Il mondo delle meteore

Un giorno di notorietà, l’ebrezza di diventare argomento da social, il cinismo e l’apatia nel mostrare una situazione drammatica con la leggerezza di un selfie. Cosa sta succedendo alle persone? Troppo incentrate sul loro bisogno viscerale di apparire, anche solo per pochi attimi; milioni di meteore che si infiammano ad ogni costo, con ogni mezzo, per quei piccoli pollici all’insù. Non importa se quello squarcio di fama deriva dallo svuotamento completo dell’umanità. È il paradosso della modernità social, la ricerca ossessiva del più ampio consenso di umani possibili attraverso la disumanizzazione di qualsiasi evento. L’egocentrismo è il virus più diffuso degli ultimi anni, equamente distribuito nel genere, nell’età, nel ceto sociale. Quando si viene infettati da questo parassita muore ogni possibile senso del pudore e dell’etica, è il cimitero del buon senso e dell’empatia. Troppo spesso viviamo le situazioni attraverso la condivisione, la nostra immagine digitale vive molte più esperienze del nostro io reale. È il nostro avatar che va in vacanza, prova i piatti, partecipa ad eventi; noi siamo solo il braccio che gli occorre per rimanere vitale in quanto entità digitale. Asimov e i suoi successori predissero l’avvento delle macchine intelligenti, quali possibili antagonisti dell’umanità; ma forse non saranno i robot quelli che porteranno l’uomo all’estinzione. Forse la sua immagine speculare digitale ha già portato l’umanità all’eliminazione dell’umanità reale.

 

Carlo L.




Al via “Diversamente Speleo”: un evento dedicato alle persone disabili Domenica 10 giugno, dalle 9 alle 13, a Villanova delle Grotte

Una giornata dedicata all’incontro tra mondo sotterraneo e la disabilità. C’è attesa per “Diversamente Speleo 2018”, un evento dedicato interamente alle persone disabili. L’appuntamento è per domenica 10 giugno, dalle 9 alle 13, a Villanova delle Grotte. La manifestazione è organizzata dal Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova (Gelgv), in collaborazione con il Gruppo Ricerche Ipogee Friulane di Tarcento. «Diversamente Speleo Fvg – spiegano gli organizzatori – propone questa sfida per dimostrare che il mondo ipogeo può essere vissuto anche dalle persone diversamente abili, in tutta la sua bellezza e soprattutto in tutta sicurezza». La Grotta Nuova, gestita dal Gelgv, ospiterà associazioni, centri diurni e famiglie e li accompagnerà alla scoperta di cristalli, concrezioni e altre meraviglie sotterranee. Collaboreranno all’evento i principali gruppi speleo della provincia: G.U.S.T. Fvg, Associazione Speleologica Forum Julii di Cividale, Gruppo Speleologico Michele Gortani di Tolmezzo e Circolo Speleologico Idrologico Friulano di Udine, capitanati dagli speleologi del Gruppo Ricerche Ipogee Friuli di Tarcento. La visita e il percorso attrezzato e illuminato saranno appositamente strutturati in chiave sensoriale per rivelare tutte le potenzialità della grotta (odori, suoni, scenari). «Alcune tappe – anticipano gli organizzatori – saranno focalizzate sul mondo delle grotte e altre saranno gestite dai bravissimi operatori che già operano nel mondo della musicoterapia per disabilità (Adun, Gong Time, A.R.T.E.M.). Ci saranno tre turni (alle 9, alle 10 e alle 11) per effettuare la visita. Sarà possibile accedere gratuitamente ma solo previa prenotazione. I gruppi, per poterli seguire meglio, non potranno superare le 20 persone. La durata di ogni discesa sarà circa di 1 ora e 30 minuti». Poiché all’interno della grotta la temperatura è di 11 gradi costanti, si raccomanda di indossare abiti caldi e scarpe da trekking. Saranno forniti, per chi lo desidera, i caschetti a led che gli speleologi utilizzano durante le esplorazioni. «Voglio ringraziare tutti i partecipanti, i soci e le guide – commenta il presidente del Gelgv, Mauro Pinosa -. Speriamo di poter continuare a organizzare questa bella manifestazione, nei prossimi anni, utilizzando il nuovo ingresso opportunamente attrezzato». Le visite sul percorso turistico saranno interrotte per tutta la durata dell’evento e riprenderanno nel pomeriggio (apertura reception alle 13.30, ultima visita alle 17.30). «Quest’anno – conclude Tiziana Angotzi – Diversamente Speleo rientra nella programmazione dell’evento “Libero Sport-Emozione e Natura”, che si terrà, nello stesso giorno, al Parco delle Pianelle di Nimis. Saranno presenti, nell’area del parco, numerose associazioni sportive, che saranno disponibili per far provare le loro attività ai ragazzi disabili. Per chi volesse restare a Villanova, invece, ci sarà la possibilità di pranzare in uno dei numerosi locali del paese oppure di optare per un pranzo al sacco all’Abisso di Vigant». Per informazioni e prenotazioni contattare Tiziana al numero 347-8830590 oppure scrivere una mail a tizcaver@gmail.com. Il calendario degli eventi propone anche una suggestiva meditazione: Il cuore di Pacha Mama, domenica 17 giugno, alle 17, in una location mai utilizzata prima. Per informazioni tizcaver@gmail.com, visitare la pagina Facebook oppure il sito www.grottedivillanova.it.




