la 50esima edizione della regata velica più affollata del mondo.

Il concerto segreto è stato lanciato solamente sui social network e in poche ore dall’annuncio ha già raggiunto il tutto esaurito, terminando tutti i posti disponibili.

I partecipanti riceveranno l’indirizzo del luogo del concerto poche ore prima dell’inizio tramite messaggio privato e scopriranno l’artista protagonista al momento dell’inizio del concerto. Tutte le info su www.facebook.com/secretconcert

Secret Concert di Mauro Ermanno Giovanardi alla Kleine Berlin – Barcolana2016 © Fabrizio Caperchi / PiquadroStudio

Il Secret Concert è un’idea di Luigi Vignando e Matteo Roman di VignaPR, due giovani professionisti che lavorano da anni nella musica, supportando il management di artisti italiani e internazionali (2Cellos, Peter Bence, Remo Anzovino, Glenn Miller Orchestra, The Leading Guy) e dell’organizzazione di concerti in Friuli Venezia Giulia, in Italia e in Europa (Alessandro Mannarino, Mnozil Brass e tanti altri).

VignaPR




ALLA CIVIDALE-CASTELMONTE MICHELE MANCIN TENTA L’ASSALTO AL TIVM

MANCIN, DA CIVIDALE, TENTA L’ASSALTO AL TIVM

Il pilota di Rivà, archiviata una stagione deludente nella massima serie tricolore, si rimette in caccia, da leader del Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Rivà (Ro), 10 Ottobre 2018 – È un combattivo Michele Mancin quello che si appresta a tornare al volante, il prossimo weekend, in occasione dell’edizione numero quarantuno della Cronoscalata Cividale – Castelmonte.

Messa da parte ogni ambizione di tripletta tricolore, nell’ambito del Campionato Italiano Velocità Montagna, il pilota di Rivà, grazie alle molteplici concomitanze, si è ritrovato in testa alla classe A 1600 della seconda serie nazionale, per blasone, dedicata agli specialisti della velocità in salita: il Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Nella zona riservata al nord Italia il portacolori di Mach 3 Sport, quando al termine mancano solamente tre round, si ritrova leader con sette lunghezze su Finestauri e diciassette su Parisi.

Una situazione, per certi versi inaspettata, che ha rivitalizzato Mancin, sin qui deluso da un CIVM sotto alle aspettative causa cronici problemi tecnici alla Citroen Saxo di gruppo A.

“L’epilogo nel CIVM era ormai scritto” – racconta Mancin – “probabilmente già prima dell’ultima trasferta a Pedavena ma, nel TIVM, la storia è ancora tutta da costruire. La concomitanza con tanti eventi della massima serie tricolore ha fatto si che, senza quasi rendersene conto, abbiamo raccolto un ottimo bottino di punti. Questo ci ha proiettato in testa al campionato, nella zona del nord Italia. In realtà avevamo già deciso di prendere il via a Cividale, gara che amo molto, ma con queste premesse il desiderio di salire in Friuli e fare bene è ancor più alto.”

Per presentarsi al meglio, nella difesa della leadership nella serie, Mancin e lo staff di Assoclub Motorsport ha lavorato duramente in questa sosta, cercando di risolvere tutte le problematiche che hanno pesantemente condizionato il cammino tricolore.

“Vista la pessima annata” – sottolinea Mancin – “e vista la rialzata posta in gioco abbiamo affrontato un rialzo a fondo della nostra Saxo. Con i ragazzi di Assoclub Motorsport la abbiamo ripassata, da cima a fondo. Un particolare ringraziamento lo voglio fare a Valentino Vettore, con il quale siamo riusciti a trovare le giuste regolazioni dell’assetto. Ora siamo molto fiduciosi.”

Tutte le carte sembrano essere in regola ed il polesano è chiamato ad una prestazione solida, nella speranza che la dea bendata decida di guardare altrove, per poi affrontare il successivo appuntamento, ad Orvieto, con un margine utile a chiudere la partita.

“Abbiamo bisogno di conquistare il TIVM” – conclude Mancin – “perchè ci permetterebbe di risollevare il morale di tutta la squadra. Abbiamo messo in piedi un mini programma, fatto di due uscite, delle quali la Cividale sarà la prima. Sperando che vada tutto per il meglio in Friuli ci trasferiremo poi ad Orvieto. L’obiettivo è di riuscire a vincere matematicamente, evitando l’ultima trasferta ad Alghero. Un passo alla volta, partiamo da questo weekend a Cividale, dove  incrociamo tutto il possibile, dita delle mani e dei piedi. Ce la metteremo tutta per farcela.”

