Un weekend di grande ciclismo con Il Lombardia e la sua Gran Fondo

Tra un mese esatto, sabato 13 ottobre, da Bergamo a Como, si svolgerà l’ultima Classica Monumento della stagione dei professionisti che prevede 4.000 metri di dislivello. Il giorno seguente la Gran Fondo – partenza da Como e arrivo sul Civiglio – ricalcherà in gran parte il percorso dei pro con le salite del Ghisallo, Sormano, Civiglio. Finale modificato per la gara pro, senza l’ascesa di San Fermo della Battaglia, causa problemi di viabilità in Val Fresca.


Como, 13 settembre 2018
– Ritorna il Grande Ciclismo sulle strade della Lombardia. Il 13 ottobre si svolgerà infatti, con partenza da Bergamo e arrivo a Como dopo 241 km, la 112a edizione de Il Lombardia. La “Classica delle Foglie Morte”, ultima Classica Monumento della stagione, ricalca il percorso del 2017, con una modifica nel finale. Un percorso molto selettivo con 5 salite e 4.000 metri di dislivello a partire dal Colle Gallo seguito dal Colle Brianza; dopo Onno si affronta prima la salita della Madonna del Ghisallo e subito dopo il durissimo Muro di Sormano. Superata la Colma di Sormano si scende a Nesso per proseguire fino all’ingresso di Como dove verrà affrontato il Civiglio quindi, dove la corsa nella passata edizione girava a sinistra per scalare la Val Fresca verso San Fermo della Battaglia, proseguirà diritto fino alla rotatoria di via Camozzi dove incontrerà la discesa del percorso originario per poi affrontare un breve strappo di circa 1.700 metri al 5% di pendenza media con punte al 9% che termina all’ingresso dell’abitato di Monte Olimpino. Da qui all’arrivo, posto come lo scorso anno sul Lungo Lario Trento e Trieste, mancheranno 3 chilometri.

Da sinistra: Andrea Trabuio, Responsabile dell’Area Mass Events di RCS Sport, Martina Cambiaghi, Mauro Vegni, Marco Galli e Francesco Alleva (Photo Credit LaPresse).

DICHIARAZIONI
Mauro Vegni, Direttore dell’Area Ciclismo di RCS Sport, ha dichiarato: “È sempre una grande soddisfazione per me presentare il percorso de Il Lombardia, l’ultima delle Classiche Monumento della stagione ciclistica, tradizionalmente rivincita del Mondiale e vinta dai grandi campioni del pedale nei suoi oltre cent’anni di storia. Oggi vorrei sottolineare il ruolo della corsa in questa splendida Regione, la Lombardia appunto, mia terra d’adozione da oramai molti anni che ho imparato a conoscere ed amare. Luoghi unici e splendidi come Bergamo, città di partenza con le sue mura patrimonio dell’Unesco, o Como, città d’arrivo con il suo lago omonimo che tutto il mondo ci invidia. Ed in mezzo colli, salite e paesaggi che sono parte integrante della leggenda di questo sport, come la Madonna del Ghisallo ed il Muro di Sormano. Il Lombardia passa inoltre da altri luoghi di una bellezza mozzafiato, tra i molti cito ad esempio Bellagio, uno dei posti più pittoreschi al mondo, talmente bello da aver ispirato uno degli hotel di Las Vegas costruito anni fa a sua immagine e somiglianza. Mi permetto di ricordare che proprio questa, oltre al risultato sportivo, è l’unicità del ciclismo: mostrare in tutto il mondo, grazie alla copertura televisiva e fotografica, i luoghi di un territorio. Il Lombardia, nel suo piccolo e nella sua lunga storia, è stato parte integrante del successo della Lombardia. La cosa continua a renderci molto orgogliosi. Sulla scorta poi dell’esperienze dello scorso anno, vorrei inoltre ricordare come quello del 13 e 14 ottobre sarà ancora una volta un weekend all’insegna del grande ciclismo in Lombardia. Oltre alla Classica Monumento di fine stagione ci sarà anche la sua Gran Fondo che darà agli amatori la possibilità di cimentarsi su buona parte del percorso dei professionisti con un finale particolare, che abbiamo studiato insieme alle Istituzioni, in cima allo strappo del Civiglio. Vogliamo istituire, così, una due giorni che possa coinvolgere tantissimi appassionati che porteranno tanti benefici al territorio e al ciclismo. Siamo certi che questo connubio tra sport e turismo siano la carta vincente anche per il futuro.”