Inizio 7 giugno Da Ipazia fino ad Aspasia: a Siena le donne sapienti svelano il “volto delle arti”

Da Ipazia d’Alessandria fino ad Aspasia sono le donne sapienti, protagoniste del mini calendario di appuntamenti che prende il via il prossimo 7 giugno a Siena.
Occasione la offre la mostra di pittura di Silvia Gasparrini “Il volto delle arti” attualmente in corso, che fino al prossimo 20 giugno, prosegue nello spazio espositivo di via Cecco Angiolieri, 13.

Gli incontri – tutti al femminile – nascono per offrire approfondimenti sul tema della mostra stessa che è dedicata alle sette arti liberali, volto più nobile e sacro della conoscenza.

Si comincia giovedì 7 giugno alle ore 21.30 con la conferenza “Ipazia e l’amore per la Sapienza” un viaggio alla scoperta di una grande maestra quale è stata Ipazia che ha fatto dell’arte un’esistenza concreta. L’incontro sarà tenuto da Ariana Kola di After’s Cool, innovativa start-up dedicata all’apprendimento per giovani e studenti della provincia di Siena.

Sabato 9 Giugno alle ore 18.00 Elisabetta Casagli, esperta di scrittura creativa terrà un intervento teorico pratico su “L’arte dello scrivere: il volto della poesia” che farà riferimento al famoso “trivio” delle arti liberali composto da grammatica, logica e retorica.

Martedì 12 giugno alle ore 21.30 Francesca Manenti docente di fisica e matematica parlerà de “Il volto delle scienze: Geometria, Aritmetica, Astronomia e Musica”, mentre venerdì 15 giugno alle ore 21.30 sarà presentato il romanzo “Lei guarda spesso il mare, Aspasia”, scritto da sette donne e incentrato sulla figura di questa grande donna del passato.

Gli appuntamenti si terranno nella stessa sede della mostra, tra le opere che Silvia Gasparrini presenta per la prima volta al pubblico e che propongono una singolare galleria di figure femminili simbolo dei sette antichi insegnamenti base del sapere umano.
La mostra che riflette sul senso della conoscenza, nasce dalla quotidiana esperienza personale dell’artista che è docente in una scuola primaria, un lavoro che l’ha portata a considerare come la definizione di “arte liberale” che inneggia alla libertà, al cielo, alla leggerezza, contrasti con quella di “materia scolastica” che invece sottintende l’idea della pesantezza, della materia appunto.
Ecco allora che le allegorie di Silvia Gasparrini si incarnano in donne sapienti e regali, portatrici di alte qualità morali e conoscenze capaci di elevare l’animo umano.

La mostra “Il volto delle arti” e il calendario di eventi che la vanno ad arricchire sono realizzati in collaborazione con Liberamente Osteria, Zenit foto video, After’s Cool.

IL VOLTO DELLE ARTI
mostra personale di Silvia Gasparrini
27 maggio – 20 giugno
SIENA, via Cecco Angiolieri 13
Info 333 5285113
apertura tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 22
ingresso libero




Romagnano Sesia Grande festa d’estate per il progetto “Benvenuta, natura!”