Michele Mancin – Ufficio Stampa




Riprende il pedibus a Villanova

Al servizio della scuola A Rosmini di Villanova è ripartito il Pedibus che proposto lo scorso anno scolastico è stato apprezzato e partecipato. Lo riproponiamo – commenta l’’assessore Emanuele Loperfido – perché riteniamo che sia un importante servizio per le famiglie ma ancor di più per gli alunni della scuola primaria A Rosmini poiché anche attraverso questo tipo di esperienza acquisiscono e assimilano i principi e valori civici, sociali ed educativi dell’iniziativa importanti per cresce in una società sana e responsabile. Ma c’è anche una ricaduta positiva immediata sull’ambiente urbano perché, si riducono il traffico e gli intasamenti davanti e nei pressi dei plessi scolastici e si contiene l’inquinamento.
Ogni mattina una trentina di bambini circa sono accompagnati dai genitori presso la scuola materna in via Ada Negri e poi in fila indiana attaccati ad una fune e con pettorine gialle che li identificavano come soggetti attivi del Pedibus, sono guidati a destinazione da alcuni volontari ed insegnati scortati da un mezzo della Polizia Locale. Alla prima uscita era presente anche il comandante Stefano Rossi a sottolineare l’importanza che il Comando attribuisce a questo servizio in particolare per quanto riguarda l’educazione stradale..
Su un percorso protetto il serpentone passa per via Grazia Deledda, via Villanova, via Goldoni e poi a scuola in Via Pirandello. Lungo il percorso sono stati creati anche quattro/cinque punti di ritrovo per “imbarcare” altri compagni di scuola. Come detto il Pedibus è apprezzato e per dare un’ulteriore motivazione all’’adesione del servizio le insegnati promotrici dell’iniziativa hanno dotati i bambini di una scheda personale che reca il nome, la classe e il numero da chiamare in caso di emergenza. Sul retro vengono riportate le presenze e a fine anno l’alunno che avrà partecipato a più Pedibus riceverà un premio.
Il Pedibus di Villanova è sostenuto dall’Amministrazione Comunale, dalla Polizia locale, dall’Istituto comprensivo Sud, dal Progetto Genius Loci che nei vari progetti per la comunità punta molto sul pedibus come strumento di coinvolgimento, integrazione ed insegnamento ad una condotta di stili di vita sana e da numerose famiglie di quartiere L’auspicio – ha concluso l’assessore Loperfido – è che a questo progetto continui e cresca e fatto proprio dalla comunità di Villanova al pari dei pedibus a Vallenoncello con la scuola primaria Leonardo da Vinci, nel quartiere San Gregorio per la scuola primaria Gaspare Gozzi e a Torre alla scuola primaria Odorico da Pordenone.




Sabato 13 ottobre : “FELICI E CONTENTE”, A TEATRO LE FIABE RISCRITTE DA CORRADO PREMUDA

Sabato 13 ottobre alle ore 16.30 arriva al Teatro dei Fabbri di Trieste lo spettacolo “Felici e contente” di Corrado Premuda prodotto dal Dramma Italiano di Fiume. In scena Ivna Bruck, Serena Ferraiuolo, Bruno Nacinovich e Lucio Slama diretti da Giorgio Amodeo, con le scene di Ljerka Hribar e i costumi di Šašinka Osanna. Lo spettacolo si basa sull’omonimo libro di Corrado Premuda pubblicato nel 2013. Le ben note storie di sempre sono raccontate attraverso la prospettiva dei personaggi meno importanti, le fiabe famose vengono completamente ribaltate e il classico finale “… e vissero felici e contenti” viene stravolto. Fiabe come “Hänsel e Gretel”, “Cenerentola”, “La Bella addormentata nel bosco” vengono riscritte in una maniera nuova tale da destare e stimolare la fantasia dei piccini. Il nocciolo è questo: se una storia esiste non significa che quella conosciuta ne sia l’unica versione, ciascuno può ritrovare all’interno dell’intreccio ciò che più gli interessa e giocare con famosi personaggi e trame come fossero giocattoli, creando storie nuove, poiché l’unico limite di una storia è la fantasia di chi la scrive. Lo spettacolo che ha debuttato il 4 ottobre a Fiume è ora in tournè in tutta l’Istria.