Foto Dario Furlan

“Regione Lombardia è da sempre al fianco dei grandi eventi sportivi e la 112esima edizione de Il Lombardia ci vede protagonisti perché è sicuramente parte della storia del ciclismo internazionale. Tra le Classiche Monumento solo la Parigi-Roubaix vanta un maggior numero di edizioni e sempre in Lombardia, tutti gli anni parte da Milano per arrivare a Sanremo, l’altra storica competizione, che invece di fatto apre la stagione sportiva. Da oggi scatta ufficialmente il conto alla rovescia, in attesa del prossimo 13 ottobre, l’ultimo appuntamento di stagione che farà scendere il sipario su una delle annate più belle per le due ruote – ha spiegato Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia – Quello de Il Lombardia 2018 è un fine settimana di grande sport perché oltre al sabato con i professionisti, si replica la domenica con la Gran Fondo, un altro super evento dedicato ai tantissimi appassionati della bicicletta”.

Foto Dario Furlan

“Pierre Giffard (giornalista 1853) disse ‘La bici è più di uno sport è un bene sociale’. Questa frase rappresenta al meglio la ragione per la quale la città di Como ed in primis la sua amministrazione è fiera e orgogliosa di poter ospitare anche quest’anno per il secondo anno consecutivo l’arrivo de Il Lombardia e la sua Gran Fondo. Questi eventi, culmine di una kermesse di avvenimenti sportivi avvenuti durante l’arco dell’estate, segnano per  Como e per tutto il territorio una possibilità non solo di far conoscere un magnifico spettacolo sportivo a chi già non lo conoscesse, ma soprattutto di poter promuovere al meglio la capacità di accoglienza e di bellezza della nostra città e del nostro lago. Siamo fermamente convinti che il binomio Turismo e Sport sia vincente ed in grado di offrire una proposta di vacanza completa anche per il turista più esigente”, ha sottolineato Marco Galli, Assessore Sport e Tempo Libero, Ambiente ed Ecologia, Parchi e Giardini del Comune di Como.

Foto Dario Furlan

“Per il quinto anno consecutivo il Lombardia si snoda tra Bergamo e Como: per la nostra città questo è motivo di grande soddisfazione, non solo perché Bergamo è città e territorio di riferimento per il ciclismo italiano e internazionale, ma anche e soprattutto perché si rafforza ulteriormente l’identità della corsa che chiude la stagione ciclistica internazionale. Consolidandosi il percorso tra Como e Bergamo, il Lombardia acquista un’identità sempre più riconoscibile, avvicinandosi alle altre grandi classiche manifesto, la Milano-Sanremo, la Parigi-Roubaix, la Liegi-Bastogne-Liegi, corse nelle quali il percorso stesso è monumento della storia dello sport”, ha sottolineato il Portavoce del Sindaco di Bergamo, Francesco Alleva.