Domenica 10 giugno alle 17 nel cortile del Comune di Romagnano Sesia, in Piazza della Libertà 1, durante lo StreetFood organizzato dal Comune, grande festa d’estate del progetto Benvenuta, natura! con l’inaugurazione ufficiale della mostra (che sarà però già visitabile da sabato mattina) dei lavori dei bambini e ragazzi partecipanti al progetto, la premiazione del concorso per la scuola media Storie di riciclo e la premiazione del concorso fotografico Benvenuta natura: il rispetto per la natura; tutte le mostre saranno visitabili nel cortile del Comune sia sabato 10 che domenica 11 giugno.
Il progetto anche quest’anno per la terza edizione consecutiva è stato capitanato dal Comune di Romagnano Sesia, e ha coinvolto come enti partner anche comuni limitrofi come Sizzano, Ghemme e Prato Sesia, con la coordinazione generale delle Rane di Interlinea.
È stato un lavoro in sinergia che ha convinto per il terzo anno di seguito la Compagnia di San Paolo che ha creduto in esso dando un contributo per le attività.

Guido Quarzo

Come ha spiegato all’inizio del progetto l’assessore all’Istruzione del Comune di Romagnano Sesia Alessandro Carini: «Con queste attività proseguiamo il cammino intrapreso con i progetti Benvenuta, natura! e Benvenuta, acqua!, che da due anni hanno avviato una serie di attività di promozione verso le giovani generazioni, coinvolgendo scuole, biblioteche, enti, educatori e famiglie. Progetti che hanno riscosso un notevole successo: la qualità e la serietà delle iniziative sono state riconosciute tanto che Compagnia di San Paolo ci ha ridato fiducia e ci sostiene di nuovo. A loro va il mio, e quello di tutti gli amministratori coinvolti, grazie perché ci sostengono e danno alle nuove generazioni opportunità importanti di crescita educativa e formativa».

Cinzia Ghigliano

Con i vari contributi quindi il progetto è diventato in concreto prassi quotidiana nel territorio della Bassa Valsesia, coinvolgendo nei vari luoghi delle comunità, in attività culturali, esperienziali e di promozione alla lettura, i bambini e i ragazzi della fascia d’età compresa tra i 6 e i 14 anni. Quest’anno il tema scelto per gli incontri è il riciclo, visto come tema centrale per la nostra sopravvivenza sulla Terra.
I bambini e i ragazzi durante tutto l’anno hanno incontrato autori e illustratori di fama come Guido Quarzo e Cinzia Ghigliano, ascoltando storie e creando lavori con materiale di recupero con l’illustratrice Lucia Mongioj e gli operatori delle Rane di Interlinea e arrivando a comprendere e ad approfondire il tema del riciclo visto come risorsa per l’umanità.




Alpsndown.com ad Aria di Festa 2018: esperienze all’aria aperta a San Daniele del Friuli

Anche quest’anno in occasione di Aria di Festa a San Daniele, Alpsndown.com porterà i visitatori alla scoperta del territorio di San Daniele con il suo ricco ventaglio di avventure all’aria aperta. Escursioni in canoa canadese, rafting, canyoning, passeggiate naturalistiche, tour in carrozza d’epoca saranno l’occasione per immergersi in paesaggi inediti navigando fiumi, scendendo torrenti, esplorando angoli nascosti o facendo un tuffo indietro nel tempo tra ville storiche e castelli.

Nelle giornate di venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 giugno, in occasione di Aria di Festa, Alpsndown.com – Sport & Adventure Booking – proporrà numerose attività all’aria aperta adatte a tutti per trascorrere una giornata diversa all’insegna dell’avventura nel territorio di San Daniele.

Aria di Festa, storica manifestazione enogastronomica regionale giunta ormai alla 34esima edizione e che vede come protagonista il Prosciutto di San Daniele, si estenderà oltre i confini della città per un’esperienza a 360 gradi, in cui la tradizione culinaria si integra perfettamente con l’attività fisica e con il benessere che solo un’immersione totale nella natura sa regalare.

Si potrà così scendere in canoa canadese o con il gommone tra i rami intrecciati del fiume Tagliamento, lasciandosi trasportare dalla corrente. Oppure scoprire il torrente Arzino dall’interno con il canyoning, calandosi, tuffandosi e scivolando sulle rocce oppure dall’esterno, camminando immersi nel fresco bosco ed ammirando le sue suggestive cascate.

(Ph. Claudio Salvalaggio)

Esperienze uniche che uniscono allo sport e alla giusta dose di adrenalina, anche una componente naturalistica e paesaggistica. Grazie alla profonda conoscenza del territorio, le guide saranno sono in grado di far apprezzare ogni particolare dell’ambiente circostante raccontandone storia, caratteristiche naturalistiche e curiosità di vario tipo.

Per chi invece preferisce esperienze più tranquille, Alpsndown.com organizza tour in carrozza d’epoca per far vivere un’esperienza originale e di altri tempi, attraverso campagne e vigneti per raggiungere Ville storiche e castelli e riscoprire i ritmi lenti ormai lontani dal vivere quotidiano.

Per partecipare alle attività è necessaria la prenotazione online ai seguenti link:

VISITAIT SRL

Visitait Srl è un’azienda giovane e dinamica che si è posta l’obiettivo di valorizzare il territorio tramite la collaborazione con guide naturalistiche, associazioni e altri enti sportivi per offrire al turista, e al cliente più in generale, un servizio sempre più suggestivo, organizzato e funzionale. Il team è composto da giovani esperti di turismo, marketing, comunicazione e web design, appassionati di outdoor e vita all’aria aperta. Alpsndown.com, il nuovo progetto di Visitait Srl, è un portale che dà la possibilità di prenotare online in modo semplice e sicuro oltre 50 esperienze, attività e sport outdoor nel cuore dell’Europa, dalle Alpi fino al Mare Adriatico.

Per ulteriori informazioni:

Visitait Srl – Via Stretta del Parco 4, Buttrio (UD) – (+39) 389-6514885

info@alpsndown.com – https://alpsndown.com/it/




7 GIUGNO: NUOVA SCADENZA PER IL WORKSHOP DEL FESTIVAL “UpGIOVANI” – Virgolettato del direttore del FESTIVAL “UpGIOVANI”

Si chiama UpGiovani ed è un progetto  che si rivolge interamente agi U35. È l’appendice giovane di Blue Notte Gorizia ed è realizzata grazie al finanziamento di “SIllumina. Periferie Urbane”, bando promosso dalla SIAE in collaborazione con il MIBACT.  Il progetto si propone di favorire lo sviluppo artistico e la condivisione di esperienze tra i giovani e dipromuovere il dialogo e la coesione sociale nelle periferie urbane.  UpGiovani, che arriva dopo l’omologo “Oltre il Muro” del 2017, prevede un workshop per la creazione dimusica con lo smartphone (che ha prorogato le iscrizioni al 7 giugno!),  un video contest e un contest di musica dal vivo, entrambi in scadenza il 15 giugno.

 

“Siamo contenti di poter proporre anche quest’anno delle iniziative che valorizzino la creatività giovanili e di dare occasione ai ragazzi di rappresentarle poi in un contesto importante come Blue Notte. Particolarmente importante è il Contest Musicale, che mette in palio, per le prime quattro band classificate, un tour di cinque concerti in diversi locali e negli eventi musicali della regione: un’iniziativa importante in un periodo nel quale la musica live fa sempre più fatica a trovare spazi”.Così spiega Paolo Del Negro, direttore del Festival UpGiovani e presidente di Contea, la cooperativa sociale di Gorizia che organizza anche Blue Notte.

Il corso di Musica con Smartphone inizia l’8 giugno e insegna ai ragazzi ad utilizzare specifici software per la produzione audio professionale attraverso app per smartphone e tablet. Didatta per l’occasione è il giovane e talentuoso Michele Seffino, diplomato in Musica e Nuove Tecnologie al Conservatorio di Trieste e poi specializzatosi a Graz, allo IEM, dove tuttora segue un Master. Gli allievi saranno impegnati, il 20 luglio, in una performance live per smartphone e orchestra, nella piazza Transalpina di Gorizia.

UpGiovani Music Live Contest è un concorso riservato a singoli artisti o a band giovanili under 35, che mette in premio una registrazione musicale di un demo presso uno studio di registrazione professionale e che assegna al vincitore la support act del concerto del 22 luglio dei pluripremiati King King (UK). Inoltre, alle prime 4 band classificate, il concorso assegnerà la possibilità di realizzare un tour di 5 concerti in club e manifestazioni scelte dal progetto Up Giovani (scadenza 15 giugno).

Ancora all’interno del progetto voluto da SIAE e Ministero è il Video Contest. Il tema del video, in sintonia con il filo conduttore di Blue Notte Gorizia Festival, è quello della collaborazione tra culture, tradizioni, paesi e persone. Anche in questo caso, il 20 luglio alla Transalpina di Gorizia, i 4 migliori video saranno proiettati e il primo classificato riceverà un premio in denaro di 100 euro  (scadenza 15 giugno)

Le schede di iscrizione e i regolamenti di tutte le attività sono scaricabili su www. bluenottegorizia.com.