SQUADRE
112° Il Lombardia – sabato 13 ottobre (24 formazioni: 18 UCI WorldTeams e 6 UCI Professional Continental Teams, 7 corridori ciascuno)

  • AG2R LA MONDIALE
  • ASTANA PRO TEAM
  • BAHRAIN – MERIDA
  • BMC RACING TEAM
  • BORA – HANSGROHE
  • GROUPAMA – FDJ
  • LOTTO SOUDAL
  • MITCHELTON – SCOTT
  • MOVISTAR TEAM
  • QUICK – STEP FLOORS
  • TEAM DIMENSION DATA
  • TEAM EF EDUCATION FIRST – DRAPAC P/B CANNONDALE
  • TEAM KATUSHA ALPECIN
  • TEAM LOTTO NL – JUMBO
  • TEAM SKY
  • TEAM SUNWEB
  • TREK – SEGAFREDO
  • UAE TEAM EMIRATES
  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC
  • BARDIANI CSF
  • ISRAEL CYCLING ACADEMY
  • NIPPO – VINI FANTINI – EUROPA OVINI
  • TEAM FORTUNEO – SAMSIC
  • WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA

LA GRANFONDO
Gli amatori, il giorno seguente, con partenza da Como e arrivo sul Civiglio potranno cimentarsi sulle stesse strade dove i professionisti si sono dati battaglia poche ore prima affrontando le salite, a partire dal Ghisallo, che i professionisti percorreranno il giorno prima. Iscrizioni aperte sul sito www.gflombardia.it.

DOWNLOAD

GRAN FONDO IL LOMBARDIA 2018 CON GHISALLO, SORMANO E FINALE SUL CIVIGLIO.
ISCRIZIONI APERTE. ENEL SARÀ PRESENTING SPONSOR DELLA MANIFESTAZIONE.
AL VIA ANCHE JOAQUIM “PURITO” RODRIGUEZ

Domenica 14 ottobre, con partenza da Como, la Gran Fondo Il Lombardia propone un percorso con tre salite storiche come Ghisallo, Sormano con Muro e Colma e finale sul Civiglio. Già 1.200 gli iscritti alla gara. Iscrizioni ancora aperte sul sito www.gflombardia.it. Il due volte vincitore de Il Lombardia, Joaquim Rodriguez, sarà al via della Gran Fondo e ci ha raccontato come affrontarla e godersela.

PHOTO CREDIT: LaPresse

Como, 13 settembre 2018 – Madonna del Ghisallo, Sormano col suo Muro e la Colma, il Civiglio – dove in cima verrà posto il traguardo dopo 101,3 km di corsa  – con il suo strappo che ha deciso l’ultimo Lombardia vinto da Nibali, saranno gli ingredienti per una Gran Fondo che si annuncia spettacolare. Saranno invece 103,6 i chilometri da affrontare per chi decidesse di tagliare il Muro di Sormano senza passare per la Colma. Le iscrizioni sono ancora aperte sul sito www.gflombardia.it. Enel, già partner delle gare ciclistiche di RCS Sport, sarà il Presenting sponsor dell’evento.

DICHIARAZIONI
Joaquim “Purito” Rodriguez ci ha detto: “È un percorso durissimo e bellissimo. Bisogna sapersi gestire lungo le salite ma bisogna anche godere del percorso spettacolare che si affronta. Credo che un amatore debba sentire che ad ogni pedalata che fa che quelle sono le strade che il giorno prima hanno percorso i grandi campioni. E’ come se il giorno dopo Barcellona – Real Madrid si potesse andare a giocare con gli amici sul quel campo. Ma sappiamo che non è possibile. Solo il ciclismo, con queste belle manifestazioni di contorno alle gare professionistiche, dà la possibilità di poter godere di tutto questo”.

Andrea Trabuio, Responsabile dell’Area Mass Events di RCS Sport, ha dichiarato: “Per il secondo anno riproponiamo la Gran Fondo grazie al successo della precedente edizione. Abbiamo già oltre 1,200 iscritti e, considerando manca ancora un mese, ci aspettiamo una buona partecipazione. Il connubio tra corsa professionistica ed amatoriale, come proponiamo inoltre alle Strade Bianche, è una formula vincente che riteniamo possa dare risalto e benefici sia ai partecipanti che al territorio dove i nostri eventi si svolgono. In questa occasione, abbiamo lavorato con le istituzioni per terminare la Gran Fondo Il Lombardia in cima al Civiglio, un arrivo molto bello e particolare che permetterà inoltre di non congestionare la viabilità cittadina e rendere più sicura la manifestazione”.