 

Informazioni per i corsi e per i contest di UpGiovani
Laura Viviani – 0432/997320 – segreteriacontea@consorzioilmosaico.org

Andrea Forliano




Torna la magia di Teatro Estate: al Giovanni da Udine

– Dopo gli ottimi esordi della prima edizione e fresco di tante novità, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine ritorna Teatro Estate, il cartellone estivo realizzata anche grazie al sostegno di Amga Energia & Servizi, società del Gruppo Hera Comm fatto di tanto divertimento, acrobazie, magia, physical theatre, ballo e grande musica in programma fra giugno e agosto.

Cinque gli spettacoli proposti, affiancati da laboratori per bambini e intrattenimento, per una rassegna capace di coinvolgere un pubblico ampio e variegato: famiglie, adulti, giovanissimi.
Lo scorso anno Teatro Estate ha rappresentato una vera novità per il pubblico, abituato a trovare chiuse le porte del Giovanni da Udine nei mesi più caldi – spiega il presidente della Fondazione Paolo Vidali –. I numeri, per quanto riguarda la prima edizione, sono stati più che positivi: abbiamo registrato oltre 2500 presenze sui 5 spettacoli a data unica, cui si devono aggiungere i partecipanti ai laboratori creativi, sempre sold out, e gli aperitivi all’aperto, anch’essi molto apprezzati e frequentati dal pubblico. Quest’anno replichiamo mettendo sul piatto altrettanti appuntamenti, sempre con biglietti a tariffe particolarmente vantaggiose e sempre con lo stesso obiettivo: contribuire a tenere alta l’offerta culturale e di spettacolo in città ma, soprattutto, fare del nostro Teatro un luogo frequentato e vissuto piacevolmente dal pubblico anche durante il periodo estivo”.

La rassegna
Si parte dunque giovedì 28 giugno con uno spettacolo a misura di bambino, La Bella e la Bestia (inizio ore 18.30). Proposto dalla Compagnia Stivalaccio Teatro, attinge in libertà alla tradizione popolare rinnovando l’immaginario dei bambini riguardo alla notissima fiaba, con l’accompagnamento della musica dal vivo.

Tutt’altra musica e ancora una volta divertimento assicurato giovedì 19 luglio (inizio ore 21) con i super acrobatici Black Blues Brothers, un gruppo di 5 artisti con l’Africa (e la musica) nel sangue che ha già conquistato l’Europa con una fila interminabile di sold out. Nel loro show un po’ circo contemporaneo un po’ commedia musicale trascineranno il pubblico al suono dei più grandi successi del Rythm & Blues in una inarrestabile sequenza di equilibrismi mozzafiato, torri umane impossibili, evoluzioni sorprendenti e balli scatenati.

Tanta magia e una valanga di incredibili trucchi di prestigio saranno invece al centro di Illusionista di e con Luca Bono, in scena giovedì 26 luglio alle ore 21. Il giovane torinese, già campione italiano di Magia a 17 anni, vincitore del Mandrake d’Or (l’Oscar della specialità), la magia ce l’ha proprio nel dna: allievo del mito del trasformismo Arturo Brachetti – che è anche regista di questo spettacolo – illusionista e prestigiatore, Luca usa con abilità straordinaria tutti i più classici “ferri” del mestiere – mazzi di carte, colombe, mantelli, bastoni, palline e foulard – ma anche gli strumenti più amati dai giovani: i social e la tecnologia, per esempio. Uno show perfetto per i nostri giorni, applauditissimo dal pubblico e celebrato dalla critica, dove la vera magia sta nel mettere insieme numeri di ieri e di oggi, un bel po’ di ironia e tante emozioni.  Una serata sotto il segno del tango con un finale da ballare tutti insieme sarà invece in programma sabato 28 luglio (inizio ore 21). Protagonista di Cronache di Buenos Aires – Historias de tango uno dei più originali e autorevoli interpreti contemporanei, il musicista argentino Jorge A. Bosso, più volte al fianco di artisti di fama mondiale come la pianista Martha Argerich anche in occasione di importanti festival internazionali. Con uno stile che mixa schemi compositivi classici e contemporanei, l’inseparabile violoncello, il suo ensemble e tre coppie di ballerini anch’essi argentini, Bosso proporrà un viaggio nel cuore della cultura sudamericana dove si abbracciano sonorità, stili, suggestioni e atmosfere diversissime fra loro. Concluso lo spettacolo, come già proposto nella scorsa edizione, gli appassionati tangueiros presenti in sala potranno scatenarsi sul palcoscenico del Giovanni da Udine in una memorabile milonga.

Perfetto per una notte di mezza estate, giovedì 2 agosto, il mondo fatato di Night Garden (inizio ore 21): ninfe, lucciole colorate, cieli infiniti di stelle, venti impetuosi di luce, creature fantastiche dalla consistenza opalina rischiareranno il buio del palcoscenico ricreando in un’alchimia fluorescente ambienti pulsanti di vita. Lo spettacolo di danza e physical theatre della compagnia eVolution Dance Theater, fondata dall’artista americano Anthony Heinl ci farà immergere completamente in un piccolo universo misterioso e poetico dove il movimento si fa energia, verso libero e vitale.

Info e biglietteria
I biglietti di tutti gli spettacoli di Teatro Estate 2018 saranno in vendita alla Biglietteria del teatro (via Trento 4 – Udine) a partire dal 5 giugno 2018.
Dal 5 al 30 giugno: da martedì a sabato, dalle ore 16.00 alle 19.00
Dal 3 luglio al 2 agosto: da martedì a venerdì, dalle ore 16.00 alle 19.00
Nei giorni degli spettacoli di Teatro Estate 2018: dalle ore 16.00 fino all’orario di inizio dello spettacolo (sabato 28 luglio dalle 19.30)
Nei giorni dei laboratori per bambini: apertura straordinaria dalle ore 9.00 alle 9.30
Chiuso giovedì 12 luglio.

Riduzioni per titolari di G Teatrocard della Stagione 2017/2018 e giovani fino a 26 non compiuti

Posto unico a riempimento senza distinzione di settori

I titoli saranno acquistabili anche nei punti vendita Vivaticket e on line su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it




Premio d’Artista Mattador 2018: lo firma il grande Hans Op de Beeck

Fin dall’inizio della sua avventura, il Premio ha inteso arricchire il Concorso anche attraverso la valorizzazione dell’arte contemporanea. Ogni anno Mattador invita un artista di livello nazionale ed internazionale a realizzare un’opera ispirata al percorso artistico di Matteo Caenazzo, a cui il Premio è dedicato. Il Premio d’Artista è cominciato nel 2010 con l’opera di Serse, triestino di adozione, proseguendo con Sergio Scabar e Stefano Graziani, altri due artisti del Friuli Venezia Giulia, e con Massimo Pulini, Massimo Kaufmann, Luigi Carboni, Massimo Bartolini, Remo Salvadori, noti nomi dell’arte figurativa contemporanea.

 

Quest’anno, grazie alla collaborazione con GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana, l’opera sarà realizzata da Hans Op de Beeck, notissimo artista belga la cui opera è una riflessione sulla complessa società contemporanea e sui quesiti universali, che in essa si rispecchiano, relativi al significato della vita e della morte. Negli ultimi vent’anni Op de Beeck ha realizzato numerose installazioni “sensoriali” di dimensioni monumentali con le quali evoca quelle che egli descrive come ‘finzioni visive’: spazi tattili disabitati come un palcoscenico vuoto nel quale l’osservatore può muoversi o sostare come in un rifugio scolpito per l’introspezione. In molti video tuttavia, in contrasto con tali spazi deserti, l’artista tende a privilegiare la presenza di personaggi anonimi.  Hans Op de Beeck è nato a Turnhout nel 1969. Vive e lavora a Bruxelles e Gooik, in Belgio. Le sue opere sono state esposte in prestigiose mostre personali e collettive in numerosi paesi.

 

Il prezioso riconoscimento di queste opere uniche offerte ai giovani vincitori avranno in seguito uno sviluppo anche in senso espositivo.

 

Nelle scorse settimane è stata annunciata la Giuria 2018 composta da Mirko Locatelli, regista, sceneggiatore e produttore di Strani Film, presidente, affiancato da Marina Zangirolami Mazzacurati, organizzazione didattica del Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati dell’Università di Padova, Giampiero Rigosi, romanziere, sceneggiatore e direttore didattico di Bottega Finzioni di Bologna, Andrea Sperandio, sviluppo progetti Lucky Red, Lorenzo Mattotti, fumettista e illustratore che vive da molti anni a Parigi, in Giuria in particolare per i lavori di Dolly.