PHOTO CREDIT: LaPresse

LA SCHEDA
Data: domenica, 14 ottobre 2018
Partenza: Como (CO), viale Vittorio Veneto (ore 7.30)
Arrivo: Civiglio (CO), via dei Patrioti
Zona tecnica, Segreteria e ritiro pettorali: Como (CO), viale Puecher

PERCORSO
Gran Fondo Il Lombardia – 101,3 Km
Gran Fondo Il Lombardia / Variante senza Colma di Sormano – 103,6 Km

La quota di partecipazione comprende: Pettorale di gara, Numero Telaio, Servizio di cronometraggio, Race Kit ufficiale, Gadget tecnico all’interno del Race Kit, Presidio del percorso, Assistenza meccanica (non sono compresi i pezzi di ricambio), Assistenza sanitaria in corsa (7 autoambulanze, 1 automedica, 4 medici e 20 tra paramedici e soccorritori), 3 punti ristoro e rifornimento lungo il percorso, Servizio camion scopa, Pasta party presso la zona tecnica, Docce c/o lo Stadio Giuseppe Sinigaglia.

Press Ciclismo RCS Sport




GREASE TORNA LIVE IL MUSICAL DEI RECORD 30 gennaio 2019, inizio ore 21.00 JESOLO (VENEZIA), PALAZZO DEL TURISMO

Biglietti in vendita dalle 12.00 di venerdì 14 settembre sul circuito Ticketone. Info e punti vendita autorizzati su www.azalea.it

Dopo gli annunci delle scorse settimane degli spettacoli di Beppe Grillo, Pintus e dei musical “Dirty Dancing” e “We Will Rock You”, si arricchisce oggi di un nuovo grande appuntamento il calendario di eventi al Palazzo del Turismo di Jesolo. Il prossimo 30 gennaio sarà il musical più amato di sempre, opera assoluta capofila del genere, Grease, ad emozionare e appassionare il pubblico. Una storia d’amore che nasce nelle sere d’estate, con tanto rock ‘n’ roll, canzoni indimenticabili e coreografie travolgenti: questi sono gli ingredienti che hanno reso Grease, in più di 20 anni di proposizione in Italia con la Compagnia della Rancia, un autentico fenomeno pop da 1.700 repliche per quasi due milioni di spettatori. Una festa travolgente che dal 1997 accende le platee italiane e che ha dato il via anche nel nostro paese alla musical-mania. I biglietti per questo nuovo importante appuntamento, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con Città di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno in vendita a partire dalle 12.00 di venerdì 14 settembre sul circuito Ticketone. Info e punti vendita su www.azalea.it .

L’arrivo nella nostra città del musical “Grease” è l’ennesima conferma di quello che come amministrazione crediamo da tempo: Jesolo si sta ormai confermando come punto di riferimento per la musica e gli spettacoli ed il Palazzo del Turismo ne sta diventando la casa naturale – ha commentato l’assessore al Turismo della Città di Jesolo, Flavia PastòQuesto musical si aggiunge agli altri show già annuncia-ti, “Dirty Dancing” e “We Will Rock You” e ai grandi concerti ospitati, come quelli di Gianni Morandi, Emma Marrone, Laura Pausini e del grande Bob Dylan, tra gli altri. Un curriculum che dimostra la grande offerta che Jesolo è in grado di mettere sul piatto agli appassionati di musica e che promette anche per questo inverno e per il 2019, grandi soddisfazioni”.