 

Mattador è dedicato a Matteo Caenazzo, giovane triestino, studente di decorazione pittorica al Liceo artistico Nordio della sua città e di cinema al corso di Tecniche artistiche e dello spettacolo alla Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, scomparso prematuramente il 28 giugno 2009. Nel suo nome e nelle sue passioni il Concorso di scrittura per il cinema si rivolge a giovani sceneggiatori, registi, illustratori e concept designer dai 16 ai 30 anni.

 

La Giuria si riunirà il 29 giugno a Trieste per valutare la rosa di lavori selezionati dai Lettori del Premio, scegliere i migliori e rendere noti i nomi dei finalisti al miglior soggetto durante la presentazione che si svolgerà il 30 giugno nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, messa a disposizione dal Comune di Trieste. I vincitori di tutte le sezioni saranno premiati il 17 luglio a Venezia nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, teatro dove Matteo ha lavorato durante i suoi anni di studio nella città lagunare.

 

Per saperne di più: www.premiomattador.it.

Andrea Forliano




RALLY: RAAB HISTORIC E CITTA’ DI MODENA NEL PROGRAMMA 2018 DI GABRIELE ROSSI

Il pilota modenese, digerito l’annullamento del Rally Bianco Azzurro, rimanda il proprio esordio, a fine Luglio, con l’evento organizzato da Prosevent.

Modena – Tanti anni di attesa, una lunga preparazione della vettura e di tutta la documentazione necessaria per tornare ad infilare tuta e casco ma per Gabriele Rossi la luce verde non si è accesa lo scorso fine settimana e, causa annullamento del Rally Bianco Azzurro, il ritorno alle competizioni viene nuovamente rimandato.

Rabbia, delusione ed amarezza hanno ben presto fatto posto alla determinazione, nel pilota di Modena, che ha così definito il proprio rientro in attività, nella nuova veste di rallysta storico, in occasione del quarantaduesimo Rally Alto Appennino Bolognese, meglio conosciuto come RAAB Historic, che si terrà a Castiglione dei Pepoli, in provincia di Bologna, a fine Luglio.

Ancora due mesi di sofferenza per Rossi e per il navigatore adriese Fabrizio Handel per potersi finalmente sedere all’interno dell’abitacolo della Ford Sierra Cosworth di gruppo A, a trazione posteriore, che riproduce la livrea Texaco utilizzata nel mondiale da piedi pesanti come Vatanen e Blomqvist.

“Erano circa sei anni che aspettavamo questo momento” – racconta Rossi – “ed eravamo elettrizzati all’idea di tornare finalmente a condividere la nostra passione, su di una vettura importante come la Ford Sierra Cosworth. Dire che la fortuna non va molto d’accordo con noi sembra abbastanza scontato. Digerita la tanta delusione ci siamo guardati attorno ed abbiamo deciso di riprovarci, già a fine Luglio, prendendo parte al RAAB in versione storica, una gara che abbiamo potuto ammirare da spettatori nelle precedenti edizioni e che ci è apparsa molto ben organizzata da Prosevent. Il chilometraggio delle prove non è eccessivamente lungo e questo ci aiuterà a rimettere in moto, specialmente per me, quei meccanismi che sono rimasti fermi da tanto, troppo, tempo.”

La partecipazione di Rossi al RAAB diventerà quindi naturale preludio a quello che sarà l’evento più importante della stagione, previsto per metà Settembre, con il Rally Città di Modena.

“Fermo restando che vada tutto bene al RAAB” – sottolinea Rossi – “ci presenteremo poi alla mia gara di casa, il Rally Città di Modena. Lo scorso anno ho fatto da apripista quindi ho avuto modo di prendere un po’ le misure alla vettura ed alla tipologia di fondo. Sicuramente questo tornerà utile in gara.”

Un’occasione speciale anche per l’adriese Handel, che in quei giorni festeggerà il compleanno.

“Sarà molto bello vivere il mio compleanno a fianco di Gabriele nella gara di casa” – aggiunge Handel – “perchè si merita di togliersi delle soddisfazioni dopo tanto impegno nell’allestimento della vettura. Lo scorso anno ho chiuso, con Luise, secondo assoluto. Vedremo con Gabriele.”

GABRIELE ROSSI – Ufficio Stampa