Dopo il successo della nuova edizione in tour nella scorsa stagione, che ha collezionato una lunga serie di entusiasmanti “tutto esaurito”, il musical sarà in scena anche la prossima estate con tappe in tutta Italia. Proprio nel 2018 si è festeggiato il 40° anniversario dall’uscita del leggendario film con John Travolta e Olivia Newton-John, uno spettacolo che non è mai stato così attuale e amato. In oltre 20 anni di successi strabilianti in Italia, nella versione della Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, Grease si è trasformato in una macchina da applausi, cambiando il modo di vivere l’esperienza di andare a teatro. Oggi è una festa da condividere con amici e famiglie, un inno all’amicizia, agli amori indimenticabili e assoluti dell’adolescenza. Si vedono tra il pubblico scatenarsi insieme almeno tre generazioni, ognuna innamorata di Grease per un motivo differente: la nostalgia del mondo perfetto degli anni Cinquanta, i ricordi legati al film e alle indimenticabili canzoni, l’immedesimazione in una storia d’amore senza tempo, tra ciuffi ribelli modellati con la brillantina, giubbotti di pelle e sbarazzine gonne a ruota. Grease, con la sua colonna sonora elettrizzante, che include le meravigliose “Summer Nights” e “You’re the One That I Want” e le coreografie irresistibili, piene di ritmo ed energia, ha fatto innamorare (e ballare) intere generazioni, con personaggi diventati vere e proprie icone generazionali: un gruppo coinvolgente, capitanato da Danny Zuko, il leader dei T-Birds, innamorato di Sandy, la ragazza acqua e sapone come Sandra Dee e Doris Day, che arriva a Rydell e, per riconquistare Danny dopo un flirt estivo, si trasforma diventando sexy e irresistibile. Insieme a loro, l’esplosivo Kenickie, la ribelle e spigolosa Rizzo, i T-Birds, le Pink Ladies, gli studenti dell’high school più celebre e un particolarissimo “angelo”.




“The New Awalim” anche le danzatrici cantano

Debutta il 29 Settembre al Centro Asteria di Milano “The New Awalim” lo spettacolo di danza mediorientale con musica dal vivo a firma della coreografa Perla Elias Nemer

La danza mediorientale è vista da sempre come il territorio di sensualità e incanto, rivolta per lo più al compiacimento maschile. Ma cosa accadrebbe se fossero le stesse danzatrici a rievocare un’altra visione della danza?

“The New Awalim” va in scena sabato 29 Settembre alle 20.30 presso il Centro Asteria di Milano: frutto di due anni di lavoro, basato sul programma di formazione per danzatrici mediorientali “Training the New Awalim” di Perla Elias Nemer. L’incontro di due compagnie, Almas Al Qamar di Milano e Amirat di Roma, dà vita ad un lavoro coreutico originale, composto da danza, canto e musica dal vivo; un viatico per ricercare la tradizione classica araba e al contempo, innovarla attraverso la contemporaneità.

L’idea si sviluppa a partire dallo studio delle figure delle Awalim, le danzatrici istruite che si esibivano nelle corti del periodo ottomano. Esse erano capaci di danzare, cantare e suonare, proponendo una visione colta dell’intrattenimento. Lo spettacolo si ispira anche all’eredità e alle caratteristiche culturali canore e musicali dell’Italia, per dare il suo contributo squisitamente “italiano” allo sviluppo della danza mediorientale.

Con questi punti di riferimento importanti, la danza araba può tornare alle sue origini: il corpo femminile, allora, non racconta più solo la seduzione, ma diviene il mezzo con cui celebrare l’arte in più sfaccettature.

Lo spettacolo è ideato e prodotto da Perla Elias Nemer e Almas al Qamar, con la collaborazione di Iridea, associazione che a Milano favorisce lo sviluppo delle attività coreutiche e culturali nel settore della Danza Mediorientale.

Musica dal vivo di Claudio Merico (oud e violino) Simone Pulvano (percussioni) e Riccardo García Rubi (chitarra).

Da queste sinergie scaturisce “The New Awalim”, uno spettacolo collettivo, dove movimento, musica e ritmo diventano il mezzo che permettere allo spettatore di guardare alla danza mediorientale da una nuova prospettiva.

Per informazioni e biglietti thenewawalim@gmail.com